Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

Benne: la corresponsabilità dei laici

facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

La parrocchia di Benne, nata a metà del secolo scorso da una costola della parrocchia di Corio, registra in questi anni un aumento della popolazione residente (contrariamente alla parte alta del paese). Frazione più grande del paese nella parte bassa, collinare, con alcuni negozi e una trattoria, gode della sua favorevole posizione ambientale di vicinanza a grandi centri come Nole e Ciriè, con più servizi, e nel contempo è immersa nel verde e nella tranquillità della campagna. La crescita della popolazione è stata favorita soprattutto dalla costruzione di nuove case e dalla scelta di coppie giovani con figli piccoli di venirci ad abitare. Ha visto un susseguirsi di ministri di riferimento (vari parroci, una religiosa, due diaconi). Dal 1983 condivide un unico parroco con Corio capoluogo e dal 2008 anche la collaborazione degli stessi due diaconi. Da parecchi anni non c’è più un ministro residente in parrocchia. Questa situazione ha generato una comunità attiva, generosa e corresponsabile.

Proprio i laici impegnati a vario titolo nella parrocchia sono stati abituati a confrontarsi nei Consigli parrocchiali ed hanno assicurato la continuità e il rinnovamento dei servizi religiosi (ufficio, liturgia, caritas, missioni) e delle proposte educative (catechismo, oratorio), sviluppando una particolare attenzione alla evangelizzazione del territorio, ed anche alla gestione e manutenzione del patrimonio immobiliare. Territorialmente nel cuore dell’Unità, è spesso utilizzata per gli incontri a livello di Up. Sono attive la scuola materna e la scuola elementare, praticamente attigue al salone dell’oratorio e vicine alla chiesa parrocchiale, con campetto annesso. La significativa presenza di tanti bambini si vede in diverse realtà della parrocchia, come la frequenza al catechismo, all’oratorio e la partecipazione alla messa festiva. Dinamica e vivace è l’attività dei vari gruppi parrocchiali, due confraternite onorano i patroni San Grato Vescovo e Sant’Antonio Abate e alcune associazioni di volontariato (tra cui un gruppo teatrale) propongono diverse iniziative nel corso dell’anno. La visita pastorale sarà sicuramente incoraggiamento e forza, le parole del Vescovo unite alla volontà di crescere insieme, saranno un aiuto costruttivo al miglioramento della comunità.

Diacono Mauro PICCA PICCON

Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 28 dicembre 2014