Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Mons. Nunzio Galantino e mons. Bruno Forte davanti alla Sindone

I pellegrini di venerdì 22 maggio 2015 e le visite attese sabato 23
Facebooktwitterpinterestmail

Mons.. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto, e don Carmine Arice, direttore dell’Ufficio nazionale per la Pastorale della Salute, hanno visitato venerdì 22 maggio la Sindone, accompagnati da don Marco Brunetti, direttore dell’Ufficio per la pastorale della Salute della diocesi di Torino. I due vescovi e don Arice sono tra i relatori al Convegno internazionale «L’Amore che salva. Dal Volto del Sofferente ai volti della sofferenza», che si tiene da venerdì 22 a domenica 24 maggio al Centro Congressi del Santo Volto.

«La visita alla Sindone – ha sottolineato mons. Nunzio Galantino – è un’opportunità di incontro tra il Volto di Cristo e i tanti volti della sofferenza, ovvero le storie di ogni uomo. Un incontro – ha osservato – che deve puntare ad un impegno concreto per sfociare in una vera vita spirituale, che possa nutrire l’Amore in Cristo e nei fratelli. Il pellegrinaggio alla Sindone – ha evidenziato –  è un incontro ecumenico e interreligioso, che non erige barriere perché l’amore è un valore in sé, non un “monopolio” dei cristiani. L’amore più forte, l’amore più grande, è quello che si radica sulla sofferenza».

«Tra le vie che Dio ha scelto per manifestarsi agli uomini – ha commentato il teologo mons. Bruno Forte dopo la visita alla Sindone – c’è anche l’esperienza della visione del Volto di Dio a partire dall’ascolto della sua Parola, il ‘vedere la sua voce’. Tra i racconti della Passione del Signore nei Vangeli e la Sindone c’è un rimando diretto. Contemplare il Telo sindonico nelle Ostensioni è dunque come se la Parola di Dio diventasse visione concreta davanti ai nostri occhi. Il pellegrinaggio alla Sindone – ha concluso – è dunque un incontro privilegiato con il Dio della storia, salvatore e speranza per tutti gli uomini».

In serata Messa in  Cattedrale con i partecipanti al Convegno «L’Amore che salva»

Venerdì 22 maggio alle 21.30 mons. Zygmunt Zymowski, presidente del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute della Santa Sede, ha presieduto la Messa in Cattedrale davanti alla Sindone, a cui hanno preso parte relatori e partecipanti al convegno «L’Amore che salva». I lavori del Convegno proseguono sabato 23 con gli interventi, tra gli altri, di Enzo Bianchi, padre Real Tremblay, mons. Cesare Nosiglia.

Davanti alla Sindone una delegazione di giornalisti italiani

 30 giornalisti da tutta Italia, dirigenti dei Consigli regionali dell’Ordine, sono giunti davanti alla Sindone il 22 maggio. Ad accompagnarli il presidente dei giornalisti  del Piemonte Alberto Sinigaglia.«Ci è parso doveroso offrire ai colleghi questa opportunità di crescita storica e culturale e questa esperienza spirituale – ha puntualizzato Sinigaglia – Una rara occasione di incontro e condivisione da vivere per noi stessi, al di là dei doveri professionali».

«Sono un giornalista, ma anche un uomo di fede – ha osservato Dino Frambati, vice-presidente dell’Ordine della Liguria – E devo dire che questa volta l’intensità dell’incontro con l’Uomo dei dolori ha prevalso sul distacco che di solito la professione impone». Ancor più toccato Valentino Losito, presidente dell’Ordine della Puglia. «Di fronte a questa icona ho solo tre parole: mistero, silenzio, stupore».

I gruppi di sabato 23 maggio

– Alle 14,45, 50 esponenti del Gruppo Dirigenti Fiat

– Alle 15, 300 pellegrini dell’Associazione S. Maria

– Alle 15,30, 80 membri del Gruppo Catechismo S. Gervasio e Protasio

– Alle 16,45, 60 appartenenti all’Associazione S. Michele

– Tra le 19 e le 19.30, 80 pellegrini della St. Joseph Catholic Community

– Alle 19.15, 60 membri del Gruppo Ital Spring

Pentecoste: sabato 23 sera la Veglia in Cattedrale

Sabato 23 maggio, alle 21.30 in Cattedrale l’Arcivescovo mons. Cesare Nosiglia presiederà la Veglia di Pentecoste organizzata dagli Uffici Famiglia, Migranti e Liturgico della diocesi sul tema dei martiri del nostro tempo. Terrà la meditazione don Paolo Gentili, responsabile nazionale dell’Ufficio di Pastorale della Famiglia, in pellegrinaggio alla Sindone con i membri della Consulta nazionale. Porteranno, inoltre, la loro testimonianza una coppia di giordani, fuggiti perché perseguitati in quanto cristiani, e Rashid, pakistano, insegnante di religione a Torino. Testimonianze per richiamare l’importanza del sostegno nella preghiera a quanti vivono il dramma della persecuzione, della fuga dalle proprie terre, della povertà, ma anche per dare speranza e fiducia.

