Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
13 Febbraio 2015

Il Cav di Chieri per 148 mamme

Facebooktwitterpinterestmail

Sono 37 i volontari del Centro di Aiuto alla Vita (Cav) di Chieri. Una realtà preziosa che da 26 anni si impegna per la difesa dei piccoli e per il sostegno alle mamme. «Un servizio – spiega Margherita Benente – che mettiamo a disposizione delle famiglie, delle donne in difficoltà attraverso l’ascolto, l’accompagnamento e anche, per quanto possibile, con aiuti economici. Un servizio che attuiamo in rete con i servizi sociali, con le caritas parrocchiali, con le associazioni caritative e di supporto alla famiglia che sono attive qui sul territorio». Ecco dunque che nel 2014 sono state 148 le mamme aiutate e 32 i bimbi che hanno visto nascere. Poi ci sono i contatti telefonici perché il Cav di Chieri è uno dei 350 centri in Italia ad offrire 365 giorni all’anno 24 ore su 24 un numero (il 333.6109423) per l’ascolto.

Tra gli aiuti economici da 5 anni il gruppo ha ideato il progetto «Fai la spesa per un bambino»: si tratta di un contributo di 50 euro per l’acquisto di prodotti per i bimbi; grazie ad accordi con i discount del Chierese il Cav ha avviato anche una collaborazione per l’acquisto di borse spesa per il periodo dello svezzamento; alle neo mamme viene fornito il primo corredino per il bambino e quanto può servire per i primi anni di vita tra abbigliamento, passeggini ecc. che vengono regalati al Centro. E ancora: per non dimenticare che l’aiuto è anche un cammino educativo, di fiducia e responsabilità, tra le ultime innovazioni del gruppo di volontari: la messa a disposizione di kit di pannolini lavabili anziché quelli tradizionali. «Un modo per contribuire – prosegue – anche a ridurre l’inquinamento, a mantenere pulito il mondo e a trasmettere alle famiglie questo messaggio ‘ecologico’.

Un’iniziativa che è stata apprezzata dalle mamme tanto che siamo riusciti a distribuire già una trentina di kit». Interventi che richiedono un notevole impegno, sia economico sia di ore di volontariato. Per finanziare le loro attività, gli operatori del Cav hanno offerto davanti alle chiese di Chieri vasetti di primule nella Giornata della vita lo scorso primo febbraio e anche a maggio per la Festa della mamma analogamente vengono sensibilizzate le comunità parrocchiali sull’attività del Cav e la necessità, soprattutto in questo tempo di crisi, di aiuti economici per portare avanti i vari progetti. Il Cav di Chieri si trova in via Giovanni XXIII n° 8 ed è aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 11; tel. e fax 011.9471697; cell. 333.6109423; e-mail: cavchieri@libero.it.

Federica BELLO

Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 15 febbraio 2015