Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino
 Home Page » Diocesi » Vita della Diocesi » Rinascimenti Culturali alla parrocchia Nostra Signora della Salute 
Rinascimenti Culturali alla parrocchia Nostra Signora della Salute   versione testuale
Nuovo progetto nell’ambito del concorso “TuttixTutti” promosso dalla CEI

La parrocchia Nostra Signora della Salute (circa 18 mila abitanti) è affidata alla cura pastorale dei giuseppini del Murialdo, congregazione dedita all’educazione dei ragazzi in situazione di povertà o di svantaggio. La nostra parrocchia è situata a Torino in Borgo Vittoria, quartiere che possiamo definire popolare e di periferia, sia per la densità abitativa, sia per le problematiche che presenta.

 

La crisi economica degli ultimi anni ha accentuato in maniera pesante le difficoltà già storicamente presenti nel tessuto sociale: perdita del lavoro; divisione delle di famiglie; aumento delle povertà e delle dipendenze; isolamento degli anziani; difficoltà di integrazione e convivenza tra cittadini e immigrati di paesi differenti; disoccupazione giovanile alle stelle. Anche la nostra parrocchia, da sempre impegnata sulla frontiera, si è trovata nella necessità di rileggersi per far fronte in modo più efficace al mondo dei preadolescenti e degli adolescenti.

 

Il progetto Rinascimenti Culturali prende vita dentro questo scenario e vuole essere una risposta concreta: davanti ad un generale impoverimento che è innanzitutto umano, la nostra proposta punta alla diffusione di una proposta educativa di alto profilo.

 

Rinascimenti Culturali ha come fondamento la disponibilità di alcuni adulti della comunità, che uniscono alla fede cristiana, le proprie competenze professionali in ambito pedagogico e di formazione attraverso le arti sceniche. Questo gruppo sa che ciò che è bello e nobile di cuore è capace di scolpire i ragazzi, anche i più difficili.

 

Il progetto avrà come finalizzazione la messa in scena di musical, scritti e diretti dai giovani stessi. Durante appositi laboratori quotidiani di canto, recitazione, musica, scenografi e, tecnico audio, tecnico luci, addetti sala e regia il gruppo degli educatori e dei formatori favorirà nei ragazzi: la crescita nell’amicizia; l’individuazione e la messa in comune dei talenti personali; l’organizzazione delle varie fasi di costruzione e realizzazione del musical.

 

Il tutto succederà negli ambienti della parrocchia, in particolare nell’oratorio e nella sala Teatro Murialdo, che sarà il «luogo laboratorio» per eccellenza di Rinascimenti Culturali ed il palco sere replicato altrove. Infi - ne, ma non da ultimo, non ci dimentichiamo del grave problema della disoccupazione giovanile: perciò, Rinascimenti Culturali, facendo rete con altri soggetti ecclesiali e dell’impresa, intende favorire l’avviamento al lavoro di alcuni dei giovani stessi. Pensiamo, infatti, che, tramite la parrocchia, qualcuno dei giovani scoprirà una passione che potrà spendere professionalmente nel mondo dello spettacolo, nella gestione del teatro o nella formazione delle arti sceniche ed espressive.

 

L’avvio di Rinascimenti Culturali sarà reso possibile grazie al prezioso contributo e sostegno del Sovvenire con i progetti TuttixTutti, promosso dalla CEI. La parrocchia ha organizzato una serata di presentazione di questa iniziativa e di sensibilizzazione al valore del sovvenire stesso, guidata dall’incaricato diocesano il diacono Giorgio Carlino lo scorso 19 maggio.

don Danilo MAGNI

(Testo tratto da «La Voce E il Tempo» dell’11 giugno 2017)