Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubemail

«Servire nella gioia… con Taizè»: incontri, preghiere e workshop in centro città

Sabato 21 aprile 2018 dalle 12 fino alla sera, per giovani e famiglie. Interventi dell'Arcivescovo
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Ogni anno la Comunità di Taizè chiama i giovani a compiere un “Pellegrinaggio di Fiducia sulla Terra”, un percorso che si compie nelle Chiese locali e si raccoglie per alcuni giorni, in occasione e della fine d’anno, in una città europea. In questo cammino, che guarda anche al Sinodo dei Vescovi sui giovani, una tappa significativa è stata il grande incontro di Torino, di sabato 21 aprile 2018 organizzato – in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale dei Giovani e dei Ragazzi – dai giovani che animano la preghiera cittadina di Taizé del primo venerdì del mese. Da oltre 30 anni infatti, a Torino, nella Chiesa di San Domenico, è viva e zampillante la sorgente della preghiera di Taizè.

Quella di sabato 21 è stata una giornata in cui i giovani e le famiglie hanno potuto partecipare a diversi incontri, preghiere e workshop nel centro della città, una proposta caratterizzata dalla presenza di alcuni fratelli di Taizé, che sono stati direttamente coinvolti nella realizzazione di questo incontro.

Il tema della giornata era «Servire nella Gioia»: il titolo prende spunto dalla lettera «Una gioia che non finisce mai» che fr. Alois, priore di Taizé, ha scritto in occasione dell’Incontro Europeo dei Giovani a Basilea nell’ultimo capodanno.

Dopo la preghiera di apertura delle ore 12 a San Domenico, alla presenza dell’Arcivescovo (testo del saluto di mons. Nosiglia disponibile nella sez. Documenti del sito), è seguito alle ore 14 l’incontro con i Frères per ragazzi, giovani e adulti: i giovani dai 16 ai 22 anni al Cottolengo, Via S. Pietro in Vincoli 9 – Cappella padiglione Frassati; i giovani adulti (23-35 anni) sempre al Cottolengo, Via S. Pietro in Vincoli 12 – Salone M.Nasi e gli adulti (oltre i 35 anni) nella Chiesa di San Francesco d’Assisi, Via S. Francesco d’Assisi 11. Per quanti l’hanno prenotata, dalle ore 19 è stata distribuita la cena presso il Chiostro della Facoltà teologica, Via XX Settembre 83 e, alle ore 21, in Cattedrale, la grande Preghiera ecumenica in Duomo con i frères di Taizé insieme con l’Arcivescovo Mons. Cesare Nosiglia, Padre Lucian Rosu, Parroco ortodosso romeno ed Eugenia Ferreri, Presidente Commissione evangelica per l’ecumenismo (testo del saluto di mons. Nosiglia disponibile nella sez. Documenti del sito).

La tappa torinese – verso quella del capodanno di Madrid 2019 – ha ripreso e rilanciato la fecondità dell’incontro di dieci anni fa, “Testimoniare la Speranza”, tenuto nel maggio 2008 qui a Torino, con il card. Severino Poletto. In quei giorni, con la partecipazione di fr. Alois e di alcuni altri fratelli, si erano vissuti giorni intensi fatti di preghiera, di approfondimento biblico e di visite a luoghi significativi della nostra città e della nostra Chiesa.

A dieci anni da quell’occasione, è stata nuovamente offerta una straordinaria possibilità di preghiera, riflessione e confronto ecclesiale, intergenerazionale ed ecumenico, attraverso la ricchezza spirituale della Comunità di Taizé. Come scrivono i giovani di Taizè di Torino nel loro messaggio di benvenuto, a questa grande esperienza di fede con la Comunità di Taizè «affidiamo nella preghiera la nostra città, la nostra Chiesa, le nostre comunità cristiane, che sono pronte ad accogliervi con calore e affetto, e che desideriamo farvi conoscere». Anche così l’«Amore lascia il segno»!

Don Luca Ramello

direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale dei giovani

ESPERIENZE SPIRITUALI, ARTISTICHE E SOLIDALI: i workshop nel centro città

  • BAROCCO SPIRITUALE – ritrovo Chiesa San Domenico, Via S.Domenico 0

L’associazione ignaziana “Pietre Vive” ci guida alla scoperta di alcune chiese del Centro di Torino, tra cui la chiesa del Corpus Domini e dei Santi Martiri, concludendo nella Real chiesa di San Lorenzo e ci accompagna alla lettura artistica e spirituale del barocco dell’opera di Guarino Guarini.

