Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

SCHEDA

L'Unità pastorale 53
Facebooktwitterpinterestmail
Sette sacerdoti per sette parrocchie
 
L’Unità pastorale n. 53 (già n. 45) è collocata nel Distretto Sud est della diocesi e conta 27.560 abitanti (2.835 in più del 2004, tempo della visita pastorale del card. Poletto) tutti situati a Carmagnola e nei borghi circostanti. Comprende 7 parrocchie (così già nel 2004): la più popolata è quella di Carmagnola intitolata ai Santi Pietro e Paolo Apostoli (11.500 abitanti). Seguono, nell’ordine, S. Maria di Salsasio (7.000), S. Bernardo Abate (3.400), S. Giovanni Battista (2.850), Assunzione di M. Vergine (1.360).
 
Decisamente più piccole, in riferimento al numero dei fedeli, sono le parrocchie dei Santi Michele e Grato (1.060) e di S. Luca Evangelista a Vallongo (390).
 
Alle necessità pastorali provvedono 7 sacerdoti e un diacono permanente: due dei sacerdoti sono parroci in due parrocchie. Dal 2004, anno della visita del card. Poletto, in tutte le parrocchie è aumentato il numero degli abitanti, eccetto la parrocchia dei Santi Pietro e Paolo Apostoli.
 
Tra i sacerdoti, tutti oltre i 60 anni e precisamente dai 64 ai 74 la media di età è di 67 anni (supera di pochissimo quella diocesana). C’è dunque un clero ancora operativo. Due sono i parroci con la cura, ciascuno, di due parrocchie: don Berardo (S. Maria in Salsasio e Santi Michele e Grato), don Caramazza (Assunzione di Maria Vergine e San Michele – S. Luca Evangelista).
 
Nessuna fra le due parrocchie più grandi – Santi Pietro e Paolo in Carmagnola e S. Maria in Salsasio – ha un vicario coadiutore. Solo la parrocchia di Carmagnola può contare su due sacerdoti: uno residente e l’altro collaboratore parrocchiale. Nel 2004 queste due grandi parrocchie oltre ad avere il parroco residente avevano un vicario parrocchiale ciascuna e solo un parroco (don Caramazza) svolgeva il proprio servizio pastorale in due parrocchie.
 
L’anagrafe parrocchiale registra – una non eccessiva disparità dei Battesimi (232) e quello dei decessi (273). Ciò significa la presenza sul territorio di un certo equilibrio tra giovani generazioni e anziani.
 
Sul territorio dell’Unità pastorale risiedono 5 comunità religiose: una maschile, i fratelli Maristi delle Scuole (nella Distilleria S. Giuseppe a Borgo Salsasio) e quattro congregazioni femminili: le Figlie di M.V. Immacolata impegnate nella scuola materna e attività parrocchiali come pure le suore Cappuccine di Madre Rubatto, le Suore di Carità di S. Maria-Suore del Buon Consiglio nella Scuola Materna e nella Casa di riposo a San Bernardo; le Suore di Sant’Anna (scuola Materna e Casa di preghiera di Villa Tumidei).
 
Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 28 ottobre 2012