Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Emergenza Corno d’Africa: l’Arcidiocesi di Torino aderisce e rilancia la colletta nazionale della Cei

Raccolta fondi domenica 18 settembre
Facebooktwitterpinterestmail
A detta di molti si tratta della peggiore carestia degli ultimi 60 anni, quella che da alcuni mesi continua ad affliggere Somalia, Kenya, Gibuti, Etiopia, Eritrea, e in misura significativa anche Uganda, Tanzania e Sud Sudan. Forti degli appelli del Santo Padre e dell’Onu ad una fattiva mobilitazione delle coscienze e delle risorse, la Conferenza Episcopale Italiana chiede ai credenti e alle persone di buona volontà di aderire ad una raccolta straordinaria di fondi a livello nazionale.
 
La Chiesa di Torino, attraverso la sua Caritas diocesana, si unisce a questo invito e lo rilancia alle comunità parrocchiali, ai gruppi di impegno, alle famiglie e alle persone attente. Chiede alle Parrocchie di intensificare la preghiera per le popolazioni colpite e di organizzare una raccolta fondi per domenica 18 settembre.
Quanto raccolto potrà essere affidato alla Caritas diocesana di Torino che, attraverso la rete internazionale di Caritas, provvederà a sostenere i vari progetti già messi in opera nelle ultime settimane.
 
Le zone più colpite della Somalia sono le regioni centro-meridionali del Paese, dove si concentra la maggior parte della produzione agricola e da dove fuggono le migliaia di persone che si riversano in Kenya e in Etiopia. La situazione in Kenya è particolarmente critica nel Nord e Nord-est, dove si registra un gran numero di morti e casi di conflitti e violenze per l’accaparramento delle poche risorse. È la zona dove vivono ed operano i sacerdoti fidei donum della Diocesi torinese. In Etiopia da aprile a luglio 2011 il numero delle persone colpite dalla carestia soprattutto nel Sud e nell’Est è aumentato da 3,2 a 4,5 milioni. In Eritrea la situazione è stata aggravata dalle scarse piogge degli scorsi mesi, soprattutto nella zona Ovest. In Uganda, Tanzania, Sud Sudan e a Gibuti si stanno conducendo azioni di emergenza.
 
I versamenti potranno essere fatti direttamente presso l’Ufficio di Caritas diocesana – via Val della Torre, 3 a Torino – da lunedì a venerdì nella mattinata. Oppure utilizzando il conto corrente postale 12132106 (intestato Caritas Diocesana Torino) o il conto corrente bancario IBAN IT 07 Q 01030 01017 0000000 16320, specificando nella causale «Carestia Corno d’Africa».
 
Aggiornamenti si trovano sul sito web www.caritas.torino.it.
Per informazioni ulteriori: caritas@diocesi.torino.it.