Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Ostensione 2015: davanti alla Sindone 100 studenti dell’Erasmus. E due sposi novelli

Lunedì 11 maggio 2015 in visita imprenditori europei, ortodossi russi e la fraternità del movimento Comunione e Liberazione. Pellegrini attesi martedì 12 maggio
Facebooktwitterpinterestmail

Lunedì 11 maggio 2015 cento universitari, tra studenti e docenti, del progetto Erasmus, provenienti in buona parte dagli Stati Uniti, hanno pregato, alle 19 davanti alla Sindone, accompagnati dal professor Donato Firrao, docente di Tecnologia dei materiali metallici al Politecnico e presidente del Collegio Einaudi. Per prepararli al momento è stato organizzato, alle 17, un incontro nella sacrestia della chiesa dei Santi Martiri di via Garibaldi 25, con la proiezione del video di prelettura del Telo e con un intervento di don Ermis Segatti per un inquadramento teologico-spirituale della contemplazione.

Altri pellegrini della giornata:

-gruppo di 120 persone della diocesi cristiano-copto-ortodossa di Milano;

-imprenditori e dirigenti d’imprese italiane aderenti all’associazione Imprenditori Dirigenti Europei (Ide);

– gruppo di 58 ortodossi russi, provenienti dalla comunità di Dortmund guidati dal prete Vadim Abramov;

 -tra i pellegrini anche Emilia e Fabio, che si sono sposati proprio lunedì 11 maggio. Subito dopo il matrimonio, si sono recati al bookshop di piazza Castello per una prenotazione in giornata. Auguri!

Alle 21.30 in Cattedrale la Fraternità del movimento Comunione e Liberazione della diocesi di Torino si è ritrovata per la celebrazione di una Messa presieduta da don Primo Soldi, assistente religioso del movimento CL di Torino e parroco della chiesa Piergiorgio Frassati. «Davanti alla Sindone – recita un testo pubblicato dalla Fraternità di CL – porteremo con noi la carezza della misericordia che abbiamo ricevuto il 7 marzo scorso in piazza San Pietro incontrando, con altri 80mila fedeli, Papa Francesco, in occasione del ricordo dei dieci anni dalla morte di don Luigi Giussani. Una riflessione andrà anche alle ferite dell’Uomo della Sindone, identificabili con quelle del popolo cristiano oggi più perseguitato».

«Nell’anno in cui ricordiamo i dieci anni della salita al cielo di don Giussani, testimone e maestro della fede – afferma Paolo Gardino, responsabile diocesano della Fraternità di CL – preghiamo per i tanti testimoni e martiri della fede che in questi mesi ci pongono dinnanzi agli occhi l’adesione e l’amore a Cristo fino al sacrificio della vita».

Visite attese martedì 12 maggio

 -In visita alla Sindone alle 10 il generale Valerio Zugo della Guardia di Finanzia.

-Alle 15.30 l’ambasciatore della Repubblica di Serbia Boban Jovanovic, presidente onorario della diaspora montenegrina, accompagnati da don Roberto Gottardo, presidente della Commissione diocesana per la Sindone.

– Alle 17 cento studenti iscritti a Scienze infermieristiche all’università Cattolica al Cottolengo. Molti di loro hanno svolto i tirocini proposti da Medical Services e negli Accueil.

Tirocini per universitari nell’ambito dell’Ostensione

Durante le settimane dell’Ostensione un buon numero di studenti universitari avrà l’opportunità di svolgere tirocini curricolari con crediti formativi all’interno dei vari settori dell’organizzazione, grazie alla collaborazione tra il Comitato per l’Ostensione, la Pastorale Universitaria dell’Arcidiocesi di Torino e l’ufficio Job Placement del Campus Einaudi. È un’esperienza che coinvolge i futuri medici, farmacisti e infermieri dell’Università degli studi di Torino e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore presso il Cottolengo, gli studenti della Scuola di Scienze giuridiche, politiche ed economico-sociali e gli iscritti ai corsi di laurea in Comunicazione pubblica e politica, Comunicazione ICT e Media. L’Ostensione della Sindone diventa così l’occasione per misurarsi con l’organizzazione, la gestione e la comunicazione di un grande evento.

Tutte le informazioni relative ai posti ancora disponibili si trovano sul sito www.universitari.to.it

La Messa in tutte le lingue

La diocesi di Torino ha organizzato celebrazioni in ben 11 lingue diverse per offrire l’opportunità ai tanti pellegrini stranieri in visita a Torino per l’Ostensione di partecipare alla celebrazione eucaristica nella propria lingua d’origine. Ecco i prossimi appuntamenti: mercoledì 13 maggio alle 11 Messa in tedesco per 52 pellegrini provenienti da Bressanone presso la chiesa di San Domenico; alle 12 Messa in inglese per 51 etiopi presso la chiesa del Santo Sudario e, alle 16, Messa in francese presso la basilica del Corpus Domini per alcuni fedeli francesi provenienti da Strasburgo.

Eventi culturali

-Un “concerto reading” nei luoghi della sofferenza. Ha fatto tappa alla Piccola Casa del Cottolengo lunedì 11 maggio alle 21 il concerto «SinGdone» proposto da Lorenzo Cuffini, in collaborazione con l’Ufficio per la pastorale della cultura della diocesi di Torino. Dopo il Ferrante Aporti e l’Auditorium del Santo Volto, lo spettacolo è in programma il 25 maggio alla Casa circondariale Lorusso e Cutugno e il 15 giugno all’ospedale Fatebenefratelli.

Eventi in provincia

-Il Museo civico «A. Tazzetti» di Usseglio propone, fino al prossimo 28 giugno, l’esposizione «Sulle tracce della Sindone», un viaggio fotografico che ripercorre il tragitto del Telo da Chambéry e Torino, attraverso le Valli di Lanzo. Curata dagli studiosi locali Marino Periotto e Marinella Fugazza, la mostra si compone di 30 pannelli fotografici che offrono una raccolta di immagini e testimonianze sindoniche (ex voto, affreschi, dipinti, manufatti vari) presenti nei Comuni di Chambéry e paesi della Maurienne, Balme, Corio, Lanzo, Lemie, Mezzenile, Usseglio,  Viù, oltre ad alcuni centri della pianura canavesana).

– «La storia in un lenzuolo» è il titolo della mostra storica in programma nei Comuni di Giaveno e S. Ambrogio, proposta dalle parrocchie di S. Lorenzo (Giaveno) e S. Giovanni Vincenzo (S. Ambrogio). Curata dal bibliofilo ed esperto di storia ed arte Renato Favaron, la mostra racconta con libri, incisioni, documenti e dipinti originali dell’epoca, la storia della Sindone dal 1578 a oggi. «Obiettivo della mostra – commenta il curatore – è quello di fornire uno spunto di riflessione in preparazione alla visita che faremo alla Sindone, diffondendone la conoscenza storica e l’attenzione al significato spirituale».

(fonte: http://www.sindone.org/)
(Per ulteriori informazioni e approfondimenti cliccare sullo speciale Ostensione 2015”)