Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Pastorale della
Terza Età

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
4 Febbraio 2022

Germania, presentata la Settimana ecumenica per la vita

Vaticannews
Facebooktwitterpinterestmail

In programma dal 30 aprile al 7 maggio prossimi secondo il tema “Vivere con la demenza”, sarà occasione – spiegano gli organizzatori – per riflettere sulla dignità della vita che in ogni sua fase vale la pena di essere vissuta

Roberta Barbi – Città del Vaticano

Un numero sempre maggiore di anziani è colpito da una qualche forma di demenza: per questo la Chiesa cattolica e quella evangelica in Germania hanno deciso di dedicare al tema di queste malattie degenerative e a tutto ciò che esse comportano, l’edizione 2022 della Settimana ecumenica per la Vita, che si svolgerà dal 30 aprile al 7 maggio prossimi. L’apertura ufficiale sarà sabato 30 aprile alle 10.30 nella chiesa di San Nicola a Lipsia con una celebrazione ecumenica.

Dio ama l’essere umano in ogni momento

“Dimenticare le cose, perdere l’orientamento, non riconoscere più le persone familiari e se stessi: tali esperienze sono diventate una parte permanente e normale della vita quotidiana per alcune persone nel nostro Paese”. Così il presidente della Conferenza episcopale tedesca, monsignor Georg Bätzing, e la presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania, Praeses Annette Kurschus, hanno spiegato le motivazioni della loro scelta. Chi soffre di demenza o accompagna le persone colpite nella propria cerchia familiare, infatti, sperimenta quotidianamente l’indisponibilità e la vulnerabilità della vita.

La consapevolezza della fine della vita

Una delle questioni centrali è certamente il raggiungimento della consapevolezza dell’evidenza che il controllo sulla propria vita ha limiti naturali: “Può essere allora confortante sapere che la dignità dell’essere umano ha un fondamento più profondo e non può essere persa – aggiungono – secondo la comprensione cristiana, Dio ha creato l’uomo a Sua immagine e lo conferma in ogni momento della sua vita. Garantisce la sua dignità indipendentemente dalla sua salute o da qualsiasi altra caratteristica”. Il vescovo Bätzing e la presidente Kurschus affermano anche che “le persone con demenza hanno un posto in mezzo a noi! Come chiese, vogliamo assicurarci che le persone con demenza e i loro parenti trovino offerte adeguate tra di noi: nella cura pastorale, attraverso servizi ed eventi della Chiesa sensibili a questo tema, e attraverso un’educazione completa”.

La strategia del governo sulla demenza senile

Nella “Strategia nazionale sulla demenza” del governo federale, lanciata nel 2020, un gran numero di attori si è impegnato al fine di consentire alle persone affette da demenza di partecipare maggiormente alla vita sociale, nel migliorare l’assistenza medica, infermieristica e pastorale, nel fornire maggiore sostegno ai familiari e, infine, nel promuovere la ricerca. Le due maggiori Chiese cristiane in Germania si sono coinvolte volentieri in questa iniziativa e in preparazione alla Settimana per la Vita, hanno preparato un opuscolo per far conoscere la malattia da diverse prospettive professionali: nei contributi presenti, i caregiver e gli operatori pastorali parlano delle loro esperienze e dei loro rapporti con le persone afflitte da demenza. Vengono anche presentati progetti pratici e la letteratura esistente sull’argomento.

La Settimana per la Vita, occasione per riflettere dal 1994

In Germania la Settimana per la Vita nel 2022 si ripete per la 27.ma volta. Dal 1994, infatti, è l’iniziativa ecumenica delle Chiese cattolica e protestante in Germania che si pone l’obiettivo di riconoscere il valore e la necessità della protezione della vita umana in tutte le sue fasi. La campagna di sensibilizzazione, che inizia sempre due settimane dopo il Sabato Santo e dura una settimana, ogni anno è un invito per le persone che vivono nella Chiesa e nella società, a riflettere sulla dignità della vita umana.

https://www.vaticannews.va/it/