Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
22 Giugno 2017

A Carmagnola con «Apri» c’è la Cena al buio

Facebooktwitterpinterestmail
domenica 25 Giugno

Carmagnola (TO) – Continua il viaggio di sensibilizzazione dell’associazione Apri-onlus (pro retinopatici e ipovedenti) nei comuni piemontesi. La delegazione ha fatto visita al sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio per parlare di dinamiche e questioni che ruotano intorno al mondo della disabilità visiva.

«Siamo soddisfatti dell’incontro e grati della cordialità del sindaco», ha commentato al termine il presidente di Apri, Marco Bongi, «che nella sua esperienza da insegnante ha raccontato di aver conosciuto anche allievi ipovedenti. Insieme si è parlato di un piano di abbattimento delle barriere architettoniche e di una riqualificazione del centro storico attenta anche alle esigenze di chi ha disabilità visive».

Progetti confermati anche dalla prima cittadina carmagnolese: «Tra le priorità per il centro la sistemazione dei marciapiedi dissestati», precisa Gaveglio, «una possibile minaccia per chiunque, tanto più per gli ipovedenti». L’incontro è stato anche un’occasione per ragionare a tutto campo sul tema dei trasporti, uno dei problemi maggiori per disabili visivi che non vivono in grandi città, sanità e prevenzione della cecità e servizi sociali.

L’associazione organizza una cena completamente al buio domenica 25 giugno 2017 a partire dalle 20, presso Casa Frisco (via Savonarola 2). I partecipanti potranno comprendere le difficoltà quotidiane delle persone non vedenti. Il costo della cena è di 25 euro. Per prenotazioni: cell. 339.7460868. (j.c.)

25/06/2017 20:00
25/06/2017 20:00
Associazioni e movimenti, Appuntamenti