Charles de Foucauld, fratello universale

Voce e Tempo - Domenica 27 novembre 2022 - Auditorium del Santo Volto - 3 dicembre 2022

 

La magia del teatro può capitare che faccia anche dei miracoli. Succede ancora, questa volta, la sera del 3 dicembre, alle 20.45, quando all’Auditorium del Santo Volto (via Val della Torre 2) viene presentato lo spettacolo «Charles de Foucauld, fratello universale» di Francesco Agnello, che cura la drammaturgia, firma la regia e suona in scena l’hang, con l’interpretazione di Sergio Beercock. L’appuntamento è promosso dalla Famiglia foucauldiana di Torino, la Commissione diocesana per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, l’Ufficio pastorale migranti, la Pastorale della Cultura e l’Azione Cattolica di Torino in occasione della memoria liturgica (il 1° dicembre) di Charles de Foucauld, canonizzato da Papa Francesco lo scorso 15 maggio.

La forza e la bellezza del teatro, pochi elementi in scena, un leggio, una sedia su cui si accomoda Agnello per fare scendere da affettuose lontananze la magica musica dell’hang (strumento a percussione ma dalla spiccata capacità e vocazione melodica). Qualche tappeto in terra e l’ottima presenza scenica di Beercock, la sua abilità nel calarsi, nell’interpretare e nell’«essere» Charles e farci rivivere la vita di questo amato santo francese. Le sabbie del tempo e del deserto, i canti del rabbino, le melodie arabe…

La Voce e il Tempo

condividi su