Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

Ostensione 2015: davanti alla Sindone musicisti, ragazzi degli Oratori e grandi gruppi da tutta Italia

Pellegrini di martedì 16 giugno. Visite attese il 17. Maxischermi, collegamenti pubblici e servizi per la visita del Papa
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

In visita alla Sindone martedì 16 giugno la violista da gamba Sabina Colonna Preti, ideatrice dell’Orchestra e Coro Internazionale per la Pace Pequeñas Huellas, insieme alla giovane violinista venezuelana Maria Alejandra Pegno, esponente del Sistema venezuelano delle Orchestre Giovanili. Con loro anche padre Armando Pierucci, francescano, musicista e compositore, che da 25 anni vive ed opera a Gerusalemme; e il direttore corale Giorgio Guiot.

Il gruppo è giunto in rappresentanza delle «Voci per un canto universale», che insieme al coro dell’associazione Cantabile onlus, agli allievi della scuola «Magnificat» di Gerusalemme e all’orchestra internazionale Pequenas Hellas, lunedì 15 sera hanno eseguito «Sinfonia eucaristica» nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino. Durante il concerto, diretto da Giorgio Guiot, sono state eseguite 12 melodie sacre ispirate alle liturgie dei primi secoli del Cristianesimo.

I gruppi di martedì 16 giugno

-Con Estate Ragazzi sono arrivati davanti alla Sindone 120 giovanissimi dalla parrocchia “Beati Parroci” di via Monte Cengio a Torino, accompagnati dal parroco don Corrado Fassio.

-Dopo una serie di riflessioni e incontri sull’Anno Mariano, 150 pellegrini della diocesi di Civita Tarquinia sono giunti davanti alla Sindone. A guidarli il vescovo, mons. Luigi Marrucci, accompagnato da 15 sacerdoti. Dopo la contemplazione del Telo, il gruppo ha fatto tappa a Colle don Bosco, Valdocco e alla Consolata.

 -Un gruppo di 32 membri della parrocchia S. Protaso e Gervaso in S. Maria Assunta, Buccinasco (Milano), guidati da don Silvano Bonfanti.

 -20 fedeli dalla parrocchia S. Francesco di Firenze, guidati da padre Alfredo.

 -Intanto si sono succeduti altri grandi gruppi da tutta Italia: 100 dal Piemonte, 1.000 dal Lazio, 200 dalla Toscana, 400 dalla Lombardia, 300 dalla Liguria e 500 dal Veneto.

Le visite di mercoledì 17

Il 17 giugno alle 14 in visita alla Sindone il presidente della Corte d’Appello di Torino Luigi Grimaldi.

Trai gruppi:

Da varie Regione d’Italia, ma anche dall’estero, sono in arrivo in questi giorni che precedono la visita del Papa gruppi numerosi. Nella giornata di mercoledì 1.700 dalla Lombardia, 330 dalla Liguria, 250 dal Veneto, 200 dalla Campania, 100 dalla Toscana. Con la Caritas di Genova giungono 80 fedeli e 40 dalla diocesi di Tempio in Sardegna, 104 dall’oratorio lombardo di San Luigi e 150 dalla parrocchia Santissimi Biagio e Sebastiano Martiri di Monguzzo (Como).

Attesi anche 50 malati dalla diocesi di Ventimiglia, 50 dalla comunità di S. Egidio e 60 con l’associazione Cerchio delle abilità.

Dall’estero, 600 pellegrini dalla Polonia, 100 dalla Francia, 100 dalla Gran Bretagna e 50 da Albania, Ungheria e Stati Uniti.

Il 17 giugno ultimo mercoledì dedicato ai malati e disabili

Mercoledì 17 giugno è l’ultimo giorno particolarmente dedicato alle persone che vivono nella sofferenza. Grazie alla collaborazione delle giacchette viola e dei Servizi sanitari del Medical Services, nel pomeriggio potranno accostarsi alla Sindone 1.300 malati, di cui 5 affetti da patologie importanti, immobilizzati e costretti in barella. Per il quarto mercoledì accederanno in Duomo i malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA), e a lato della Cattedrale a partire dalle 14 sosterà la «clinica mobile SLA», il camper dell’associazione «Una voce per Michele» lungo 11 metri e completamente attrezzato per trasportare persone affette dalla malattia anche per lunghi viaggi.

Per la Comunità Neocatecumenale di Torino Messa davanti alla Sindone

Mercoledì 17 alle 21.30 in Cattedrale la comunità del Cammino neocatecumenale di Torino si riunisce per la Messa. Presiede mons. Pier Giorgio Debernardi, vescovo di Pinerolo, concelebrano 10 religiosi.

