Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail
Archivio

Il fonte è un luogo

Ad ogni chiesa parrocchiale il suo fonte. Con questo auspicio, ancora lontano dall’essere realizzato, abbiamo raccontato, sulle pagine della Voce del Popolo, la storia dei fonti più significativi della nostra diocesi. Si tratta di manufatti antichi e singolari, o di oggetti diffusi e quotidiani, per arrivare fino alle realizzazioni contemporanee. Quali conclusioni trarre dalla rassegna storica, […]

I battisteri torinesi dopo il Concilio/3

Il Distretto pastorale Torino – Città è costituito da un ampio numero di chiese parrocchiali: molte sono presenti nella zona centrale della città, edifici in genere di notevole interesse storico artistico e architettonico; altre rappresentano un importante patrimonio di edifici costruititi tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo, fortemente connotati da […]

I battisteri torinesi dopo il Concilio/2

Durante gli anni dell’episcopato del card. Michele Pellegrino (1965-77) la città di Torino assiste alla costruzione di molti centri parrocchiali. Nella periferia della città e nei Comuni della cintura, con il rapido e ingente incremento di popolazione, dovuto all’afflusso di immigrati in cerca di lavoro, si rende necessaria la costruzione di nuovi centri di vita […]

I battisteri torinesi dopo il Concilio/1

A trent’anni dall’approvazione della costituzione conciliare sulla liturgia Sacrosanctum concilium (1962-65), la costruzione di luoghi per il culto non è più condizionata dall’emergenza. Le innovazioni apportate dal Concilio Vaticano II, seppur con molta lentezza, cominciano ad essere assorbite nelle diverse comunità parrocchiali.  Sul fronte degli addetti ai lavori – architetti, ingegneri, artisti e liturgisti – […]

Il «nostro» battistero capolavoro rinascimentale

L'opera conservata al Museo diocesano di Torino

La storia di questo eccezionale elemento di scultura rinascimentale è singolare: dopo essere stato usato per quasi tre secoli e mezzo come fonte battesimale nella cattedrale di Torino, alla metà dell’800 è stato alienato a favore della Piccola Casa della Divina Provvidenza – Cottolengo di Torino e sostituito con un nuovo battistero conforme al gusto […]

Battisteri barocchi per l’ingresso nella comunità cristiana

L’arte e l’architettura del periodo barocco (XVII e XVIII secolo) si esprimono attraverso il linguaggio della teatralità, della scenografia, della ricchezza dei materiali, dell’enfasi e sono volte soprattutto a stupire chi osserva, chi fruisce gli spazi. Le chiese barocche in particolare, costruite secondo lo schema dell’aula unica con cappelle laterali, sorprendono il fedele per la […]

A Sant’Agostino, col fonte a calice il rito in famiglia

Un semplice oggetto scultoreo è di fatto il protagonista dell’allestimento delle cappelle battesimali durante tutto il periodo barocco. Si tratta del fonte a «calice», disegnato dall’architetto o dall’artista che allestisce la cappella secondo il modello ormai standardizzato della vasca marmorea di limitate dimensioni sostenuta da un gambo più o meno decorato e chiusa da un […]

Il fonte «torinese» segno e memoria del Battesimo

Nei primi secoli del cristianesimo i sacramenti dell’iniziazione cristiana venivano celebrati, con grande solennità, solo durante la veglia pasquale del sabato santo, nella cattedrale e sotto la presidenza del vescovo. Nel corso dell’alto Medioevo tale prassi si incrina: i tre sacramenti dell’iniziazione (battesimo, confermazione, eucaristia) si separano, e viene anche meno l’unicità del luogo. Le […]

Fonte di San Giacomo Apostolo a La Loggia: «tappa» rigenerante

La seconda lettera pastorale di mons. Nosiglia, «Devi nascere di nuovo» nonché «Porta Fidei», motu proprio di Benedetto XVI, sono state le note ispiratrici per mettere il Battesimo al centro della nostra riflessione nell’Anno della Fede. Il battistero con il fonte battesimale della nostra chiesa parrocchiale (dal 28 ottobre con la celebrazione dei primi battesimi nell’Anno […]

1 2 3 6