Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Ufficio
Amministrativo

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Management Pastorale: anche a Torino la proposta della Scuola internazionale della Pontificia Università Lateranense

Termine per la presentazione delle domande il 30 novembre 2016
Facebooktwitterredditpinterestlinkedin

Ormai giunta alla III edizione a Roma e dopo l’apertura dell’edizione del Mediterraneo, la Pontificia Università Lateranense propone anche l’edizione del Nord Italia, Francia e Svizzera, che avrà sede a Torino ed è organizzata con le diocesi di Torino e Novara.

Parrocchie, diocesi, enti e tutte le organizzazioni no profit e profit che si muovono all’interno del panorama ecclesiale devono oggi affrontare un contesto economico e socio-culturale profondamente diverso dal passato e in continuo cambiamento, all’interno del quale risulta sempre più difficile muoversi attraverso azioni e progetti pastorali adeguati e sufficientemente efficaci.

Per fronteggiare in modo non solo efficace ma con sapienza pastorale questa realtà complessa e mutevole, nasce la disciplina del Management Pastorale, che intende analizzare e sperimentare come gestire tutti quei processi e aspetti organizzativi riguardanti le persone e le risorse materiali e finanziarie in chiave missionaria, coniugando competenza, professionalità, il Vangelo e il Magistero ecclesiale.

 

Il Management Pastorale consiste nel valorizzare le scienze sociali e le loro competenze/strategie declinate con i valori, la cultura, lo stile, i linguaggi e l’attenzione propri di chi mette sempre al centro la dignità della persona e il bene comune.

 

Nuovi approcci, metodologie e tecniche gestionali, organizzative e non solo, per prevenire e risolvere vincoli e ostacoli legati a situazioni economiche profondamente mutevoli ma anche per saper innovare e creare nuove opportunità pastorali.

 

I VANTAGGI

Le comunità in cui operiamo da un lato sono sconvolte dall’incertezza economica che grava sulle prospettive di giovani, famiglie e imprese, richiedendo un incremento della quantità, qualità e complessità delle azioni pastorali; dall’altro, queste ultime devono anticipare e fronteggiare situazioni che certo non ne facilitano l’efficienza e l’efficacia, come ad esempio:

– risorse finanziarie sempre più scarse e difficili da reperire

– l’unione di più parrocchie con la diminuzione delle vocazioni

– attività istituzionali sempre più difficili da gestire mantenendo elevati standard di servizio

– attività di mercato sottoposte a sempre maggiori pressioni competitive da parte di soggetti pubblici e privati

– moltiplicazione degli strumenti di comunicazione e dei loro utilizzatori

– gestione impegnativa di dipendenti laici qualificati e autentica appartenenza ecclesiale

– la valorizzazione di risorse presenti nel territorio e trasformarle da costi ad opportunità di ricavo per finanziare iniziative pastorali.

 

I DESTINATARI

La scuola è destinata alle figure chiave delle:

        parrocchie

        diocesi

        laici impegnati nel sociale

        congregazioni religiose

        organizzazioni profit e no profit

        liberi professionisti e dirigenti

A tutti coloro che si muovono all’interno del perimetro del mondo ecclesiale italiano ed internazionale per preparare e accompagnare loro a svolgere con competenza, consapevolezza e professionalità il proprio ruolo.

Sono religiosi e laici impegnati, che vogliono portare le proprie capacità organizzative nella realtà in cui operano, progettando con competenza e professionalità, coerenti con la Missione della Chiesa e consapevoli delle sfide dell’oggi.

 

LE AREE DI STUDIO

 

1. PROGETTARE I BISOGNI PASTORALI DELLA COMUNITÀ

Analisi, diagnosi, progettazione per avviare e gestire un’impresa pastorale

 

Modelli e percorsi di teologia ed agire pastorale più significativi a livello nazionale ed internazionale.

Strategie e tecniche di analisi dei destinatari: comprendere valori bisogni aspettative di una comunità.

Elementi di analisi di fattibilità di un servizio pastorale. Analisi costi benefici, rischi e opportunità per un servizio di valore.

Fondamenti di Etica di impresa: gestire servizi con trasparenza e per il bene comune.

La Regula Benedicti come manuale d’impresa – Applicazioni concrete.

Pianificare ed organizzare progetti ed attività: strategie, strumenti, casi.

 

2. GESTIRE LE RISORSE ECONOMICHE

Saper fare di più con minori risorse

 

Il business plan e la gestione delle risorse economiche: analisi costi fissi, variabili, generali, operativi e identificazione risorse finanziarie necessarie (1 – 2)

Economia e gestione dei beni ecclesiastici: aspetti giuridici, amministrativi e fiscali (1 – 2)

 

3. CREAZIONE E MANAGEMENT DEL NON PROFIT E DELL’IMPRESA SOCIALE

Prospettive d’imprenditorialità pastorale

 

Il fundraising: il reperimento delle risorse economiche attraverso campagne raccolta fondi e la partecipazione a bandi locali, nazionali ed europei.

L’impresa come motore di inclusione sociale.