I Vescovi Salesiani a Colle Don Bosco

Prosegue con un pellegrinaggio nelle terre di Don Bosco l’incontro dei cardinali e vescovi salesiani nel bicentenario della nascita del Santo e per l’Ostensione della Sindone. La giornata di sabato 23 maggio s’incentra infatti sulla conoscenza e sull’amore a Don Bosco.

Dopo le Lodi in sala Sangalli, alle 8.30, partenza per il Colle Don Bosco, dove, alle 10.15, si parla dei capisaldi della formazione dei religiosi a partire dalla «Formazione di don Bosco nel Seminario di Chieri e al Convitto ecclesiastico». Presenta don Aldo Giraudo. Alle 11.30 celebrazione eucaristica in onore di Don Bosco nella Basilica di Don Bosco al Colle, presieduta dal cardinale Charles Bo, arcivescovo di Yangon in Myanmar. Rientro a Valdocco e, alle 16, concelebrazione in città. Alle 21 sarà possibile partecipare la Veglia nella Basilica di Maria Ausiliatrice.

Didattica al Museo Diocesano: «Perché anche i grandi artisti sono stati bambini»

Il Museo Diocesano di Torino apre anche ai più piccoli. Sabato 23 maggio, alle ore 15.30, i bambini dai 5 ai 10 anni potranno disegnare nelle sale interne del museo in occasione dell’evento «Disegniamo l’arte 2015», organizzato dall’Abbonamento Musei in collaborazione con i musei del territorio. In collaborazione con Copat Servizi didattici, questa giornata sarà dedicata all’«Angelico Disegnar», prendendo spunto dall’esposizione del meraviglioso dipinto del Beato Angelico, e andando alla ricerca di tutti gli incantevoli Angeli sparsi nelle opere ospitate nella struttura museale. Costo attività: ingresso museo 4 euro – gratuito con Abbonamento Musei Junior; attività didattica 3 euro a bambino. Informazioni e prenotazioni: 011.44.00.155 – lun-ven ore 9-13; 14-16 oppure a didattica@copatitalia.com

Eventi culturali

– Sabato 23 maggio alle 16.30 presso il Teatro Piccolo Regio viene proiettato il film muto «Terre Magellaniche» del sacerdote salesiano padre Alberto Maria De Agostini del 1933. L’iniziativa è in collegamento con la mostra «Nelle terre dei sogni di don Bosco» sulle missioni di padre De Agostini in Patagonia, allestita in occasione del bicentenario salesiano e dell’Ostensione della Sindone al Museo nazionale della Montagna al Monte dei Cappuccini.

 – Rassegna di musica sacra curata da Organalia «Il cammino della Sindone da Torino a Chambéry» in otto appuntamenti.  Il 5° concerto si terrà a Bussoleno sabato 23 maggio, alle 21, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta (via Fontan 36). Suonerà l’organo Christian Tarabbia. Ingresso a offerta libera. Info su http://organalia.org/

– Nell’ambito della rassegna «Note per la Sindone», appuntamento per sabato 23 maggio alle 21 nella Chiesa del Corpus Domini (nella piazza omonima); in programma musiche di Busch, Mendelssohn Bartholdy, Liszt e Brahms (Associazioni Compositori Associati e Merkurio Progetti Musicali) e musiche di Puccini e Beethoven (Quartetto d’archi Taag). Ingresso gratuito.

 – «Sindone in canto» è una rassegna di concerti che si tiene nelle chiese e nei centri d’incontro della Circoscrizione 7 di Torino. La terza e ultima tappa è fissata per sabato 23 maggio: alle ore 15.30, al Centro d’incontro di corso Belgio 91, è in programma l’esibizione di Torino Vocalensemble; alle 21, nella Parrocchia di Santa Giulia, canterà la Corale Incantando; sempre alle 21, nella Parrocchia di Madonna del Pilone, performance del Coro Veniero. Info su http://www.comune.torino.it/circ7/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3642

– A Giaveno, nella Chiesa dei Batù, è aperta al pubblico la mostra «La Storia in un lenzuolo… la Sindone a Torino», organizzata dalla Collegiata di San Lorenzo Martire di Giaveno e dalla Parrocchiale di San Giovanni Vincenzo di Sant’Ambrogio di Torino. La mostra si sposterà, a partire dal 23 maggio (e fino al 7 giugno) nella Cappella di San Rocco di Sant’Ambrogio.

(fonte: http://www.sindone.org/)
(Per ulteriori informazioni e approfondimenti cliccare sullo speciale Ostensione 2015”)