Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
10 Marzo 2017

Incontri culturali al Centro Congressi dell’Unione Industriale

Facebooktwitterpinterestmail
mercoledì 15 Marzo

Torino – Di seguito gli appuntamenti in programma al Centro Congressi dell’Unione Industriale in via Fanti 17 a Torino.
 
Lunedì 13 marzo 2017, ore 15: presentazione del libro “Il metodo Stanislavsky” di Samuele Marabotto edito da Primediecipagine. Interviene Mario Baudino.
Romanzo d’esordio dell’autore, sfugge a tutte le logiche di mercato tradizionali e infatti non si trova nelle librerie. Viene pubblicato e distribuito attraverso Amazon, nota piattaforma web e per l’anteprima assoluta verrà proposto al pubblico del Centro Congressi in forma cartacea ad un prezzo estremamente vantaggioso. Si tratta di un romanzo di avventura che parla di quadri di grande valore rubati, case d’asta internazionali, una storia d’amore per una donna (il protagonista è un uomo), un carabiniere cinese ed un altro personaggio che cambia talmente il suo aspetto tutti i giorni che non riesce più a ricordarsi com’era nella versione originale. C’è parecchia azione, e non di quella americana, più anglosassone anche se è girato in Italia (c’è anche una città immaginaria della Val Susa) e passa solo un attimo per Londra.
 
Lunedì 13 marzo ore 17.00: incontro su “Come mantenere in salute la tiroide: una farfalla delicata”
La Stampa presenta il secondo incontro “In corpore sano” del 2017. Titolo dell’iniziativa “Come mantenere in salute la tiroide: una farfalla delicata”. La tiroide è una ghiandola fondamentale per il metabolismo e gioca un ruolo importante nella funzione di molti organi, inclusi il cuore, il cervello, il fegato, i reni e la pelle. Per la salute generale dell'organismo, è essenziale che la tiroide funzioni a dovere. Sempre più persone nel mondo soffrono di disturbi della tiroide, benché più della metà di queste sembrano non essere consapevole della propria condizione. Ne parlano:
Ezio Ghigo, Professore ordinario di Endocrinologia, Direttore Scuola di Medicina, Università di Torino
Emanuela Arvat, Professore ordinario di Endocrinologia, Primario di Endocrinologia Oncologica AOU Città della Salute e della Scienza di Torino
Nicola Palestini, Dirigente Medico Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino – Dipartimento di Chirurgia Generale e Specialistiche Struttura Complessa Chirurgia Generale 4
Fabio Orlandi, Professore associato Endocrinologia, Primario Endocrinologia Ospedale Gradenigo Humanitas
Paolo Limone, Primario Endocrinologia Ospedale Mauriziano di Torino
Rita Morales, Medico di Medicina Generale
Modera: Federico Mereta.
Al termine degli interventi sarà possibile fare domande ai relatori. Per info e prenotazioni: 011/56381 – incorporesano@lastampa.it
 
Martedì 14 marzo, ore 21.00: dibattito/intervista su “Il mondo (e l'Italia) ai tempi di Trump”
Il ciclo di eventi serali termina martedì 14 marzo con l’incontro tra Gianluigi Gabetti, Presidente d’onore della Exor e Massimo Gramellini, neo vice direttore de Il Corriere della Sera alla prima uscita pubblica nella città di origine, dal titolo “Il mondo (e l’Italia) ai tempi di Trump”.  Già in passato i due sono stati protagonisti di brillanti serate in cui è stato tratteggiato un pezzo della storia economica, industriale e finanziaria del nostro Paese. Questa volta affronteranno i nuovi equilibri geopolitici mondiali e quindi, inevitabilmente, anche economico-finanziari. Il Wall Street Journal, giornale più venduto d’America, e più influente del mondo, è stato molto critico con le nuove linee guida dettate dalla presidenza targata Donald Trump definendolo populista. Ed è stata – secondo il direttore del quotidiano – un’onda populista a portarlo alla Casa Bianca.
 
Mercoledì 15 marzo, ore 10: incontro/dibattito sulla “Figure dell'Italia civile”
Pier Franco Quaglieni, direttore del Centro Studi e Ricerche “Mario Pannunzio”, docente e saggista di storia risorgimentale e contemporanea, parlerà di “Figure dell’Italia civile”. Nell’occasione verranno ricordate le figure di personalità importanti della cultura e della politica italiana del’900: da Einaudi a Giovanni Amendola, da Marchesi a Soleri, da Calamandrei a Chabod, da Burzio ad Adriano Olivetti, da Ernesto Rossi a Balbo di Vinadio. Non mancano gli “amici e maestri” che l’autore ha conosciuto e frequentato: Jemolo, Bobbio, Galante Garrone, Montanelli, Valiani, Venturi, Casalegno, Alda Croce, Primo Levi, Ciampi, Luraghi, Romeo, Spadolini, Pininfarina, Ronchey, Tortora, Pannella. Sono figure che vengono riprese nel recente volume, edito da Golem, in cui emergono due capitoli molto densi, quelli dedicati a Soldati e a Pannunzio. Si tratta di scritti che Quaglieni arricchisce ricostruendo la storia dei rapporti tra il Centro “Pannunzio” e le diverse personalità che animano il libro. Le figure delineate sono spesso ricordate con episodi del tutto inediti e poco convenzionali, in alcuni casi persino politicamente “poco corretti”, ma sempre equilibrati sotto il profilo storico. Ne viene fuori un ritratto a tutto tondo, dell’Italia civile che l’autore ritiene vada riscoperta e valorizzata come patrimonio culturale irrinunciabile anche per il futuro delle nuove generazioni.
 
Per ulteriori info: www.centrocongressiunioneindustriale.it  

15/03/2017 00:00
15/03/2017 00:00
Altro, Appuntamenti