Creare un’impresa sociale: opportunità vincoli procedure modelli.

Individuare nuove opportunità: la valorizzazione del patrimonio artistico e ambientale e creazione di nuovi progetti e ricavi.

 

4. L’INNOVAZIONE NELLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E NEI PROCESSI ORGANIZZATIVI

La cura delle persone e della comunità per una Chiesa missionaria e creativa.

 

Progettare e gestire con cura le risorse umane: (ruoli, deleghe, modelli). Processi decisionali e discernimento spirituale.

Teamwork: gestire in chiave creativa dinamiche relazionali e conflittuali.

Burnout e gestione dello stress e dei conflitti.

Leadership funzionale e creativa: la cura e l’efficienza nella gestione delle riunioni e nella comunicazione in pubblico.

“Lead with humility”: modelli cristiani di leadership.

Problem Solving Creativo.

Strategie e tecniche per l’innovazione organizzativa: affrontare con creatività la crisi e trasformare i problemi in opportunità (Exit Strategy).

Time management: strategie per trovare più tempo per fare meglio le cose, organizzando le priorità e la gestione efficiente ed efficace della propria giornata e non solo.

 

5. COMUNICAZIONE STRATEGICA

Saper comunicare per coinvolgere, responsabilizzare per lavorare in rete e suscitare appartenenza e partecipazione.

 

Strategie di comunicazione e tecniche di sensibilizzazione dei fondamenti teologico-ecclesiali del sostentamento economico della Chiesa.

Strategie di collaborazione e comunicazione per lavorare in rete (Public Relations).

Elementi di comunicazione strategica: il Public speaking per coinvolgere, responsabilizzare, suscitare appartenenza.

Comunicazione digitale: le potenzialità del web e dei Social Network.

 

LA SEDE

Villa Lascaris è il Centro di Spiritualità e Cultura della Diocesi di Torino. Si svolgono attività diocesane, ritiri, corsi e convegni di gruppi, Istituti, Parrocchie e movimenti che ne facciano richiesta. La Fraternità San Massimo svolge all’interno il servizio di accoglienza.

Accanto a diverse sale e scorci di grande valore artistico e architettonico, la Villa si presenta come luogo polivalente adatto a qualsiasi tipo di ospitalità.

All’interno, oltre alle sale per gli incontri e le lezioni, ci sono anche molte camere, una grande sala da pranzo e alcune cappelle. All’esterno un grandissimo parco.

Per ulteriori info: http://www.villalascaris.it

 

AMMISSIONI E ISCRIZIONI

Il corso è a numero chiuso. Il numero minimo sufficiente per attivare il corso è di 20 iscritti, mentre il numero massimo dei partecipanti sarà di 50 iscritti, considerando l’alto livello di interazione e coinvolgimento in gruppo. Il numero dei formatori tutor sarà proporzionale al numero degli iscritti.

 

SCADENZA ISCRIZIONI

Il termine ultimo per la presentazione della domanda di iscrizione e del curriculum: 30 novembre 2016.

Il termine ultimo per le iscrizioni e la trasmissione di tutti i documenti: 5 dicembre 2016.

 

REQUISITI DI AMMISSIONE

I partecipanti dovranno essere in possesso di un Diploma di Scuola Secondaria di Secondo grado. Potranno partecipare inoltre i candidati che, pur non avendo tale requisito, produrranno una lettera di presentazione di una istituzione ecclesiastica che evidenzi i motivi della richiesta.

Avranno titolo preferenziale di ammissione tutte le lauree quadriennali del vecchio ordinamento e le lauree triennali del nuovo.

 

MODALITÀ DI AMMISSIONE

L’accesso alla Scuola Internazionale di Management Pastorale – Edizione del Nord Italia, Francia e Svizzera – è subordinato al superamento di un colloquio motivazionale e attitudinale. Per questo motivo i candidati che desiderano iscriversi al Corso di Alta Formazione dovranno inviare la domanda di iscrizione e il proprio curriculum all’indirizzo email della Segreteria della Scuola: management.pastorale@diocesi.torino.it entro e non oltre il 30 novembre 2016.

Tutti i candidati saranno poi contattati per un test orientativo ed un colloquio di selezione in cui verranno valutate le motivazioni, l’attitudine e l’interesse al corso.

A seguito della valutazione dei titoli e dell’esito del colloquio, verrà stilata una graduatoria dalla quale si attingerà per la copertura dei posti previsti.

I candidati ammessi dovranno poi consegnare la restante documentazione per poter completare l’iscrizione alla Scuola entro e non oltre il 5 dicembre 2016.

In caso di problemi di frequenza emersi durante il colloquio iniziale verrà studiato un piano didattico personalizzato.

 

DOCUMENTI

I candidati dovranno trasmettere, in formato cartaceo o digitale, questi documenti:

Entro il 30 novembre 2016:

1             Domanda di iscrizione compilata a mano e firmata in originale (in allegato)

2             Curriculum vitae

 

Entro il 5 dicembre 2016, se presenti in graduatoria:

3             Fotocopia di carta d’identità o altro documento in corso di validità

4             4. Tre fototessere

5             Fotocopia autenticata del Diploma e di altri titoli di studio (laurea), se presenti

6             Altri documenti valutabili ai fini dell’ammissione (presentazione dell’Autorità ecclesiastica competente, lettere che comprovino benemerenza ecclesiale, attestazioni professionali legate agli ambiti di studio del corso, etc.)

