Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Estate Ragazzi al Museo Diocesano

Inziative per parrocchie e centri estivi
Facebooktwitterpinterestmail
Terminato con successo anche per il Museo Diocesano il periodo dell’Ostensione della Sindone, con il mese di giugno hanno prenso il via le proposte didattiche per scuole, famiglie e adulti, studiate in collaborazione con Copat. Nel periodo estivo le iniziative saranno rivolte a parrocchie, oratori, estate ragazzi, famiglie e adulti; a settembre i percorsi di visita guidata e i laboratori saranno tarati specificamente per le scuole.
 
Lo spazio dedicato ai laboratori è situato nella zona absidale del Museo, in un ambiente evocativo e suggestivo. Le attività proposte si basano su un approccio divertente e pratico ma profondamente istruttivo sull’arte, la storia dell’arte, l’iconografia e la storia della Chiesa e della religione. Nello specifico i percorsi didattici propongono una panoramica generale delle opere esposte e un successivo approfondimento di alcune collezioni, con l’ausilio di una scheda su cui i visitatori più piccoli possono disegnare e rispondere a domande tematiche; anche i laboratori prevedono una visita preliminare al Museo e attività specifiche a scelta tra le cinque aree espositive: scultura, architettura, oreficeria, tessuti e archeologia.
Tutte le attività sono calibrate per differenti fasce di età, mentre proposte specifiche sono state studiate per le scuole di catechismo. La domenica sarà dedicata alle famiglie: genitori e figli potranno effettuare insieme la visita guidata, condividendo o meno le attività del laboratorio finale. Per il pubblico adulto sono in programma visite tematiche su specifici aspetti delle collezioni museali, proposti a rotazione nel corso dell’anno.
 
Grandi novità anche sul fronte delle collezioni del Museo, che si arricchiranno presto di nuove opere provenienti da parrocchie e privati. Già nei giorni scorsi è giunta dalla Cattedrale la croce astile in ottone dorato del XVI secolo, opera di orefice piemontese, esposta il 2 maggio in piazza San Carlo sull’altare allestito per la visita del Papa. In base alla disponibilità delle risorse si procederà, inoltre, al restauro di due sculture lignee del XVII secolo e all’allestimento di un lapidario e di una nuova area dedicata a disegni e stampe. Durante l’anno diverse mostre temporanee si affiancheranno all’esposizione permanente.
 
Sul versante della comunicazione, infine, sono in fase di completamento il nuovo sito Web, il catalogo illustrato e la guida multimediale su dvd, che fornirà approfondimenti sulle opere più significative con rimandi alla vita degli autori e/o ad altre opere.
 
«Gli obiettivi del Museo Diocesano», spiega il direttore don Luigi Cervellin, «sono essenzialmente tre: tutelare e conservare il patrimonio religioso, offrendo spazi espositivi sicuri e controllati; promuovere la conoscenza della storia e della cultura della Chiesa torinese; illustrare i principali aspetti dell’Evento cristiano attraverso il linguaggio dell’arte. Per queste peculiarità il Museo rappresenta una preziosa opportunità per scoprire le radici culturali e religiose della nostra Città e mira a diventare una tappa fondamentale nel curriculum di studio dei ragazzi e nei programmi di visita per i turisti e gli stessi torinesi».
 
Dal 3 giugno il museo osserva il seguente orario: venerdì, sabato e domenica dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 18:00.
 
Per informazioni sulle proposte didattiche e per la prenotazione obbligatoria
contattare Federica Bianchi:
tel. 011.44.00.155, e-mail: biglietteriamdt@copatitalia.com.
 
Per altre informazioni:
Museo Diocesano di Torino (piazza San Giovanni); tel. 011.44.00.155-51.56.408;
e-mail: arte@diocesi.torino.itbiglietteriamdt@copatitalia.com;