Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
26 Marzo 2019

«Dulc1nƏ4, ovvero: scemo chi legge», originale percorso-installazione da don Chisciotte alle fake news

Facebooktwitterpinterestmail
venerdì 29 Marzo

Da giovedì 28 a sabato 30 marzo 2019, alle 19.30 e alle 21 alla Biblioteca Arturo Graf (Rettorato dell’Università degli Studi, via Po 17, Torino) è possibile partecipare a un percorso-installazione digitale dove Dulcinea, l’amore immaginario di Don Chisciotte, svela attraverso una app la strana parentela fra i mondi poetici dell’immaginario e le moderne fake news. Un’indagine sulle rifrazioni contemporanee del Don Chisciotte, un percorso all’interno di una biblioteca, da fare con uno smartphone o un tablet. Perché se Don Chisciotte vedeva il mondo attraverso le pagine di un libro, oggi possiamo leggere la realtà che ci circonda nel piccolo schermo digitale che tutti ci portiamo in tasca.

 

Chi è Dulcinea? È solo una creatura della mente di Don Chisciotte oppure esiste veramente? Lo stesso Don Chisciotte, in fondo, è solo un personaggio creato dall’hidalgo Alonso Quijano, a sua volta inventato da Miguel de Cervantes. Eppure esiste nel nostro immaginario perché tutti sappiamo qualcosa di lui, anche senza aver letto il romanzo.

 

È frutto della creatività del collettivo Saveria Project e di un progetto europeo, di cui Teatro Piemonte Europa-TPE è partner, lo spettacolo-installazione «Dulc1nƏ4, ovvero: scemo chi legge», in scena dal 28 al 30 marzo alla Biblioteca del Rettorato dell’Università di Torino, che grazie a una app scaricabile gratuitamente entra nel mondo visionario di Don Chisciotte con le sue illusioni e distorsioni della realtà per dimostrarci come esse siano singolarmente assai vicine alle odierne fake news.

 

Si può credere a quello che leggiamo, in un presente dominato dai fatti alternativi e dalle fake news? Forse stiamo iniziando a pensare che niente sia vero e credibile. E come la mettiamo con chi si avventura nei giochi di ruolo, credendo per alcune ore alla settimana di essere un cavaliere o un elfo dei boschi?

 

Lo spettacolo nasce nell’ambito del progetto europeo Creative Europe Q. Theatre. Theatrical Recreations of Don Quixote in Europe, dedicato all’universo del grande romanzo di Cervantes e di cui TPE è partner assieme a Università di Torino, Universidad de Oviedo (Spagna), Università di Firenze, University of Sussex (Uk), Universidade Nova de Lisboa (Portugal), Université Jean Monnet – Saint-Étienne (France).

 

Per assistere allo spettacolo Dulc1nƏ4 è necessario portare con sé un tablet o uno smartphone e i relativi auricolari. Sul dispositivo si dovrà scaricare la app Dulcinea, disponibile su App store e Google play (necessita di almeno 300 mb di spazio libero). Il link per il download è attivo sul sito fondazionetpe.it. Per dubbi o questioni tecniche: dulcinea.supporto@fondazionetpe.it.

 

L’ingresso allo spettacolo è gratuito, ma a prenotazione obbligatoria (disponibilità posti limitata). Per prenotarsi clicca sul banner a inizio pagina Dulcinea sul sito www.fondazionetpe.it o scrivi una mail a dulcinea@fondazionetpe.it indicando un nominativo di riferimento, il numero di persone che parteciperanno all’evento, la data e l’orario scelto. Riceverai una mail per la conferma della prenotazione, stampala e presentati 15 minuti prima dell’inizio dello spettacolo scelto.

 

29/03/2019 00:00
29/03/2019 00:00
Associazioni e movimenti
Torino
Piemonte
Italia