Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Arcivescovo, volontari e ospiti dei servizi di carita’ in pellegrinaggio alla Porta Santa del Cottolengo

Venerdì 18 marzo 2016 alle ore 15 nella chiesa grande della Piccola Casa della Divina Provvidenza
Facebooktwitterpinterestmail
Venerdì 18 marzo 2016, alle ore 15.00, l’Arcivescovo di Torino Cesare Nosiglia ha invitato i volontari e gli ospiti dei vari servizi di carità e solidarietà presenti nel territorio dell’Arcidiocesi di Torino a prendere parte al pellegrinaggio giubilare alla Porta Santa delle opere di Misericordia, presso la chiesa grande della Piccola Casa della Divina Provvidenza (Cottolengo).
 
Sono oltre 500 i servizi di solidarietà afferenti alla Chiesa Cattolica torinese, dieci le associazioni specificamente dedicate all’accompagnamento delle persone senza dimora, oltre 90 i centri di ascolto, più di dieci le mense (diurne o serali, feriali o festive) per più di 4.000 pasti al giorno, oltre 100 le Conferenze di San Vincenzo de’ Paoli, più di 90 i gruppi di volontariato vincenziano.
 
La Porta Santa del Cottolengo era stata aperta dallo stesso Arcivescovo il 20 dicembre scorso per offrire una opportunità spirituale a tutti coloro che, accogliendo la grazia della misericordia di Dio, vogliono provare a restituirla attraverso le opere della misericordia verso i fratelli, a partire dai più piccoli e bisognosi.
 
Il pellegrinaggio del 18 marzo, condotto nel segno della fraternità tra coloro che accolgono e coloro che sono accolti, come evidenziato dal tema della recente Giornata Caritas celebrata il 5 marzo u.s., indica la cura che la Chiesa torinese ha per tutti i bisogni delle persone, compresi quelli qualificanti dello spirito.
 
La celebrazione ha avuto inizio nel cortile interno della Piccola Casa della Divina Provvidenza alle ore 15.00. Dopo una breve introduzione i convenuti hanno attraversato la Porta Santa guidati dall’Arcivescovo.
Nella grande aula liturgica interna si è svolto , poi, un momento di rinnovo delle promesse battesimali, l’ascolto della Parola di Dio, la preghiera universale e il segno della riconciliazione con l’abbraccio di pace.
 
Al termine della funzione l’Arcivescovo si è intrattenuto, presso un saloncino adiacente alla chiesa, con alcune persone senza dimora che frequentano i luoghi aggregativi del volontariato ecclesiale.
 
Per ulteriori informazioni: Ufficio Caritas diocesano tel. 011.51.56.350, caritas@diocesi.torino.it