Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Giornata di studio Interfacoltà 2013: «Cose antiche e cose nuove. Rileggere il Concilio Vaticano II»

Mercoledì 20 marzo in via Caboto
Facebooktwitterpinterestmail
Mercoledì 20 marzo 2013, a partire dalle 9.15, presso l’Istituto internazionale Don Bosco in via Caboto 27 a Torino, si è tenuta la Giornata di studio Interfacoltà su «Cose antiche e cose nuove. Rileggere il Concilio Vaticano II». La Giornata di studio era promossa congiuntamente dal Ciclo Istituzionale e dal Ciclo di Specializzazione in teologia morale, con indirizzo di morale sociale, della Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale -Sezione parallela di Torino e dalla Sezione di Torino della Facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana (ciclo istituzionale e ciclo di specializzazione in teologia pastorale).
 
Rileggere il Concilio a 50 anni dalla sua apertura è un’impresa entusiasmante e complessa. Entusiasmante, perché in esso è stata offerta alla Chiesa una «bussola sicura» (Giovanni Paolo II) per orientarsi nel passaggio al terzo millennio. Complessa, perché, come è noto, il compito del Concilio non fu quello di dirimere questioni dottrinali o disciplinari, ma di operare un delicato discernimento, alla luce della verità di Dio e delle provocazioni del tempo, sui rapporti fra l’antico e il nuovo, fra Tradizione e modernità, Vangelo e cultura, Chiesa e mondo. Si trattava di rilanciare la centralità della questione di Dio e delle fede di fronte a una società in cui «la dimenticanza di Dio diventa abituale» (Benedetto XVI), tenendosi altrettanto distanti da arroccamenti clericali e cedimenti secolaristi, da mire apologetiche e tendenze concordistiche.
Ne venne uno scenario postconciliare ricco di speranze e contraddizioni: la Chiesa aveva ora una “bussola”, e nondimeno si sentiva non poco “scombussolata”. Non era facile allora, e non lo è ancora oggi, comprendere che un’autentica “riforma” della Chiesa non contrappone, ma articola, continuità e novità, e che un autentico “dialogo” fra Chiesa e mondo tiene conto che il Vangelo è “luce del mondo”, ma gli uomini spesso «preferiscono le tenebre alla luce».
 
A riflettere su questi temi era dedicata la Giornata di studio Interfacoltà 2013. Le due relazioni del mattino hanno esplorato la questione intorno ai due nodi dell’ermeneutica teologica e del discernimento pastorale. I workshop del pomeriggio hanno ripreso l’analisi a partire da cinque ambiti fondamentali dell’esperienza umana, per riflettere sull’impulso che il Concilio ha saputo dare ai temi civili e pastorali del lavoro e della cittadinanza, degli affetti, della fragilità e della tradizione.
 
Programma
 
SESSIONE MATTUTINA: RELAZIONI MAGISTRALI
Ore 9.15: Accoglienza
Ore 9.30: Saluti iniziali
Ore 9.45: Introduzione ai lavori – Prof. Ferruccio Ceragioli, direttore Ciclo Istituzionale FTIS Torino
Ore 10: «Vaticano II, teologia, modernità: questioni aperte e potenzialità inesplorate» – Mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo di Novara
Ore 10.50: Intervallo
Ore 11: «Vaticano II, pastorale, segni dei tempi: problemi ermeneutici e opportunità ecclesiali» – Prof. Andrea Toniolo, Preside della Facoltà Teologica del Triveneto
Ore 11.50: Dibattito sulle due relazioni
12.45: Conclusioni – Prof. Roberto Carelli, UPS Torino
Pausa pranzo
 
SESSIONE POMERIDIANA: WORKSHOP
14.15- 16.00
Nella sessione pomeridiana a libera iscrizione dei partecipanti sono avviati simultaneamente alcuni work-shop di carattere tematico:
– Lavoro e festa: proff. Morena Baldacci e Sabino Frigato
– Cittadinanza: proff. Luigi Bonanate e Pier Davide Guenzi
– Fragilità umana: proff. Enrico Larghero e Antonio Nora
– Vita affettiva: proff. Andrea Bozzolo e Clara Capello
– Tradizione: proff. Ferruccio Ceragioli e Paolo Tomatis
 
Destinatari
La Giornata di studio è riconosciuta come Giornata Interfacoltà per gli studenti della FTIS Sezione di Torino (I e II ciclo) e dell’UPS Sezione di Torino (I e II Ciclo). Sono ugualmente invitati gli altri studenti dei centri di insegnamento della teologia in Piemonte e degli ISSR. Destinatari di questo momento sono inoltre i sacerdoti, gli operatori pastorali, gli educatori, gli insegnanti di religione cattolica e quanti sono interessati al tema.
La partecipazione è gratuita e non è necessaria una iscrizione previa.
 
Per informazioni
Istituto Internazionale Don Bosco, via Caboto 27 a Torino, tel. 011.5811260 (da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 12.30), email: unisaltorino@gmail.com ; Facoltà Teologica Italia settentrionale – Sezione parallela di Torino, via XX Settembre 83, Web: www.teologiatorino.it.
 
In allegato la locandina con il programma dettagliato.