Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

II domenica di Avvento

4 dicembre 2011
Facebooktwitterpinterestmail
Cambiate vita!
 
Vangelo: Mc 1,1 -8
Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio.
Come sta scritto nel profeta Isaìa: «Ecco, dinanzi a te
io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via.
Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del
Signore, raddrizzate i suoi sentieri», vi fu Giovanni,
che battezzava nel deserto e proclamava un battesimo
di conversione per il perdono dei peccati.
Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti
gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare
da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cin-
tura di pelle attorno ai fianchi, e mangiava cavallette e
miele selvatico. E proclamava: «Viene dopo di me colui
che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi
per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato
con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
 
Commento
Procedendo verso il Natale troviamo un compagno di
viaggio; Giovanni Battista. Dal deserto lui prepara la
strada al Signore chiedendoci con forza di cambiare
vita, di convertirci.
Come possiamo rispondere all’esortazione del Battista?
Noi non viviamo nel deserto, ma nel caos moderno
fatto di mille impegni come il lavoro, il buon andamento
della casa, la difficoltà per arrivare a fine mese, la
responsabilità di essere genitori ed educatori, di avere
genitori anziani che hanno bisogno del nostro aiuto
e le altre innumerevoli preoccupazioni.
Proprio questo stato di fatica ci fà sentire poveri e
bisognosi e proviamo fortissima la necessità di trovare
un aiuto per dare un senso al nostro correre continuo.
Abbiamo bisogno di ascoltare il grido di Giovanni e
cambiare qualcosa nella nostra vita; lasciare spazio alla
riflessione e alla preghiera per sentire nel nostro cuore
la vicinanza di Gesù. Lui, che si è fatto uomo come noi
ci comprende e ci sostiene dandoci nuova speranza.
 
Un segno da vivere in famiglia
Durante la settimana passata, è
stato aggiunto un posto a tavola,
ora dopo aver letto il brano del
Vangelo, come segno della nostra
volontà di conversione, davanti
al posto vuoto viene collocato una
Bibbia o un Vangelo.
 
Cosa cambiare nei nostri stili di vita
Questa settimana cerchiamo
di allargare il nostro sguardo
al mondo. La globalizzazione ha
reso evidente la stretta connessione
tra noi, abitanti del pianeta,
tra le sorti dei vari popoli.
C’è un legame tra il nostro stile di vita e le condizioni
in cui versano i due terzi della popolazione mondiale.
Possiamo:
– approfondire la nostra informazione sulle situazioni
del mondo, attraverso siti web di informazione
alternativa o le riviste missionarie;
– acquistare i regali di Natale presso una bottega
di commercio equo e solidale;
– optare per un regalo solidale: donazioni o adozioni a distanza.
 
Preghiera
breve silenzio di preghiera
 
Signore Dio onnipotente,
Padre di tutti gli uomini,
tu ci hai creati
perché abitassimo
nella tua casa
e tutta la nostra vita
fosse una lode alla tua gloria.
Noi però abbiamo peccato
e ci siamo allontanati da te.
Disponi i nostri cuori
ad ascoltare la voce di Giovanni
che dal deserto
chiede anche a noi
di convertirci
affinché prepariamo la strada
alla venuta del tuo Figlio Gesù.
Perdona, Signore
i nostri peccati e rendici
la gioia della tua salvezza,
perché rimaniamo
sempre nel tuo amore.
Amen
 
Scarica qui il pdf dell’intero Sussidio di preghiera per le famiglie