  • SILENZIO A SAN DOMENICO – Chiesa San Domenico, Via S.Domenico 0

Fra i luoghi di culto più antichi di Torino, insieme al santuario della Consolata, la suggestiva cornice della chiesa di San Domenico ospita tutti i primi venerdì del mese la preghiera cittadina nello stile di Taizé.

Per tutto il pomeriggio, fino alle ore 17:15, è aperta al silenzio e alla preghiera personale.

  • CLOWN IN CORSIA – Cottolengo, Via S. G. Cottolengo 12 (ingresso carraio)

Dal 1995, l’associazione Theodora è presente con i suoi Dottor Sogni in numerosi ospedali italiani per offrire ai piccoli ospedalizzati momenti di gioco, ascolto e sorriso: «Sognare rende i bambini in ospedale più forti». DottorAstro e DottorConfusa ci raccontano la loro esperienza all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino… e insegnano qualche trucco di clownerie.

  • IMMIGRAZIONE – Chiesa di Sant’Agostino, Via Santa Chiara 9

Quali problematiche attraversano il tema dell’accoglienza? Chi sono i migranti, gli stranieri che incontriamo oggi per le strade di Torino? Perché sono qui, cosa pensano… e cosa provano? Quali difficoltà si trovano ad affrontare?

Tra testimonianza e riflessione, gli operatori dell’Ufficio Pastorale Migranti ci offrono storie, idee e sollecitazioni.

  • TORINO: IL QUADRILATERO – Municipio, Piazza Palazzo di Città

Alcuni amici del gruppo Torino Incontra Taizé propongono una breve visita dei punti più significativi del quadrilatero romano: il centro storico della città.

  • EREMO DEL SILENZIO – Carcere “Le Nuove”, Via Paolo Borsellino 3

Istituto penitenziario cittadino fino agli anni ottanta, oggi “Le Nuove” ospitano un museo sulla storia carceraria e un eremo: uno spazio, nel centro di Torino, nato per offrire la possibilità di ritirarsi anche a chi non può allontanarsi dalla città o vi è di passaggio.

Gli amici dell’associazione “EssereUmani Onlus” ci fanno conoscere l’una e l’altra realtà.

  • CORO GOSPEL – Chiesa Evangelica, Via Passalacqua 12

Un breve viaggio nel Vangelo cantato – Gospel significa appunto “buona notizia”- attraverso l’esperienza del coro evangelico che si racconta e ci coinvolge nell’ascolto e nel canto

  • LA PICCOLA CASA – Cottolengo, Via S. Pietro in Vincoli 9

La Gioia di farsi prossimo, lo stupore di ricevere dai più piccoli, la grazia di incontrarvi il Signore Risorto: nella Piccola Casa della Divina Provvidenza continuano ad avvenire miracoli. Guidati da sorelle e volontari, entriamo in contatto con uno di questi prodigi: il laboratorio multisensoriale per disabilità.

  • OSPITALITÀ EUCARISTICA – Tempio Valdese, Corso Principe Oddone 7

Da anni un piccolo gruppo misto, di cattolici ed evangelici riformati, porta avanti un gesto semplice, piccolo ma concreto e significativo: presenziare all’altrui eucaristia, prendere parte gli uni alla comunione degli altri. Nel workshop ci raccontano la loro esperienza.

  • PIER GIORGIO FRASSATI – Sede Azione Cattolica, Corso Matteotti 11

Servire nella gioia, servire la gioia. Un giovane torinese dichiarato da San Giovanni Paolo II «l’uomo delle otto beatitudini» ci indica la via: è il Beato Pier Giorgio Frassati (1901-1925). Nella sua breve esistenza, intensamente vissuta, non vi è ambito della vita quotidiana di cui non si sia appassionato in nome del Vangelo e con la forza della grazia. «Servire nella gioia»: uno stile di vita!

  • SPETTACOLO DI MAGIA – Chiesa di San Dalmazzo, Via Delle Orfane 3

Dalle 17.15 alle 18.15, durante i workshop, il mago Tric&Trac offre uno spettacolo di magia dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie.

 

Per informazioni e iscrizioni: www.torinoincontrataize.it; www.upgtorino.it.