Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
4 Ottobre 2016

“La Città sul monte”: la nuova Lettera pastorale di mons. Nosiglia

Strumento di lavoro per la diocesi nel prossimo anno pastorale. Testo disponibile on line; copie cartacee in Curia
Facebooktwitterpinterestmail
Si intitola «La Città sul monte»: è la Lettera pastorale 2016-2017 dell’Arcivescovo di Torino mons. Cesare Nosiglia. Il libretto è disponibile in Curia (Santo Volto, via Val della Torre 3) da lunedì 12 settembre 2016. Verrà inviato anche a tutti gli abbonati dei settimanali «La voce del popolo» e «il nostro tempo» e
 
Il testo è scaricabile in formato pdf cliccando sul seguente link (o scaricando l’allegato qui al fondo).
 
Il titolo «La città sul monte» si riferisce alle parole di Gesù «Voi siete la luce del mondo. Non può rimanere nascosta una città collocata sopra un monte» (Vangelo di Matteo 5, 14). La Lettera delinea il programma di lavoro per la diocesi di Torino nel prossimo anno pastorale: un cammino che sarà incentrato sulla riflessione sui temi della «Evangelii gaudium» di Papa Francesco e sulle indicazioni del Convegno nazionale della Chiesa italiana di Firenze, celebrato nel novembre 2015. La Lettera di mons. Nosiglia intende dunque essere uno «strumento di lavoro» da utilizzare in ogni parrocchia, così come indicato dall’Assemblea diocesana.

L’Arcivescovo indica due percorsi prioritari: il riassetto della diocesi e la scelta di famiglie, giovani, poveri come campi di lavoro per l’evangelizzazione. Il riassetto della diocesi non è un problema organizzativo (chiudere parrocchie, spostare sacerdoti…), ma una importante questione di Chiesa e di pastorale: si tratta infatti di coinvolgere tutti i credenti del territorio, in modo che tutti si sentano corresponsabili dell’impegno della propria comunità. Lo spirito del servizio è quello della «fraternità», valore che mons. Nosiglia ha posto al centro del suo messaggio alla Città per la festa di San Giovanni.

La Lettera pastorale è diversa dalle precedenti dell’Arcivescovo: ad una prima parte, breve, di riflessione e sintesi, seguono due serie di schede: una dedicata ad approfondire i contenuti della «Evangelii gaudium» di Papa Francesco (al centro della vita di fede oggi c’è l’annuncio gioioso del Vangelo di Gesù Cristo). Una seconda parte è formata da 5 schede che approfondiscono gli «ambiti» indicati dal Convegno di Firenze: «Uscire», «Annunciare», «Abitare», «Educare», «Trasfigurare».

 
Su YouTube è possibile vedere l’intervento di mons. Nosiglia sulla Lettera Pastorale negli studi del TGR Piemonte nel corso del telegiornale del 12 settembre 2016.