Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Pastorale della
Salute

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

Chi siamo

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin
Un po' di storia....... 

L'Ufficio per la Pastorale della Salute (d'ora in poi abbreviato in UPS) è nato come ufficio di Curia alla fine degli anni sessanta su iniziativa del Card. Arcivescovo Michele Pellegrino.
L'UPS assumeva allora il nome di Ufficio di Pastorale per gli Ammalati, nominando un direttore - don Mario Veronese - e concedendogli una struttura.
L'iniziativa fu pionieristica, in quanto non si conoscevano precedenti né in Piemonte né in Italia.
Qualche anno dopo, su spinta dell'UPS e della neonata associazione APASO - ora confluita nell'A.I.Pa.S.- nacque la Consulta Regionale per la Pastorale della Sanità.
Nel 1978 giunge a Torino come Arcivescovo il Card. Anastasio Ballestrero, il quale operò una prima riforma della Curia, dove trova posto l'UPS, che cambia nome e diventa Ufficio per la Pastorale del Tempo della Malattia.
Nel 1989 con l'arrivo del Cardinale Giovanni Saldarini l'UPS cambia ulteriormente nome, adeguandosi allo sviluppo della Pastorale Sanitaria e della Nota CEI, trasformandosi in Pastorale della Sanità.
A Novembre del 2004, durante il Consiglio Pastorale Diocesano e su richiesta del direttore incaricato don. Marco Brunetti, l'UPS è stato denominato Ufficio per la PASTORALE DELLA SALUTE dal Card. Severino Poletto; il nuovo nome risponde pienamente alla esigenza di tenere in considerazione non solo l'aspetto sanitario del termine ma anche quello relativo alla salute psichica e spirituale della Persona Umana.
UPS A TORINO OGGI
Oggi l'UPS è costituito da un Direttore, un Vice Direttore, un Addetto,  ed una Addetta alla segreteria.
Il direttore è nominato con decreto arcivescovile. I suoi compiti sono:
responsabile ed animatore della Pastorale della salute in tutta l'Arcidiocesi di Torino;
coordinatore e responsabile, in stretto legame con i Vicari Generali, di tutti gli Assistenti Religiosi Ospedalieri e non, siano essi presbiteri o diaconi o religiosi/e;
consulente e rappresentante dell'Arcivescovo nei rapporti con le ASL /ASO/Enti Pubblici presenti nel territorio dell'Arcidiocesi;
presidente della Consulta Diocesana per la Pastorale della Salute;
membro di diritto della Consulta Regionale C.E.P. e Nazionale C.E.I.
COMPITI AFFIDATI ALL'U.P.S.
1. Pastorale ospedaliera
Coordinamento e promozione della Pastorale Ospedaliera che consiste in:
Istituzione delle Cappellanie Ospedaliere, rese obbligatorie dall'Arcivescovo poiché inserite come norma nel Libro Sinodale; ad oggi sono state istituzionalizzate la cappellania dell' AOU S. Giovanni Battista-S.Giovanni Antica Sede-S. Vito, delle AOU Regina Margherita- S.Anna e CTO-Maria Adelaide,  e dell'A.S.L. TO5 (ospedali di Chieri-Moncalieri-Carmagnola) ma quasi tutti i grandi ospedali lavorano attraverso una cappellania, anche se non ancora perfezionate come progetti pastorali;
Costituzione del Consiglio Pastorale Ospedaliero che è ad oggi esistente in due grandi ospedali, uno pubblico (Molinette) ed uno privato (Fatebenefratelli di S. Maurizio Can.se);
Coordinamento del Tavolo regionale delle istituzioni sanitarie di ispirazione cristiana.
2. Pastorale Sanitaria Territoriale
 È il lavoro di questi ultimi anni: monitoraggio dell'esistente sul territorio diocesano, corsi presso parrocchie e U.P. di diversi livelli per formare operatori pastorali sul territorio, preparazione Convegno diocesano legato al tema della Giornata Mondiale del Malato e a temi di attualità (vedi Embrione, uno di noi? del maggio 2005)
3. Formazione
 L'UPS si occupa di formazione in ambiti diversi:
- Corso di pastorale sanitaria per Seminaristi, seguito da uno stage guidato in ospedale;
- Corso di formazione di 1° livello, in collaborazione con l'Ufficio Liturgico e la Caritas Diocesana, dei Ministri straordinari della Comunione Eucaristica;
- Corso di formazione di 2° livello "Accompagnamento spirituale del malato ricoverato…" per Ministri straordinari della Comunione Eucaristica su incarico dell'assistente religioso di una struttura residenziale (Ospedale/RSA/casa di riposo…);
- Coordinamento del Biennio di specializzazione in Pastorale della Salute; 
- Seminari di formazione residenziale a tema per operatori sanitari e non;
- Incontri con le U.P. per approfondimenti sulla Pastorale della Salute;
- Incontri formativi presso le scuole superiori;
- Collaborazione con il Gruppo Cattolico Interdisciplinare "Bioetica & Persona";
- Promozione di giornate di studio e corsi su richiesta di Parrocchie e/o U.P.;
- Corso per l'"Orientamento al volontariato giovanile" nella Pastorale della Salute, in collaborazione con l'Ufficio Giovani e la Caritas Diocesana; esso è rivolto prevalentemente a giovani dai 18 ai 28 anni e sviluppa in 4 incontri propedeutici - una settimana di stage a Lourdes al servizio attivo degli ammalati - 2/3 incontri di verifica; coinvolge una trentina di giovani;
- Incontri di formazione per giovani sul volontariato nella Pastorale della Salute e promozione di occasioni di volontariato;
L'UPS partecipa al Convegno nazionale del corrispondente Ufficio CEI.
4. Aspetti legali e giuridici
 Coadiuvati da esperti seguiamo tutti gli aspetti giuridici ed amministrativi che riguardano l'assistenza religiosa nelle strutture sanitarie pubbliche e private.
A luglio del 1998 è stata siglata fra la regione Piemonte e la Conferenza Episcopale Piemontese la nuova Intesa che regola il servizio di assistenza religiosa nelle strutture sanitarie della Regione: essa ha recepito, anche dal punto di vista amministrativo, la Cappellania Ospedaliera dando così la possibilità alle Aziende di assumere non solo presbiteri ma anche diaconi/religiosi/religiose/laici.
5. Coordinamento Consulta diocesana per la Pastorale della Salute
 La Consulta Diocesana è composta da un massimo di quaranta membri rappresentativi di tutte le realtà cattoliche operanti nella pastorale della salute all'interno del territorio della Diocesi.
Il presidente è di diritto il Direttore dell'UPS diocesano.
6. Iniziative Diocesane
 L'UPS organizza annualmente le seguenti iniziative a carattere diocesano:
Giornata mondiale del malato.
Esercizi spirituali radiofonici per ammalati ed anziani, ricoverati e non.
Pellegrinaggio a Lourdes presieduto dall'Arcivescovo (ogni 3 anni).
Ritiri spirituali in occasione dell'Avvento e della Quaresima per i membri delle Associazioni cattoliche impegnate nell'ambito della Pastorale della Salute e dei membri della Consulta Diocesana della medesima Pastorale.
7. Partecipazione Consulte Regionale e Nazionale
 L'UPS, attraverso il direttore, partecipa direttamente alle Consulte Regionale e Nazionale di Pastorale della Salute.
8. Partecipazione a "Tavoli" di lavoro di recente istituzione
 In collaborazione con la Caritas diocesana l'UPS partecipa attivamente al
Tavolo Regionale per la Salute Mentale "La Comunità che guarisce";

