Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

Santuario di Santa Rita: nel mese di maggio tutte le sere il Rosario in streaming

Dal lunedì al venerdì alle 21 la preghiera guidata dalle famiglie; al sabato alle 18.30 la celebrazione con il parroco
Facebooktwitterpinterestmail

Le famiglie della parrocchia Santa Rita di Torino pregano il rosario e lo fanno on line. La proposta nasce dal desiderio di pregare nel mese dedicato a Maria e di farlo in una dimensione domestica ma rivolgendosi a tutta la comunità. È nato così il rosario nelle case proposto sul profilo Facebook dell’oratorio santa Rita o accedendo dal sito www.srita.it dal lunedì al venerdì alle 21. «Una dimensione, quella domestica», spiega il parroco don Roberto Zoccalli, «che le restrizioni della pandemia ci hanno in qualche modo ‘costretto’ a valorizzare, anche dal punto di vista spirituale. Perciò ho pensato di proporre a tutti di riscoprire la bellezza di pregare il Rosario a casa nel mese di maggio».

Tre le particolarità che caratterizzano la proposta: la statuetta della Vergine Maria negli anni passati raggiungeva diversi punti del quartiere in cui ogni sera si svolgeva il rosario. In questo mese invece il pellegrinaggio della statuetta raggiunge ogni sera una famiglia diversa che apre la porta di casa alla preghiera comunitaria accogliendola come parte appunto della vita familiare.

Alla proposta di don Zoccali hanno risposto oltre 15 famiglie dei ragazzi del catechismo, dell’oratorio, della scuola materna, dei gruppi famiglie, dei giovani: «In questo periodo», è il commento di una delle famiglie coinvolte, «è ancora più bello potersi sentire parte della comunità parrocchiale». «Come ci ha ricordato Papa Francesco», spiega ancora don Roberto, «ci riscopriamo Chiesa domestica. Non c’è il prete o il diacono a farci pregare, ma sono le famiglie nella loro semplicità a pregare aiutando tutta la comunità parrocchiale e tutti quelli che si vorranno collegare, in particolare gli anziani e i malati che non possono spostarsi da casa».

Un’altra particolarità del rosario nelle case è la preghiera finale che Papa Francesco ha affidato in questo tempo di emergenza: la supplica viene letta da alcuni adolescenti e giovani che si alternano di settimana in settimana. «È l’anno che la nostra comunità di Santa Rita sta dedicando a loro ed è un bel segno di partecipazione e di attenzione della nostra comunità».

A chiudere il momento di preghiera, il canto del Magnificat registrato nel tempo del lockdown da 90 coristi del Coro Hope per la preghiera, dono a servizio della comunità. Ogni sera quindi l’appuntamento è alle 21 per la preghiera dalle case, il sabato alle 18.30 invece il rosario viene recitato in Santuario, sempre in streaming.

(Maurizio VERSACI da «La Voce E il Tempo» del 17 maggio 2020)