Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
1 Febbraio 2013

Sussidio Quaresima di Fraternità 2013

Proposta nata dall'Ufficio Missionario e concretizzata con la collaborazione degli Uffici Famiglia, Giovani, Pastorale Sociale e del Lavoro, Anziani, Catechistico e Liturgico
Facebooktwitterpinterestmail
La Quaresima di Fraternità è la modalità con cui, ormai da 50 anni, la nostra comunità diocesana esprime una solidarietà che scaturisce dal cammino di conversione quaresimale e si indirizza a progetti nei Paesi in via di sviluppo. La Chiesa torinese esprime cosiì, soprattutto, la propria fraternità e cooperazione verso Chiese sorelle in terra di missione. È dunque un fatto ecclesiale di fraternità e sostegno reciproco fra Chiese sorelle.
 
Nell’occasione dei 50 anni della QdF abbiamo introdotto alcune novità e sottolineature particolari. Anzitutto questo fascicolo, che vuole essere una proposta più globale e specifica di formazione. È il frutto di una proposta nata dall’Ufficio Missionario e che si è concretizzata con la collaborazione degli Uffici Famiglia, Giovani, Pastorale Sociale e del Lavoro, Anziani, Catechistico e Liturgico della diocesi. Un “prodotto” quindi rivolto a tutti e ricco nei suoi contenuti e caratterizzazioni.
 
La proposta della Parola di Dio della domenica con il commento, la testimonianza di chi, come i missionari, ha messo in gioco e a volte rischiato la propria vita per annunciare che il Regno di Dio si è fatto vicino, i brani tratti dai grandi testi del Concilio Ecumenico Vaticano II (di cui ricorre il 50mo dall’apertura), la proposta di spunti culturali sul tema fede e sviluppo e un itinerario di riflessione e preghiera per le varie fasce di età, fanno di questo sussidio “la” proposta della diocesi per il tempo di Quaresima che ci sta davanti.
 
Qui – come al pozzo del villaggio dove molti nostri fratelli vanno ad attingere acqua – le famiglie, i giovani e i bambini (anche con i loro catechisti) possono trovare ciò che serve per togliere loro la “sete” di quel Dio che ha donato tutto se stesso. In questo Anno della fede, allora, il lavoro svolto in comunione dagli Uffici di Curia possa essere un rinnovato «invito a un’autentica e rinnovata conversione al Signore, unico Salvatore del mondo» (Benedetto XVI, Apertura dell’Anno della Fede) per rendere più consapevole l’adesione di tutti noi al Vangelo.
don Maurizio De Angeli
Moderatore della Curia
Per ulteriori informazioni e i dettagli delle iniziative per la Quaresima di Fraternità 2013 consultare le pagine a cura dell’Ufficio Missionario diocesano.