Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

8xmille: Giornata nazionale di sensibilizzazione

Domenica 14 maggio 2017 la 28-ma edizione in tutte le parrocchie. Martedì 16 maggio al Circolo della Stampa di Torino incontro pubblico informativo
Facebooktwitterpinterestmail
Informare a livello locale i contribuenti sulla destinazione dei fondi dell’8xmille e avere la possibilità sostenere un proprio progetto parrocchiale. Così il Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica invita le comunità parrocchiali a celebrare la 28ª Giornata nazionale di sensibilizzazione dell’8xmille alla Chiesa cattolica, domenica 14 maggio 2017. Una Giornata “in cui le parrocchie possono fare la loro parte, come tramite per raggiungere i fedeli, mostrando attraverso gli strumenti dell’informazione e della trasparenza la Chiesa per quello che è: una madre vicina a chi più ne ha bisogno”.
 
Molteplici le proposte: comunicare con i propri parrocchiani leggendo un messaggio a fine celebrazione, coinvolgendo l’incaricato diocesano o i referenti parrocchiali per il Sovvenire, distribuendo il materiale del kit informativo inviato a tutte le comunità o ancora partecipando al concorso TuttixTutti. Quest’ultima, in particolare, è un’iniziativa rivolta alle parrocchie italiane (l’anno scorso chiamata IfeelCUD) che richiede l’organizzazione di un incontro formativo locale per promuovere il sostegno economico alla Chiesa cattolica e l’ideazione di un progetto di utilità sociale per la propria comunità, permettendo a ogni parrocchia di concorrere alla vincita di un contributo – tra i 1.000 e i 15.000 euro – per la realizzazione dell’idea proposta. Non solo saranno premiati i 10 progetti più meritevoli ma anche tutti gli incontri formativi, organizzati secondo una specifica procedura, saranno sostenuti con un contributo tra i 1.000 e i 2.000 euro. Da qui lo slogan del concorso che recita: “Quest’anno vincono tutti”.
 
“La firma – afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa – rappresenta un gesto consapevole di partecipazione alla missione della Chiesa. È importante ricordarlo ogni anno durante la Giornata nazionale, informando le comunità sulle destinazioni dei fondi affidati alla Chiesa cattolica che, comunque, non sono automatici e necessitano della libera scelta dei cittadini da rinnovare ogni anno”. Inoltre, sottolinea Calabresi, “partecipare a TuttixTutti, organizzando un incontro formativo, può rappresentare per le parrocchie un’opportunità in più di formazione oltre che un’occasione per vedere una propria attività sociale parrocchiale sostenuta concretamente. Premieremo infatti sia la creatività progettuale sia la creatività pastorale, perché non si può scindere l’evangelizzazione dal promuovere il bene comune”.
 
L’incaricato di Sovvenire della diocesi di Torino e Referente Regionale, diac. Giorgio Carlino, ha organizzato martedì 16 maggio 2017 alle ore 11.30 (presso il Circolo della Stampa in corso Stati Uniti 27 a Torinouna conferenza stampa sul valore dell’impiego del gettito dell’8×1000 nelle opere della Chiesa, con un richiamo particolare al progetto della scuola per i bimbi autistici del Cottolengo che viene citato in uno degli spot in onda sulle principali emittenti tv in questi giorni per la campagna CEI «Chiedilo a loro» 2017.
 

Alla conferenza stampa hanno partecipato:

-S.E.R. Mons. Cesare Nosiglia Arcivescovo della Diocesi di Torino (in allegato il suo saluto)

-dott. Matteo Calabresi direttore nazionale del Sovvenire (Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica)

-Dott. Giorgio Zublena presidente FIR Piemonte

-Ernesto Olivero fondatore Sermig

-Don Andrea Bonsignori direttore scuola Cottolengo.

Moderava l’incontro il dott. Gianmario Ricciardi.

 

Sonmo intervenute le autorità cittadine e regionali.

 

Per ulteriori informazioni: g.carlino47@gmail.com. Sul sito del settimanale “La Voce E il Tempo” ampio servizio. Su YouTube il  vide del servizio TG3 Piemonte.