Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Nuove nomine

Operative dal 2 febbraio. I nomi dei vicari
Facebooktwitterpinterestmail
Mercoledì 18 gennaio, durante un incontro con tutti i collaboratori di Curia, in via Valdellatorre 3, l’Arcivescovo di Torino ha comunicato le nuove nomine che, tranne nel caso dell’Ufficio Migranti, saranno operative dal 2 febbraio:
 
«Cari presbiteri, diaconi religiosi e religiose e laici della Diocesi di Torino,
vengono rese note in questa settimane alcune importanti nomine che vi illustro nelle loro motivazioni. Ho ritenuto opportuno procedere alla nomina di un Vicario generale nella persona di don Valter Danna già Vicario per la pastorale e la formazione. Il motivo è nato dal fatto che Sua Eccellenza Mons. Guido Fiandino, Vescovo Ausiliare, da tempo mi chiede di essere sostituito in questo importante incarico da un sacerdote a pieno tempo essendo lui sempre più ampiamente impegnato come parroco della Crocetta. Venendo incontro pertanto al suo insistente desiderio, ho proceduto a scegliere un sacerdote che reputo preparato.
 
Ringrazio sentitamente Mons. Fiandino per la sua generosa dedizione, competenza e impegno profuso in questi anni come Vicario generale. Egli continuerà a svolgere il suo autorevole servizio diocesano come Vescovo Ausiliare e dunque membro del Consiglio Episcopale, del Consiglio presbiterale e pastorale diocesani, e degli altri organismi che ora presiede o a cui partecipa. Egli inoltre potrà dedicarsi all’ascolto e all’incontro con i presbiteri che potranno trovare in Lui, come è avvenuto in questi anni, un padre e pastore accogliente e illuminato. Lo stretto rapporto di comunione e di amicizia che ci lega è per me una grande garanzia di sicurezza e aiuto nel quotidiano svolgimento del mio ministero.
 
Mons. Piero Delbosco continuerà a svolgere il suo importante servizio in Curia come Pro Vicario, anche collaborando con don Valter Danna come già è avvenuto con frutto e sintonia fino ad oggi. Ringrazio sentitamente don Piero della sua disponibilità, serenità e grande spirito di accoglienza che ha dimostrato in questa circostanza e che ho sempre riscontrato in Lui dal momento che l’ho conosciuto e apprezzato come collaboratore ma anche come amico carissimo.
 
Ho proceduto anche alla nomina dei nuovi Vicari Episcopali territoriali nelle persone dei presbiteri:
. don Roberto Gottardo, parroco di S. Giuseppe Cafasso, per il distretto Torino città;
. don Domenico Mitolo, parroco della parrocchia Beata Vergine Consolata in Collegno, per il distretto Torino Ovest;
. don Marco Di Matteo, parroco di S. Giovanni in Savigliano, per il distretto Torino Sud-Est;
. don Claudio Baima Rughet, parroco di S. Genesio Martire e S. Grato in Corio, per il distretto Torino Nord.
 
Si tratta di quattro sacerdoti giovani e impegnati nella pastorale parrocchiale che potranno dunque farsi interpreti delle istanze dei presbiteri, diaconi e laici delle comunità parrocchiali e delle unità pastorali dei rispettivi territori. Saranno in questi mesi sostenuti e aiutati a inserirsi nel loro nuovo compito dai loro predecessori, che ringrazio per la feconda collaborazione in questo mio primo anno.
Una verifica insieme ai nuovi quattro Vet e l’esperienza che faremo in questi prossimi mesi ci permetterà di definire al meglio il loro servizio, procedendo ad ogni eventuale necessario rinnovamento che si rendesse utile al servizio.
 
Ho preceduto alla nomina dei responsabili della direzione dell’Ufficio di pastorale familiare, incaricando una coppia di sposi, i coniugi Oderda, che hanno acquisito le competenze necessarie in questi anni e sono stati stretti collaboratori dell’Ufficio. La scelta di favorire dei laici, soggetti di una pastorale che vede le famiglie al centro, mi pare opportuna e ricca di prospettive positive. A loro si affiancherà anche, come collaboratore ed assistente spirituale per le molteplici attività di formazione, don Alessandro Marino, Vicario parrocchiale della Beata Vergine delle Grazie, che ringrazio per la disponibilità.
 
Ringrazio i coniugi Franco e Lia Cerri, che con impegno e dedizione hanno affiancato don Danna nella pastorale familiare per molti anni, mentre confermo il diacono Franco Cerri come direttore della Pastorale degli Anziani.
 
Desidero anche dire una parola sul nuovo assetto dell’Ufficio Migrantes. La direzione è stata assunta da Sergio Durando, stretto collaboratore di don Fredo Olivero. Padre Sandro Faedi dei Missionari della Consolata sarà responsabile dell’ambito formativo e pastorale di Migrantes, in particolare per quanto attiene alle comunità etniche cattoliche e ai relativi cappellani. La scelta di un laico alla guida di Migrantes pone in evidenza l’importanza che in settori delicati e complessi della pastorale, strettamente connessi a problematiche anche sociali di grande rilevanza, debba assumere in prima persona il laicato.
Don Fredo continuerà a seguire due ambiti delicati e complessi dell’azione di Migrantes in Diocesi: i rom e i rifugiati. Ringrazio don Fredo per aver accolto l’invito a procedere a questo rinnovamento, che ha lui stesso orientato e condiviso con piena responsabilità. Il suo esempio è per tutti noi un segno importante di come si serve la Chiesa con quella totale dedizione disinteressata da ogni carica che non sia servizio e dunque pronti a cedere la mano a persone più giovani dando fiducia e infondendo sicurezza con la propria disponibilità.
 
Ho nominato delegato del Vescovo per la cura e il sostegno dei preti anziani e malati il Can. Marco Brunetti, che svolgerà pertanto anche questo servizio, del resto strettamente congiunto con le Case del Clero e la Pastorale della salute, che già segue con grande competenza e generosità. Ringrazio don Aldo Salussoglia per l’impegno profuso in questi anni nel seguire i presbiteri anziani e ammalati a cui ha dedicato tempo, accoglienza e sostegno.
 
Infine, ho nominato don Marco Prastaro collaboratore della parrocchia Maria Speranza Nostra in Torino e delegato del vescovo per la cura pastorale dei sacerdoti stranieri che offrono il loro servizio nelle parrocchie della Diocesi, in stretto coordinamento con l’Ufficio Missionario Diocesano.
 
Cari amici,
ho ritenuto di procedere a queste nomine nel corso dell’anno pastorale perché sollecitato da molti ad avviare un assetto rinnovato anche alla Curia. A giugno, nel tempo normale dei cambi, come è costume, si procederà a completare il tutto tenendo conto delle necessità ed esigenze emergenti in Diocesi tra il clero e i fedeli.
Rendiamo grazie al Signore.
mons. Cesare Nosiglia
Arcivescovo»
 
In allegato un breve profilo biografico dei nuovi vicari.