Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
7 Luglio 2016

Maison des Chamois: festa per i 60 anni

Sabato 16 luglio 2016 in Valle Stretta con mons. Brunetti
Facebooktwitterpinterestmail
Quest’anno sarà una giornata davvero speciale quella che si svolge ogni terzo sabato di luglio alla Maison de Chamois. Ricorre infatti il 16 luglio 2016 il 60° compleanno della Maison e dei Campi della Gioventù in Valle Stretta. L’ospite d’onore sarà un Vescovo che però è di casa… Si tratta di mons. Marco Brunetti, che da qualche mese è Vescovo di Alba: è originario di Nichelino ed è anche lui un «Ragazzo di Valle Stretta», perché nei ricordi della sua gioventù ci sono le estati passate ai Campi quassù. Alle 11 presiederà lui la concelebrazione eucaristica alla Croce dei Ragazzi in Cielo che ricorda tutti i giovani dei «Campi», morti prematuramente di incidente o malattia.
 

La storia della Maison des Chamois è iniziata nel 1956 con don Paolo Gariglio e un primo gruppo di giovani. Da allora l’esperienza dei campi in montagna si è ripetuta ogni estate, senza interruzioni. Nel primo decennio la Maison ha ospitato i ragazzi di Lingotto, poi quelli di Mirafiori Sud e da quarant’anni è meta della gioventù di Nichelino e di altri gruppi torinesi. Si calcola che in questi sei decenni la Maison des Chamois abbia ospitato qualcosa come 25 mila giovani delle parrocchie di Torino e Nichelino! All’interno del rifugio, che si trova a quota 2.100 metri, sono in corso importanti interventi di risanamento e sistemazione, a cura dell’Associazione Amici Maison des Chamois. I lavori, che nelle settimane scorse hanno visto all’opera diversi volontari, sono ora sospesi per consentire lo svolgimento dei Campi 2016 e saranno portati a termine in autunno.

 

Per la giornata del 16 luglio è prevista un’alta affluenza di «ex» dei Campi. Chi vuole salire in Valle Stretta dovrà lasciare le auto (compresi i fuoristrada) nelle apposite aree di sosta allestite dal Comune di Nevache, prima dei rifugi Terzo Alpini e Re Magi, a un’ora di cammino dalla Maison des Chamois. (m.co.)

 

(testo tratto da «La Voce del Popolo» del 10 luglio 2016)