La parrocchia di Tonj è probabilmente una delle più grandi e più povere parrocchie del Sud Sudan: ha circa cento cappellanie o villaggi con una cappella normalmente fatta di fango e il tetto di paglia, dove si radunano i cristiani. A circa 20 Km da Tonj c’è il lebbrosario, lontano dalle abitazioni, vivono circa 60-70 lebbrosi; se i membri della famiglia sono infetti vivono assieme altrimenti vivono in altri villaggi.

I lebbrosi vivono in poverissime capanne e fatte di fango con il tetto di paglia, e chi può ancora camminare o usare le mani, anche se ridotti a moncherini, coltivano un po’ di terra. A Tonj abbiamo un dispensario e l’infermiere periodicamente li visita. Il parroco Fr. John Peter dice che le cose più urgenti per la sopravvivenza di questi lebbrosi sono il cibo e i medicinali.

 

Giacomo Comino (sdb)
condividi su