Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

Appello dell’Arcivescovo per l’emergenza freddo

A tutte le parrocchie, case religiose, associazioni e movimenti ecclesiali
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Di seguito l’appello dell’arcivescovo mons. Cesare Nosiglia per l’emergenza freddo inviato il 24 febbraio a parrocchie, case religiose, associazioni.

«Le previsioni meteorologiche annunciano per i prossimi giorni un freddo molto intenso e pungente soprattutto di notte. Perciò chiedo a tutte le parrocchie, case religiose, associazioni e movimenti ecclesiali di accrescere l’impegno per avvicinare le persone che, nel proprio territorio (nel Centro storico soprattutto), dormono per strada e necessitano di assistenza. Dove è possibile, chiedo che si aprano nuovi servizi per l’ospitalità notturna. Anche l’Arcivescovado e gli altri dormitori promossi dalla diocesi intensificheranno i servizi di accoglienza.

Si tratta di cose molto concrete*: c’è bisogno di coperte, abiti pesanti, scarpe; e pasti e bevande calde. Ma proprio questi gesti concreti sono segno di un “servizio” che per i credenti è l’amore stesso di Dio; ed è, in questo tempo di Quaresima, un richiamo forte alla nostra conversione e preparazione alla Pasqua.

So che anche la Città sta potenziando i propri servizi e aprendone di nuovi: è uno sforzo che tutti, per quanto possiamo, dobbiamo appoggiare, perché questa emergenza che tocca i più bisognosi e fragili fra noi riguarda la nostra comunità intera

Mons. Cesare Nosiglia

Arcivescovo di Torino».

*COME DONARE E/O SEGNALARE PERSONE IN DIFFICOLTA’

Chi avesse beni di prima necessità elencati nell’appello dell’Arcivescovo (coperte, abiti pesanti, scarpe…) e avesse anche identificato la persona povera cui possono servire, può provvedere direttamente. Chi non avesse individuato le persone a cui offrire aiuto, può portare il materiale nei seguenti punti di servizio per le persone senza dimora:

Comunità di Sant Egidio presso la chiesa dei Santi Martiri a Torino in via Garibaldi 25, dal lunedì al venerdì tra le 16.00 e le 19.00

Casa Santa Luisa a Torino in via Nizza 24, dal lunedì al venerdì tra le 9.00 le 12.00 e tra le 15.00 e le 18.00, oppure al sabato tra le 09.90 e le 12.00

associazione Bartolomeo & C a Torino in via Camerana 10/A, dal lunedì al venerdì tra le 9.00 e le 12.00 (qui portare SOLO COPERTE)

Si possono portare coperte, sacchi a pelo, maglie pesanti, pantaloni pesanti da uomo, scarpe pesanti da uomo, calze di lana. Tutto deve essere o nuovo o pulito e in buono stato. Non si raccoglie cibo. Le associazioni non hanno possibilità di passare a raccogliere il materiale a domicilio.

Se qualcuno ha disponibilità di latte e biscotti, può segnalarlo via email a Caritas diocesana (caritas@diocesi.torino.it), che provvederà a inoltrare la comunicazione a chi di competenza.

Chi intende segnalare un senza fissa dimora che ha visto dormire fuori deve rivolgersi al “servizio adulti in difficoltà” del Comune di Torino (adulti@comune.torino.it) che potrà accompagnare la persona in difficoltà o in un dormitorio come quello dell’Arcivescovado o nella struttura temporanea allestita a Porta Susa per l’emergenza freddo.

 

Appello video di mons. Nosiglia (a cura de “La Voce E il Tempo”)26 febbraio 2018