Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Cancelleria

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
9 Maggio 2022

Parroci e amministratori parrocchiali: delega a conferire il sacramento della Confermazione

Decreto arcivescovile dell’8 maggio 2022. Disposizione valida fino al 30 settembre 2022
Facebooktwitterpinterestmail

Qui di seguito e in allegato il Decreto di S.E.R. Mons. Roberto Repole dell’8 maggio 2022 riguardo alla facoltà di conferire il sacramento della Confermazione.

«FACOLTÀ DI CONFERIRE

IL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE

AVENDO provveduto per l’Arcidiocesi, dal territorio assai vasto e densamente popolato, il servizio di sacerdoti che collaborino con l’Arcivescovo nel conferimento del sacramento della Confermazione;

VALUTATE le circostanze straordinarie che si sono determinate prima con la sede vacante e ora con l’inizio del mio ministero di Arcivescovo;

CONSIDERATO che i sacerdoti delegati non potrebbero coprire tutte le richieste che le parrocchie stanno programmando nel rispetto dei protocolli sanitari;

VISTO il can. 884 § 1 del Codice di Diritto Canonico;

CON IL PRESENTE DECRETO

C O N C E D O

LA FACOLTÀ – NON SUDDELEGABILE – DI CONFERIRE

IL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE

NEL periodo dall’8 maggio al 30 settembre 2022

 

NEL PROPRIO TERRITORIO PARROCCHIALE

AI PARROCI e agli amministratori parrocchiali

di tutte le PARROCCHIE dell’arcidiocesi di Torino.

Di essa si dovrà usufruire con le attenzioni seguenti:

  1. il Parroco o l’Amministratore parrocchiale potrà conferire il sacramento della Confermazione personalmente, per il solo periodo indicato e senza possibilità di delega ad altri;
  2. i candidati sono unicamente coloro che hanno seguito l’itinerario catechistico proposto dalla parrocchia, o i percorsi di formazione per adulti, anche se non dimoranti in quel territorio parrocchiale; ad essi non potranno essere aggregate altre persone.

I Parroci e gli Amministratori parrocchiali, che lo desiderano, potranno richiedere che la Confermazione sia amministrata da uno dei Vescovi presenti sul territorio dell’Arcidiocesi o da uno dei presbiteri a cui è già concessa in modo abituale o “ad actum” la facoltà, concordando le date delle celebrazioni con l’incaricato diocesano, diac. Valter Casse, che provvederà come di consueto per l’individuazione e l’invio del ministro del Sacramento.

I Parroci e gli Amministratori parrocchiali che si saranno avvalsi della delega stabilita dal presente decreto dovranno, al termine del periodo indicato, inviare all’incaricato diocesano una breve relazione in cui siano indicati i giorni in cui si sono svolte le celebrazioni delle Confermazioni e il numero dei cresimati.

Al di fuori del periodo indicato, rimane la regola che ogni celebrazione del sacramento della Confermazione deve essere concordata con l’incaricato diocesano, che provvederà come di consueto per l’individuazione e l’invio del ministro del Sacramento.

Dato in Torino, il giorno otto del mese di maggio dell’anno del Signore duemilaventidue, con decorrenza immediata.

S.E.R. Mons. Roberto Repole

Arcivescovo Metropolita di Torino

can. Alessandro Giraudo

cancelliere arcivescovile»