7. Autocertificazione comprovante che il candidato dichiara di aver letto ed approvato l’informativa relativa al corso e di essere in possesso di tutti i requisiti ivi previsti.

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Tre modalità

A.           PARTECIPAZIONE COMPLETA

Per coloro che desiderano frequentare tutti i moduli formativi proposti, fornendo così una preparazione completa sull’insieme delle competenze, conoscenze e stili di direzione e gestione;

B.           LE SINGOLE AREE DI STUDIO

Per coloro che desiderano frequentare solo una od alcune delle 5 aree di studio considerate di particolare rilevanza.

C.           UDITORI

Per coloro che desiderano frequentare solo una o alcune lezioni delle 5 aree di studio: non potranno superare il tetto massimo di 4 ore per ognuna delle aree.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

A. La quota di partecipazione per l’intero Corso di management è di € 2.900 così rateizzabili:

•             500 € alla conferma dell’ammissione

•             2000 € (divisibili in 10 rate: per il 2016 entro fine dicembre; per il 2017 entro fine gennaio, fine febbraio, fine marzo, fine aprile, fine maggio, fine giugno, fine luglio, fine agosto, fine settembre)

•             400 € prima dell’esame finale

La quota di partecipazione include la docenza, il tutoring, la documentazione didattica, l’uso delle attrezzature della Scuola e l’accompagnamento formativo a distanza anche attraverso l’aula online. Non include l’eventuale partecipazione facoltativa alla Summer School presso la Villanova University (Usa).

 

B. Per chi desidera frequentare i lavori di solo una o più aree di studio, le quote per percorso di focalizzazione sono:

– 550 € per il percorso Progettare i bisogni pastorali della comunità (2 moduli)

– 750 € per il percorso Gestire le risorse economiche (3 moduli)

– 750 € per il percorso Creazione e management del non profit e dell’impresa sociale (3 moduli)

– 900 € per il percorso L’innovazione nella gestione delle risorse umane e nei processi organizzativi (4 moduli)

– 550 € per il percorso Comunicazione strategica e marketing (2 moduli)

da effettuarsi in due rate: una del 50% della quota totale al momento dell’accettazione dell’iscrizione e la quota restante entro l’inizio al percorso prescelto.

La quota di partecipazione include la docenza, il tutoring, la documentazione didattica, l’uso delle attrezzature della Scuola e l’accompagnamento formativo a distanza anche attraverso l’aula online. Non comprende la partecipazione facoltativa alla Summer School presso la Villanova University (Usa).

DATI PER EFFETTUARE IL PAGAMENTO

Beneficiario: CREATIV CISE

Codice IBAN: IT53N0809512803000100155361

Causale: Nome, Cognome – pagamento quota (indicare se unica soluzione oppure numero della rata in pagamento) – Management Pastorale Ed. Nord Italia, Francia, Svizzera

 

C. Per chi desidera frequentare solo alcune lezioni in qualità di uditore:

Il primo incontro sarà gratuito mentre i successivi (della durata massima di 4 ore per ogni singola area di studio) avranno un costo di 50 € cadauno da pagarsi prima di ogni partecipazione dopo il primo incontro.

DATI PER EFFETTUARE IL PAGAMENTO

Beneficiario: CREATIV CISE

Codice IBAN: IT53N0809512803000100155361

Causale: Nome, Cognome – uditore – Management Pastorale Ed. Nord Italia, Francia, Svizzera

 

BORSE DI STUDIO

Gli studenti dell’Arcidiocesi di Torino potranno beneficiare di alcune borse di studio. L’assegnazione delle stesse sarà fatta secondo i criteri di una significativa rappresentanza dello studente all’interno della propria comunità e l’intenzione di creare un progetto pastorale innovativo che sviluppa le linee diocesane.

 

TITOLI RILASCIATI

DIPLOMA

Gli iscritti alla Scuola Internazionale di Management Pastorale – Edizione Nord Italia, Francia e Svizzera saranno a tutti gli effetti studenti della Pontificia Università Lateranense.

Tutti gli studenti che parteciperanno ad almeno il 75% degli incontri di ciascuna area di studio dell’intera Scuola Internazionale di Management Pastorale e che supereranno l’esame finale, riceveranno il “Diploma di Management Pastorale” rilasciato dalla PUL che certificherà le competenze acquisite. Al termine del percorso verranno riconosciuti 26 CFU.

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

L’attestato di partecipazione verrà rilasciato a coloro che parteciperanno solo ad una o più aree di studio e a coloro che parteciperanno all’intero percorso ma non sono in possesso di Diploma della Scuola Secondaria di Secondo Grado.

 

In allegato: il depliant della proposta formativa, il calendario delle lezioni e il modulo per la domanda di iscrizione.