Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Pasqua al Borgo medievale

Iniziative per grandi e piccoli dal 26 al 28 marzo 2016
Facebooktwitterpinterestmail
Dal 26 al 28 marzo le vie e le piazze del Borgo medievale di Torino (viale Virgilio 107) ospitano la mostra mercato di Confartigianato per promuovere gli artigiani del territorio. I visitatori presenti al Borgo in queste giornate avranno quindi l’opportunità di acquistare prodotti di alta qualità ma anche di assistere a lavorazioni dal vivo per creare condivisione e cultura su ciò che rappresenta la maestria artigiana.

 

Inoltre nel pomeriggio di sabato 26 marzo, per ripercorrere le tradizioni piemontesi, al Borgo Medievale si esibirà, “La cricca dij mes-cià” gruppo folk popolare piemontese, unito dalla passione per questo territorio e i suoi costumi, che camminerà per le vie del Borgo “cantando le uova”. In Piemonte soprattutto nella zona tra Langa e Roero, le uova si “cantano”: con il nome di “Cantè j’euv”, gruppi di musici giravano tra le cascine facendo la questua delle uova con canzoni in dialetto. Alla rivisitazione di numerosi brani del vecchio Piemonte, la Cricca propone anche canzoni proprie, sempre in lingua piemontese, che mettono in comunicazione i personaggi e le epopee del passato con le idee e i valori di oggi.

 

Alle 15.30 appuntamento per i più piccoli con l’attività a tema pasquale dal titolo “La Gallina nella Rocca fa le uova”, storia di una simpatica gallina, considerata da soldati e nobili cavalieri un magico portafortuna, perché capace di fare uova colorate. L’attività prosegue con la tradizionale decorazione delle uova (i partecipanti sono invitati a portare con sé uno o più uova sode).

 

In occasione del weekend pasquale il Giardino del Borgo medievale apre straordinariamente al pubblico  invitando torinesi, turisti e appassionati botanici a scoprire le fioriture primaverili nel Giardino delle Delizie.

Sarà possibile ammirare una particolare collezione di primule coltivate e selvatiche in piccoli vasi di terracotta usati in passato dai vivai storici piemontesi. In collaborazione con vivaisti specializzati, tra cui Barnhaven in Francia e Il Peccato Vegetale in Lombardia sono state selezionate primule per ripercorrere la storia di una specie molto amata nei giardini tra fine ottocento e inizio novecento e poi perduta con l’arrivo di nuove e più interessanti piante. Accanto alle primule altre curiosità botaniche che annunciano la primavera: una piccola collezione di polmonarie dagli allegri fiori bianchi, rosa, azzurri e le foglie macchiettate di bianco-argento e i primi bulbi a fioritura primaverile come fritillarie, narcisi e campanellini.

 

Le aperture straordinarie del Giardino proseguono anche nei due successivi weekend (2-3 aprile e 9-10 aprile) in attesa dell’apertura ufficiale prevista per il 16 aprile. In occasione delle aperture straordinarie sarà possibile acquistare giovani piante in vaso a fioritura primaverile del Vivaio Fratelli Gramaglia.

 

Costo attività per famiglie: bambini 5 euro; adulti 3 euro (+ biglietto di ingresso; gratuiti per possessori di Abbonamento Musei).

 

Informazioni e prenotazioni: 0115211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com, info: tel. 011 4431701 – email borgomedievale@fondazionetorinomusei.it, Sito internet: www.borgomedievaletorino.it