Desiderio desideravi

Approfondimenti liturgici pubblicati su La Voce e Il Tempo

Nello scorso mese di giugno Papa Francesco ha inviato a tutto il popolo di Dio una lettera sulla liturgia, in particolare sul tema della formazione liturgica. La lettera si intitola «Desiderio desideravi» e fa riferimento nel titolo alle parole con cui Gesù introduce i discepoli nell’ultima cena, secondo il vangelo di Luca: «Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione» (Lc 22, 15).
Queste parole sono considerate come uno spiraglio attraverso cui cogliere in profondità il mistero della Pasqua del Signore e il mi- stero della liturgia che ne costituisce il memoriale. A partire da esse il Papa rilancia l’impegno e i compiti della formazione liturgica, per una Chiesa capace di custodire la bellezza e la verità del celebrare cristiano (n. 1).

Su questa lettera ci soffermeremo nel corso delle rubriche liturgiche di questa prima parte dell’anno pastorale.

Qui di seguito gli approfondimenti pubblicati su settimanale Diocesano La Voce e Il Tempo

 

Lettera «Desiderio desideravi»/1 – articolo di don Paolo Tomatis pubblicato il 23 ottobre 2022

Lettera: «Desiderio desideravi»/2 – articolo di Suor Sylvie André pubblicato il 6 novembre 2022

Lettera: «Desiderio desideravi»/3 – articolo di Suor Sylvie André  pubblicato il 13 novembre 2022

Lettera: «Desiderio desideravi»/4 – articolo di don Alexandru Rachiteanu pubblicato il 20 novembre 2022

Lettera: «Desiderio desideravi»/5 – articolo di Luciana Ruatta pubblicato il 27 novembre 2022

 

condividi su