Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

A San Salvario sfila «la movida dei talenti»

Da venerdì 26 ottobre 2018 due giorni per testimoniare nel quartiere la bellezza dell’essere giovani
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Un contest tra band musicali e diverse performance dal vivo di giovani artisti saranno al centro della movida del venerdì sera in largo Saluzzo nel quartiere torinese di San Salvario. È l’iniziativa che l’oratorio salesiano San Luigi e la parrocchia Ss. Pietro e Paolo, in sinergia con l’associazione «Arte migrante», hanno lanciato la sera di venerdì 26 ottobre 2018 dalle 21 in apertura del week-end «social beauty»: due giorni per testimoniare nel quartiere la bellezza dell’essere giovani.

«Accanto allo sballo», afferma don Mauro Mergola, parroco di Ss. Pietro e Paolo e direttore dell’oratorio San Luigi, «che caratterizza le serate del fine settimana per i giovani, c’è il divertimento sano che i ragazzi sanno realizzare mettendo in campo i propri peculiari carismi». Così per una sera saranno proprio i giovani ad animare la movida di San Salvario mettendo al centro le loro capacità artistiche.

L’iniziativa era promossa, nell’ambito del progetto «Promuoversi in città, giovani social designer di partecipazione», che mira a favorire coesione sociale in diverse aree della città. Ed ecco il messaggio che l’oratorio voleva lanciare: «i giovani», sottolinea Giulia Melardi, educatrice del San Luigi, «si riuniscono all’insegna della bellezza che intendono donare ai propri coetanei esprimendo in pieno la vitalità del territorio».

«Una ‘movida alternativa’, ricca di dialogo, scambio, amicizia, condivisione, arte e «alcool-free» è dunque possibile», sostengono gli educatori che tutti i sabati sera con il parroco don Mergola tengono aperta la chiesa di Ss. Pietro e Paolo fino alle due o le tre di notte per la «movida spirituale».

Sabato 27 ottobre al Parco del Valentino presso la postazione dei salesiani «Spazio Anch’io» si è tenuto, inoltre, un torneo calcistico 3 contro 3 tra squadre rappresentative delle varie comunità etniche del quartiere: «erano invitati a presentare la propria adesione giovani di ogni provenienza e fede religiosa», spiega la Melardi, «per dare vita al primo ‘Torneo Anch’io’». La giornata si è conclusa con le premiazioni e una merenda condivisa.

Lo stesso week-end, infine, la comunità di San Salvario è stata impegnata in una maratona solidale di raccolta fondi, in risposta all’appello dell’associazione Lvia attraverso l’iniziativa «Un sacchetto di mele per l’Africa».

Per informazioni: cell. 366.6572349, mail oratorio@sanluigitorino.org.

Stefano DI LULLO

(Testo tratto da «La Voce E il Tempo» del 28 ottobre 2018)