Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Pastorale del Turismo
e Tempo Libero

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
24 Novembre 2021

Sardegna: 9 cammini per il 2022 attorno al lago Omodeo

Chiesa Cattolica Italiana - Turismo
Facebooktwitterpinterestmail

Around the lake, alla scoperta delle chiese campestri e dei siti archeologici

Dopo i 9 cammini estivi di Lodi alle Torri, lungo i 50 km di coste nel Sinis, da Tharros sino a Torre del Pozzo, l’Ufficio per la Pastorale del Turismo, Tempo Libero e Sport dell’Arcidiocesi di Oristano, a partire dalla primavera del 2022, proporrà un nuovo ciclo di cammini denominato “Around the Lake“. Dove per lago s’intende l’Omodeo, un bacino artificiale inaugurato nel 1924 e, successivamente, ampliato nel 1997.

Il lago, è ubicato nel territorio del Barigadu e lambisce i territori di 11 paesi: Aidomaggiore, Ardauli, Bidonì, Busachi, Ghilarza, Nughedu Santa Vittoria, Sedilo, Soddì, Tadasuni, Ula Tirso. La sua lunghezza è di 22 km e la superficie supera i 29 km quadrati. Per la rilevante importanza paesaggistica e ambientale, il bacino rientra tra i siti d’interesse comunitario.

Tutto intorno allo specchio d’acqua, lo scenario regala paesaggi unici, disegnati dalla natura e modellati nei millenni dalla mano dell’uomo. Ad ogni passo l’identità, la creatività e la fierezza delle genti di Sardegna si riscontra di continuo nelle tracce lasciate lungo la storia nei diversi siti archeologici (Domus de Janas, Nuraghi e insediamenti romani) e antichità e bellezza del ricco e variegato patrimonio di chiese campestri disseminate in lungo e in largo e che quasi si specchiano nelle acque del lago.

E, proprio seguendo il filone delle chiese campestri, alcune risalenti al XII-XIII secolo, che con l’iniziativa “Around the Lake”, s’intende proporre ai pellegrini altri 9 cammini, lungo gli antichi sentieri dei novenanti, che raggiungevano, intonando preghiere e canti, le chiese dedicate ai santi o alla Beata Vergine durante i nove giorni della festa. Con i pellegrini di oggi lungo il cammino sono previste diverse soste per la preghiera, per ammirare il paesaggio, ascoltare i racconti legati ai luoghi e per riflettere come, ci ricorda Francesco, “la cura per la natura è parte di uno stile di vita che implica capacità di vivere insieme e di comunione“.

Diversi dei percorsi previsti saranno ad anello. La lunghezza in media sarà di 8 km e la durata varierà dalle 3 alle 4 ore. Il primo di questi cammini è già stato testato da lo scorso 18 ottobre. Una dozzina di pellegrini sono convenuti nell’incantevole borgo autentico di Sorradile di 400 anime. Dopo la preghiera del pellegrino presso la parrocchia San Sebastiano, si è percorso un cammino ad anello di 6 km alla scoperta di ben 3 chiese campestri e di una necropoli: Santa Maria Turrana (impianto primitivo del sec. XIII), San Giovanni del Bosco (XIX sec.) e San Nicola (metà del XII secolo). Se la prima delle tre chiese affascina il pellegrino per la pace e il silenzio che vi si respira, la chiesa di San Giovanni del Bosco, invece, è un magnifico “mirador” dove scorgere ben 25 paesi all’intorno e ammirare una vista da cartolina del lago mentre tutto all’intorno si staglia uno scenario mozzafiato, che spazia dalla penisola del Sinis sino alla punta del Monte Gonare, con in mezzo la piana di Macomer, la catena della Planargia e la piana di Ottana.

Prima di giungere alla chiesa di San Nicola, a metà strada, ci si ferma a visitare le 27 domus de janas della necropoli de Su Prunittu. Il sito risale al Neolitico finale – Eneolitico (3500-2900 a.C.), con un probabile riutilizzo in epoca bizantina. Una sorpresa che non ci si aspetta e che lascia semplicemente a bocca aperta mentre si fà rientro alla parrocchiale. Around the Lake è molto di più!

Che dire, infatti, del cammino sino al santuario dell’Imperatore San Costantino Magno dove si corre a luglio l’Ardia a cavallo dinanzi a decine di migliaia di persone provenienti da tutta l’Isola?  Per non parlare dell’antico borgo di Zuri, che la costruzione del lago sommerse totalmente. Venne salvata solo l’antica e pregevole chiesa romanica del XIII secolo mentre il paese venne ricostruito ex novo.  E si potrebbe continuare con le chiese di San Basilio e Santa Maria Ossolo o con la foresta pietrificata di Zuri-Soddì o il tempio di Giove…

Ma lasciamo che sia la bellezza dell’attesa che sa farsi sorpresa a spingere ogni pellegrino a quella sana curiosità che lo porta a mettersi in cammino e a non fermarsi mai. Sì, la Sardegna non è solo mare e Around the Lake” ne è la conferma!

Per info: 331 7912610 – riomannu@gmail.com

Ignazio Serra, Incaricato regionale per la Pastorale del Turismo, Tempo Libero e Sport

www.turismo.chiesacattolica.it