Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

I numeri dell’Up 53

Situazione anagrafica
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
La città di Carmagnola, che forma l’Unità pastorale 53 della Diocesi, con i suoi 96 chilometri quadrati è il nono centro più esteso della provincia di Torino. Nell’ultimo decennio il Comune ha vissuto un significativo incremento nel numero dei propri abitanti che sono passati dai 25 mila del 2001 ai 29 mila del 2010. La popolazione di Carmagnola è comunque in continua crescita dalla metà del secolo scorso. In particolare, tra gli anni ‘60 e ‘70 il Comune ha vissuto un vero e proprio boom demografico passando dai 14.477 abitanti del 1961 ai 21.109 del 1971.

 
Un dato importante che aiuta a comprendere il trend positivo di crescita della popolazione è il saldo naturale, ovvero la differenza tra i nati e i morti. A parte un’eccezione pressoché insignificante nel 2003, infatti, dal 2002 il dato è sempre positivo e nel 2010 è stato di 81. Questo porta Carmagnola ad avere, tra i Comuni con più di 5 mila abitanti, il quinto tasso di natalità più alto della provincia di Torino, 11,4. Contemporaneamente anche il saldo migratorio, la differenza tra chi trasferisce la propria residenza nel Comune e chi invece la sposta da un’altra parte, è costantemente positivo. Nel 2010, ad esempio, ci sono stati 384 nuovi iscritti, nel 2007 addirittura 801.
Importante è la presenza di stranieri: nel 2010 si registravano circa 1500 rumeni, 480 marocchini e 196 albanesi.
 
Nonostante una lieve flessione tra il 2008 e il 2009 anche il reddito imponibile è in costante crescita, seppur moderata. Tra il 2005 e il 2010 il reddito è passato da poco più di 19 mila euro ai quasi 22 mila odierni.
 
Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 28 ottobre 2012