Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Centro Congressi Unione Industriale: nuovi appuntamenti letterari con gli autori

Facebooktwitterpinterestmail
martedì 14 Febbraio

Torino – Di seguito alcuni appuntamenti culturali per il mese di febbraio presso il Centro Congressi dell’Unione industriale in via Fanti 17 a Torino:
 
Lunedì 13 febbraio 2017, ore 15: presentazione del libro “Nessuno come noi”
La presentazione apre il I ciclo dei “Caffè Letterari 2017”, il programma degli eventi culturali del Centro Congressi Unione Industriale Torino, dedicato all’incontro-confronto con autorevoli scrittori italiani e stranieri. I Caffè Letterari sono organizzati con il contributo di Reale Mutua Assicurazioni, con il patrocinio della Camera di Commercio di Torino, Città di Torino e della Regione Piemonte.
Luca Bianchini, torinese, scrittore e conduttore radiofonico italiano, inaugura il ciclo con la presentazione del libro “Nessuno come noi”, edito da Mondadori. I protagonisti del nuovo volume di Luca Bianchini sono 4 ragazzi di 17 anni alle prese con i primi amori e le amicizie che in quella fase della vita sono tutto. Ragazzi all’alba delle loro esistenze, quel momento in cui tutto sembra possibile, in cui si ha fiducia nel futuro perché il meglio deve ancora arrivare. A fine anni Ottanta, da un liceo statale dove si incontrano i ricchi della collina e i meno privilegiati della periferia torinese, Vince, Cate, Romeo e Spagna partono per un viaggio alla scoperta di se stessi, senza avere a disposizione un computer o uno smartphone che gli indichi la via. Perché Nessuno come noi ci ricorda che, anche se sono passati trent’anni e sono cambiati i modi di comunicare, il batticuore è sempre lo stesso.
 
I biglietti per l'evento saranno in distribuzione on line e cartacea dal prossimo martedì 7 febbraio
 
Martedì 14 febbraio 2017, ore 21.00: incontro/dibattito con sulla nascita del gruppo musicale dei Nomadi
La serata “Buon compleanno Augusto” vedrà la partecipazione di Beppe Carletti leader dei Nomadi e Rosy Fantuzzi compagna di Augusto e “anima” dell’associazione “Augusto per la vita”, intervistati da Gabriele Ferraris. Il primo embrione di quelli che poi sarebbero stati i Nomadi nasce in una calda giornata del 1961, in piena era del “dopo-boom”. Un gruppo di ragazzi, capeggiati da Beppe e la sua fisarmonica, comincia a esibirsi nei paesi della campagna modenese. Inizialmente si chiamano I Monelli. Ma ben presto si accorgono che quel nome è un limite. Non sarebbero potuti essere eternamente “monelli”. Si sentono però “vagabondi”, nella musica come nella vita. È il 1962 quando un giovanotto di sedici anni si unisce al resto della banda: Augusto Daolio, il filosofo, colui che avrebbe portato nel gruppo un tocco di poesia e di magia, prematuramente scomparso, oggi compierebbe settanta anni.
 
I biglietti per l'evento saranno in distribuzione on line dal prossimo giovedì 9 febbraio
 
 
Per ulteriori info: www.centrocongressiunioneindustriale.it  

14/02/2017 00:00
14/02/2017 00:00
Altro, Appuntamenti