Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

Anziani. E attivi!

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
Chi dice che nella terza età la vita diventa routinaria, vuota e noiosa si sbaglia, e di grosso. A dimostrarlo i gruppi anziani delle parrocchie di San Pio X (via dei Pioppi 15) e di Gesù Salvatore (via degli Ulivi 25), dell’Unità pastorale 15. «Ci ritroviamo ogni giovedì alle 15, da fine ottobre a inizio maggio, per passare del tempo insieme – racconta Vera Sedola del gruppo ‘Gioia e Amicizia’ (San Pio X) – Siamo una trentina di persone a partire dai 65 anni ad arrivare ai 96. Passiamo alcuni pomeriggi insieme a chiacchierare, fare merenda, confrontarci sul giornalino del Borgo; a dire il vero principalmente borbottiamo ma sa, è l’età..!».
 
«A volte – continua – guardiamo anche dei film, ma sono più apprezzate le barzellette. Da 8 anni, inoltre, abbiamo adottato a distanza un bambino dell’America latina. È un’esperienza intensa, che ci permette di essere tutti insieme degli ottimi nonni». È invece interamente al femminile il gruppo «Di tutto un po’», sempre della parrocchia di San Pio X. 12 donne dai 57 anni in su (la più anziana è vicina agli 80), si ritrovano ogni lunedì alle 15, per lavorare ai ferri e chiacchierare.
 
«Siamo poche ma buone – scherza Carla Cusinella – il nostro gruppo è nato per caso tre anni fa, abbiamo iniziato a trovarci spontaneamente tra amiche, nella palestra della parrocchia per fare ginnastica dolce, lavorare a maglia e poi, nei mesi, siamo raddoppiate e abbiamo deciso di creare un gruppo. Facciamo decoupage e centri tavola, cappellini e, in occasione della festa della mamma, del Natale e del santo Patrono della parrocchia, allestiamo dei mercatini per esporre i nostri lavori». «Le dirò – conclude – spesso ci ritroviamo a ridere come delle ragazzine, e quando, durante l’estate, il gruppo è sospeso perché molte di noi sono in vacanza con i nipoti, non vediamo l’ora di poter ripartire insieme».
 
Il gruppo anziani della parrocchia di Gesù Salvatore, «Cuore giovane», mostra di essere altrettanto attivo e propositivo. Nato da più di 30 anni, è formato da una cinquantina di persone che tutti i mercoledì pomeriggio si ritrovano per raccontarsi le proprie storie di vita, giocare a tombola, a carte, andare a teatro. «Ogni fine mese festeggiamo i compleanni, così da non dimenticarci quanti anni abbiamo – scherza Natalina Campo Dall’Orto – sovente organizziamo incontri su alcune malattie come l’Alzheimer, su come vivere la terza età, così da offrire al gruppo occasioni per informarsi e condividere».
 
«San Pio X e Gesù Salvatore – spiega il parroco di entrambe le comunità, don Adelino Montanelli – sono due realtà particolarmente vive e attente ai problemi della terza età. I gruppi anziani sono molti e tutti si autogestiscono e sono autonomi. Non c’è un ‘coordinamento anziani’, ma i gruppi si ritrovano spesso insieme ad esempio nella gita che, ogni anno organizziamo a fine maggio. Alcuni gruppi, poi, partecipano alla catechesi mensile. Quest’anno il tema trattato è la fede». «Ogni volta mi stupisco – precisa – se all’inizio chiacchieravano molto e, siamo sinceri, dopo un po’ sembrava si annoiassero, ora c’è sempre un grande interesse, e i numeri lo confermano, visto che a partecipare alla catechesi sono circa una trentina di persone ».
 
Irene FAMÀ
Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 22 settembre 2013