Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
facebooktwitterrssyoutubemail

SCHEDA UP 55

5 parrocchie per 48.130 abitanti
facebooktwittergoogle_pluspinterestmail
L’Unità Pastorale 55 (già 43) è collocata sul territorio del comune di Nichelino, nel Distretto Pastorale di Torino Sud-Est.

 
Raggiunge una popolazione di 48.130. Dal 2006, data della visita Pastorale del card. Poletto e riferimento per il confronto dei dati, gli abitanti dell’Up sono aumentati di 4.051 unità.
 
È rimasto identico il numero delle parrocchie – 5 in tutto – e precisamente: Madonna della Fiducia e san Damiano (ab. 9.200, + 2.000 circa da 2006), Maria Regina Mundi (10.600 circa 1.400 in meno), S. Edoardo Re (6.000 ab.), SS. Trinità (22.200 ab. + 3.637) e la Visitazione di Maria Vergine – la più piccola in termini abitativi – di 130 abitanti, 86 in meno del 2006. Le principali 4 parrocchie hanno tutte il parroco residente. Tre (Madonna della Fiducia e S. Damiano, Maria Regina Mundi e SS. Trinità) godono anche o del vicario parrocchiale o di un sacerdote che collabora con il parroco. Solo la Visitazione di Maria Vergine continua ad avere un amministratore parrocchiale. Continuano dunque ad essere 8, in tutto, i sacerdoti – coadiuvati da 3 diaconi permanenti (1 in più del 2006) – impegnati nella pastorale dell’Unità.
 
L’età media del clero è abbassata dal 56 del 2006 ad un po’ più di 51 oggi. Sul territorio della parrocchia SS. Trinità hanno cessato la loro opera i Giuseppini del Murialdo, impegnati nella scuola – e le Povere Figlie di S. Gaetano (scuola materna). Sono tutt’ora presenti le Suore Missionarie di S. Pietro Claver che sono al servizio della parrocchia della SS. Trinità.
 
L’anagrafe parrocchiale registra 365 Battesimi (meno 88 dal 2006) 380 Prime Comunioni (+ 129 sempre in relazione con i dati del 2006), 324 Cresime (+ 18), 82 matrimoni (37 in meno del 2006) e 480 decessi a fronte dei 340 del 2006. Sono dunque diminuiti le nascite, i matrimoni e sono aumentate le prime comunioni, le cresime e i decessi (con proporzioni di aumento diverse, ovviamente).
Diversamente dai dati del 2006 dai quali risultava che questa Unità Pastorale era una delle poche in cui il numero dei Battesimi era di molto superiore ai decessi, ora si compie l’inversione di tendenza e anche questa si allinea con la tendenza all’invecchiamento della popolazione.
 
Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 20 ottobre 2013