Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Concorso “Tuttixtutti”: al Centro estivo di Lombriasco si riscopre la Bibbia

Il progetto BiCet è rivolto a bambini e adolescenti. Convolti anche i Comuni di Faule, Osasio e Polonghera
Facebooktwitterpinterestmail
Riscoprire le Scritture durante l’Estate ragazzi. Anche la parrocchia Immacolata Concezione di Lombriasco partecipa al concorso nazionale «Tuttixtutti», indetto dal Servizio Cei per la promozione al sostegno economico della Chiesa cattolica (8xmille). Lo fa presentando il progetto «BiCeT», un’iniziativa rivolta a bambini e adolescenti del Centro estivo parrocchiale per avvicinarsi alla Bibbia e conoscerne i contenuti.

«È un’avventura in cui ci siamo lanciati», racconta il parroco ideatore, don Giovanni Serione, «in occasione del cinquecentenario della riforma di Lutero, che tradusse e distribuì la Bibbia in lingua volgare rendendola accessibile a tutti. L’idea è proprio quella di aiutare i giovani a prendere confidenza con un testo sempre più sconosciuto».

L’acronimo «BiCeT» (Bibbia Centro estivo Territorio) riassume cuore, luogo e destinatari del progetto: obiettivo principale è prima di tutto quello di permettere ai ragazzi di fare conoscenza con le Scritture, «per rispondere», sottolinea don Serione, «al bisogno di formazione biblica delle famiglie manifestato durante gli incontri dei parroci delle parrocchie dell’Up 48».

Ogni ragazzo verrà dotato di una Bibbia personale e altri strumenti facilitanti e divertenti, come letture guidate, cruciverba e quiz. Il luogo designato sarà l’oratorio parrocchiale di Lombriasco, sede del centro estivo: per quattro settimane, dal 26 giugno al 21 luglio, vengono proposti momenti formativi strutturati e guidati da animatori e adulti.

Quanto ai destinatari infine, il respiro dell’iniziativa è ampio: «l’oratorio di Lombriasco, attraverso l’estate ragazzi, è uno spazio educativo aperto alla collaborazione con le altre parrocchie dell’Unità pastorale», sottolinea don Serione, «con la scuola primaria del paese, con quella media e superiore salesiana, con l’amministrazione comunale e le associazioni di volontariato presenti nella zona». In una parola, al territorio. Il progetto infatti interesserà anche alcune comunità vicine, come i comuni di Faule, Osasio e Polonghera.

Per informazioni: tel. 011.9790118.

Jacopo CURLETTO

(Testo tratto da «La Voce E il Tempo» del 2 luglio 2017)