Riparte la speranza con il torneo «Sport della speranza e dei valori» (SportSVal)

Venerdì 11 febbraio 2022 alle 20.30 alla parrocchia Immacolata Lingotto a Torino

Come in tutti gli altri aspetti della nostra esistenza, anche nel campo dello sport la pandemia di covid-19 ha avuto effetti pesanti, dapprima con la sospensione in blocco di tutte le attività nel periodo del lockdown, quindi con una ripresa altalenante caratterizzata da aperture, chiusure, distanziamenti e protocolli in continua evoluzione e di non sempre facile attuazione. Tutto ciò ha portato scoraggiamento e stanchezza negli operatori e negli atleti, a volte portando alla chiusura di alcune società sportive ed all’abbandono delle attività da parte di giovani e ragazzi caduti in depressione o disaffezionatisi alla pratica fisica. Attualmente l’impossibilità per i non vaccinati di accedere a partite ed allenamenti ha determinato ulteriori abbandoni e un generale clima di tensione.

L’ufficio per la Pastorale dello sport intende ora dare un contributo, in questa situazione, ripartendo con l’evento «Sport della speranza e dei valori» (SportSVal). Venerdì 11 febbraio alle 20.30 presso la parrocchia Immacolata Lingotto in via Passo Buole 74 a Torino, con obbligo di green pass, vi sarà l’incontro di presentazione per i rappresentanti delle associazioni sportive, oratori e parrocchie interessate.

SportSVal è un torneo di calcio a 5 ispirato ai principi di spiritualità, ludicità e convivialità; infatti ogni gara inizia con la preghiera insieme dei presenti, prosegue con la disputa della partita e termina con un momento di incontro amicale. L’evento sarà gestito secondo i vigenti protocolli sportivi anticovid nella speranza che la situazione epidemica vada normalizzandosi.

Si tratta di un piccolo ma prezioso contributo per ridare speranza a ragazzi e giovani. È la stessa speranza cha abbiamo assaporato nella gioia natalizia per la nascita di Gesù, Dio fra noi e che l’Ufficio sport ha voluto esprimere mandando a tutte le nostre società sportive gli auguri di Natale con la foto del presepe di villaggio, inviataci da padre Almir, missionario brasiliano del Pime in Bangladesh ed ideatore dello «Sport ecumenico».

Sperando che in ognuna delle sedi delle nostre società sia stato allestito un presepe nel periodo natalizio, siamo certi che lo spirito del Natale, appena trascorso, ci aiuterà a vivere il torneo SportSVal con quei sani valori di pace ed amicizia che dovrebbero caratterizzare ogni esperienza sportiva.

don Fabrizio FASSINO direttore Ufficio Pastorale Sport (da «La Voce E il Tempo» del 6 febbraio 2022

condividi su