Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
21 Marzo 2016

Con CasaOz la Pasqua golosa, culturale e solidale

Uova disponibili ai MagazziniOz fino al 25 marzo 2016
Facebooktwitterpinterestmail
 Per Pasqua quest’anno CasaOz propone un’edizione speciale di uova di Guido Gobino e le colombe di Cova di Eataly; inoltre, acquistando le prime, si potrà scegliere un regalo unico tra un ventaglio di esperienze culturali da condividere in famiglia.

 

A Pasqua è un classico dividersi tra preferenze dolciarie: cioccolato fondente, al latte, ovetti assortiti si contendono lo sfizio dei palati più sensibili agli zuccheri insieme alle colombe. La soddisfazione di chi sceglie questi prodotti, oltre a godere di prelibatezze di qualità e a sostenere le attività istituzionali di CasaOz rivolte alla restituzione della normalità ai bambini malati e alle loro famiglie attraverso accoglienza e sostegno, sta anche nella sorpresa. Che, però, non è consueta e mette d’accordo tutta la famiglia. Grazie infatti alla disponibilità del Teatro Regio e lo Stabile di Torino, il Circolo dei Lettori, il Museo Egizio e quello Nazionale del Cinema e il Cinema Reposi Multisala sarà possibile approfittare di un’esperienza culturale che potranno apprezzare tutti.

 

Tante le ragioni quindi per scegliere le proposte pasquali di CasaOz, non ultima la restituzione di un sorriso ai bambini malati che ne sono ospiti sostenendo la Onlus e le attività che ad essi sono rivolte.

 

Uova e colombe saranno disponibili ai MagazziniOz (in via Giolitti 19A a Torino dal martedì al venerdì dalle 10.30 alle 19 o il lunedì e il sabato dalle 12 alle 19, e anche a CasaOz fino al 25 marzo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18.30.

Per informazioni: 011.6615680 – m.maggiora@casaoz.orgwww.casaoz.org

 

L’Associazione CasaOz Onlus nasce con lo scopo di fornire sostegno e assistenza alle famiglie con minori che vivono una qualsiasi situazione di malattia, accompagnandoli in un percorso di superamento di limiti fisici e difficoltà relazionali, per questo si presenta  come un luogo dove riscoprire le proprie capacità, energie e il piacere di stare insieme.  Tutte le attività di CasaOz sono volte alla ristrutturazione della “normalità” e l’uscita dall’isolamento sociale provocato dalla malattia stessa. Da luglio 2011 sono attive anche le ResidenzeOz, 4 mini-appartamenti arredati e completi di accessori per le famiglie che vengono a Torino per far curare i propri figli presso gli ospedali della città. Sempre all’interno della sede è attivo un progetto, condotto in partnership con l’Associazione A.I.R. Down, che promuove iniziative di residenzialità extra-familiare per adolescenti e giovani con disabilità, volto all’educazione alla gestione autonoma di sé in vista di un pieno inserimento sociale. Da maggio 2007, inizio della sua attività, a CasaOz sono già transitate più di 1.600 persone, tra adulti e bambini, provenienti da oltre 35 Paesi diversi nel mondo, con un totale di circa 45.000 passaggi individuali che qui hanno potuto trovare un aiuto concreto.Il funzionamento attuale di CasaOz è assicurato da uno staff qualificato e da circa 90 volontari che si avvicendano nell’accompagnamento quotidiano delle attività.