Tavolo per la Pastorale della Disabilità;
Laboratorio (Tavolo) Diocesano per la Salute Mentale;
Tavolo diocesano per la lotta alle dipendenze.
l'UPS ha istituito un Tavolo diocesano per l'elaborazione e l'accompagnamento nel Lutto, attivo anche nella costituzione di gruppi di auto-mutuo aiuto nelle Unita Pastorali e nelle parrocchie.
9. Servizi di ascolto diocesani - Corso Mortara 46/c Torino.
A partire dall'autunno 2011 sono attivi i Servizi di accompagnamento ed ascolto Lu.Me.,  rivolti a:
- chi vive situazioni di lutto;
- gli operatori pastorali, i familiari e le persone che sono in contatto con situazioni di sofferenza psichica.
10. Prospettive
 L'UPS ha le seguenti prospettive di lavoro in sintonia con le direttive dell'Arcivescovo:
approfondimento della Pastorale della Salute sul territorio;
formazione di laici sul territorio e per le cappellanie ospedaliere;
formazione presso le scuole superiori; 
corsi di formazione verso il mondo della cultura e dell'università;
direttorio diocesano per la Pastorale della Salute.

Dove
La sede dell'Ufficio Pastorale della Salute è a Torino, in Via Val della Torre 3.
È nei pressi di p.za Pier della Francesca, facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici: 9 (da Corso Vittorio Emanuele II fronte stazione di Porta Nuova) e 3 (da Corso Regina Margherita).

Orari
L'ufficio è aperto al pubblico nei giorni feriali, ad esclusione del sabato, dalle ore 9 alle 12.
Componenti

Direttore: Fini don Paolo
Vice Direttore : Raimondi dott. Ivan
Addetto: Benedic diac. Francisc
Segreteria: Ballaira dot.ssa Barbara

Numeri utili
Telefono: 011/51.56.360 - 362
FAX: 011/51.56.359

In rete
E-Mail: salute@diocesi.torino.it - salute.progetti@diocesi.torino.it
Sito web: www.www.diocesi.torino.it/salute