Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
Dire Dio oggi

Fede e ragione

A ulteriore integrazione dei contributi di don Ferruccio Ceragioli che trovate in allegato, segnaliamo due riferimenti tratti dal Magistero della Chiesa Cattolica: Fides et Ratio – Giovanni Paolo II, Lettera Enciclica del 14 settembre 1998 ai VescoviFede e Ragione. Discorso del Santo Padre presso l’Università di Regensburg – Benedetto XVI, 12 settembre 2006 

Raccontare il Dio che viene in Gesù

Raccogliere la sfida del “dire Dio oggi” significa tre cose: fiutare come nella nostra cultura entra il discorso su Dio, per coglierne risorse e limiti; recuperare ciò che potremmo chiamare l’ebraicità dell’esperienza di Dio propria di Gesù, cioè in concreto il modo di dire Dio proprio dell’alleanza (in epoca di pluralismo religioso è estremamente importante […]

Il contesto nel quale siamo chiamati a dire Dio oggi

Nell’intervento alla “Settimana” che pubblichiamo in allegato, don Roberto Repole (saggista e docente presso la Facoltà Teologica di Torino) riflette sul contesto in cui ci si trova – e soprattutto si è chiamati – a “dire Dio” oggi.

Dio e la tecnica

Don Oreste Aime è docente alla Facoltà Teologica di Torino e direttore della rivista “Itinerari”.Nel contributo audio in allegato, propone una riflessione sul rapporto tra Dio (e il “dire Dio”) e la tecnica.

Il Dio umile

«Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero.»  (Mt 11, 28-30)

Dio e la bellezza

Dio vide che era bello!…Dio vide quanto aveva fatto: ecco, era molto bello!Dio si compiace della bellezza del Creato (Genesi 1)  In aggiunta ai contributi di Monica Quirico che trovate in allegato, vi proponiamo altri due collegamenti:Quale bellezza salverà il mondo? è il titolo con cui il Card. Carlo Maria Martini apre la lettera pastorale dell’8 settembre 1999 alla Diocesi di Milano.Un […]

Dire Dio nell’orizzonte multireligioso

Non più solo orizzonte ma anche prossimità

Decalogo del cristiano in un mondo pluralericonosci e rivendica la comune umanità e Dio per tuttiincontra prima e sempre le persone (vivens homo gloria Dei)ma non sottovalutare le idee e le tradizioniriconosci l’identità del diversoma non nascondere la tuapratica la condivisionema non presupporlaaiuta il bisogno dell’altroma non vergognarti del tuoalimenta e non spegnere la fede […]

Hanno scritto…

Penso subito al Padre misericordioso e fedele , presentatoci da Gesù e riscoperto dalla Chiesa solo recentemente, e, quasi in contrapposizione, all’Essere perfettissimo, onnipotente ed onniscente che il catechismo di tanti anni fa mi aveva insegnato con il risultato di farmi nutrire “timore di Dio” e non l’amore che si deve avere per chi ci […]

In rete

Dossier – Dire Dio nelle città malate: Ripensare le città (da Jesus)In: http://www.giovaniemissione.it/pub/index.php?option=content&task=view&id=1162Come dire Dio all’uomo d’oggi? (di Paolo Emilio Biagini)In: http://mondodomani.org/dialegesthai/peb01.htmDire Dio ad Auschwitz: Edith Stein e la Sho’ah , in AA.VV., La Sho’ah tra interpretazione e memoria, Vivarium, Napoli 1998, pp. 707-32In: http://www.filosofia.unina.it/pititto/Dire%20Dio%20ad%20Auschwitz.htmDire Dio nell’epoca dell’indifferenza religiosa (di Adriano Fabris)In: http://www.itc.it/isr/Renderer.aspx?targetID=909Io donna musulmana, […]

Introduzione

In allegato l’introduzione al tema della “Settimana”, a cura di mons. Dario Berruto.