Maxischermi in centro per seguire Papa Francesco

Lungo il percorso del Papa, in piazza San Giovanni, piazzetta Reale, piazza Castello, via Roma, piazza San Carlo, via Po, piazza Vittorio saranno installati maxischermi che permetteranno di accompagnare papa Francesco lungo il percorso verso la piazza. Gli schermi saranno collocati in piazza Vittorio, lungo via Po, in piazza castello e in piazza San Carlo, così da seguire la celebrazione. Sarà possibile anche ricevere la Comunione lungo questo percorso. Si ricorda, inoltre, che la Messa del 21 giugno è trasmessa in diretta su RaiUno. E, ancora, si potrà salutare il Papa lungo il tragitto delle vie e piazze di Torino dove passa per recarsi nei posti stabiliti dal programma.

Collegamenti pubblici

Domenica 21 giugno i mezzi pubblici consentiranno di raggiungere agevolmente il perimetro del quadrilatero chiuso al traffico (corso Vittorio Emanuele II, corso Galileo Ferraris – corso Siccardi – via della Consolata, corso Regina Margherita, corso Casale – corso Moncalieri). Lunedì 22 giugno dalle 8.30 alle 11 sarà interrotta la viabilità nel tratto di corso Vittorio Emanuele II tra le vie Nizza e Madama Cristina per la visita del Pontefice al Tempio Valdese.

Servizi per i fedeli

 In tutto il quadrilatero interessato dalla visita di papa Francesco saranno approntati punti di pronto soccorso medico, collocati servizi igienici, messi a disposizione 4 distributori di acqua in piazza Vittorio Veneto e due rispettivamente nelle piazze Castello e San Carlo.

Dedicato a Papa Francesco un mini-sito nel sito www.sindone.org

 Costanti aggiornamenti sullo svolgimento della visita di papa Francesco si avranno per tutta la due giorni torinese del Pontefice sul sito www.sindone.org. All’interno del sito è infatti già on-line un mini-sito, con informazioni utili per il pubblico e per i giornalisti. Con il programma dettagliato della visita si vedono approfondimenti su tutte le singole tappe del Santo Padre a Torino, notizie di carattere tecnico e il video messaggio di papa Francesco.

«La Sindone. Una storia nella storia»: presentazione del libro di Zaccone

«La Sindone. Una storia nella storia», il più recente libro scritto, per i tipi di Effatà, dal direttore scientifico del Museo della Sindone Gian Maria Zaccone è al centro di un incontro in programma mercoledì, alle 18, presso il Circolo dei Lettori (via Bogino 9). All’appuntamento, organizzato in collaborazione con gli Amici di Torino Spiritualità, intervengono Marco Bonatti, direttore della Comunicazione dell’Ostensione della Sindonee; mons. Giuseppe Ghiberti, presidente onorario della Commissione diocesana per la Sindone; e Andrea Tornielli, vaticanista de «La Stampa». Nel volume si presentano testimonianze documentali sul valore e il significato religioso del Telo lungo i secoli.

Eventi Culturali

 – «Musica e cultura al Santo Volto», rassegna musicale proposta dall’Arcidiocesi torinese con l’Associazione Subalpina Cultura & Volontariato. I concerti si tengono nella chiesa di via Borgaro. Prossimo appuntamento mercoledì 17 giugno alle 21 con lo spettacolo «Il volto dei bambini il volto di Dio» a opera del Coro voci bianche Artemusica e del Quintetto Architorti.Programma su www.congressisantovolto.com.

 -«Precious Light», mostra d’arte contemporanea, ispirata ai testi biblici e della Passione, con opere pittoriche e scultoree di David Mach (artista scozzese di nascita e londinese di adozione, considerato tra i più importanti dell’arte contemporanea) presso la Promotrice delle Belle Arti di Torino, via Balsamo Crivelli 11. Fino al 30 giugno, tutti i giorni dalle 10,30 alle 19.

 -«Luoghi di Ostensione nei secoli» è una mostra di stampe, incisioni e fotografie sulla Sindone provenienti dalla collezione della Fondazione Umberto e Maria Josè di Savoia. Aperta al pubblico nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Reale per tutto il periodo dell’Ostensione.

– «Il coraggio di vivere» è il titolo della mostra fotografica allestita al Rettorato dell’Università di Torino, via Po 17, nella Sala Principe d’Acaia. La mostra è organizzata dalla Fondazione Istituto di ricerca per la comunicazione della disabilità e del disagio (Ircdd) e dall’Università di Torino, con il patrocinio del Comitato per l’Ostensione, della Regione Piemonte, del Comune e della Fondazione Cultura di Torino ed è aperta fino al 24 giugno.

(fonte: http://www.sindone.org/)
(Per ulteriori informazioni e approfondimenti cliccare sullo speciale Ostensione 2015”)