Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro Studi e
Documentazione

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
7 Ottobre 2014

LETTERA APERTA DI 120 ULEMA CONTRO LE VIOLENZE DELL’ISIS ( Ottobre 2014)

Facebooktwitterpinterestmail
Lettera aperta di 120 Ulema
 
 

Al dottor Ibrahim Awwad Al-Badri, alias “Abu Bakr Al-Baghdadi”,
Ai combattenti e i seguaci dell’autoproclamato ‘Stato islamico’

La pace e la misericordia di Dio siano su di voi.
 
1 – E ‘vietato nell’Islam, emettere una fatwa senza tutti i requisiti di formazione necessari. Anche in questo caso la fatwa deve seguire la teoria del diritto islamico, come definito nei testi classici. È inoltre vietato citare una parte di un versetto del Corano, o parte di un versetto, per farne derivare una sentenza senza attenersi a tutto ciò che il Corano e Hadith insegnano in relazione a tale questione. In altre parole, ci sono severi requisiti soggettivi e oggettivi per la fatwa, e non si può scegliere solo ciò che piace dei versetti del Corano per argomentazioni giuridiche senza considerare l’intero Corano e Hadith.

2 – E ‘vietato nell’Islam emettere sentenze legali su qualsiasi cosa, senza la padronanza della lingua araba.

3 – E ‘vietato nell’Islam semplificare eccessivamente le questioni della Shari’ah e ignorare le fondate scienze islamiche. 

4 – È consentito nell’Islam [per gli studiosi] differire su qualsiasi questione, ad eccezione di quelle cose che sono i fondamenti della religione che tutti i musulmani devono conoscere.

5 – E ‘vietato nell’Islam ignorare la realtà dei tempi moderni, quando ne derivano sentenze giurisdizionali.

6 – E ‘vietato nell’Islam uccidere gli innocenti.

7 – E ‘vietato nell’Islam uccidere emissari, ambasciatori e diplomatici; quindi è vietato uccidere giornalisti e operatori umanitari.

8 – Jihad nell’Islam è guerra difensiva. Non è ammissibile senza giusta causa, il giusto scopo e senza le giuste regole di comportamento.

9 – E ‘vietato nell’Islam dichiarare la gente come non musulmano a meno che lui (o lei) non dichiari apertamente di non credere.

10 – E ‘vietato nell’Islam di danneggiare o maltrattare, in qualche modo, i cristiani o qualsiasi ‘ Gente della Scrittura ‘.

11- E ‘obbligatorio prendere in considerazione gli Yazidi come gente della Scrittura.

12 –  La reintroduzione della schiavitù è proibita nell’Islam. E ‘stata abolita per consenso universale.

13 – E ‘vietato nell’Islam costringere le persone a convertirsi.

14 – E ‘vietato nell’Islam negare alle donne i loro diritti.

15 – E ‘vietato nell’Islam negare ai bambini i loro diritti.

16 – E ‘vietato nell’Islam emanare pene legali (hudud) senza seguire le corrette procedure che assicurano la giustizia e la misericordia.

17- E ‘vietato nell’Islam torturare le persone.

18 – E ‘vietato nell’Islam sfigurare i morti.

19 – E ‘vietato nell’Islam attribuire atti malvagi a Dio.

20 – E ‘vietato nell’Islam distruggere le tombe e santuari di Profeti e Compagni.

21- L’insurrezione armata è proibita nell’Islam per qualsiasi ragione nei confronti dei non credenti (della fede islamica) ed è proibito non permettere alle persone di pregare.

22 – E ‘vietato nell’Islam dichiarare un califfato, senza il consenso di tutti i musulmani.

23 – La fedeltà alla propria nazione è consentita nell’Islam.

24 – Dopo la morte del Profeta, l’Islam non obbliga nessuno ad emigrare ovunque.