Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica: «Guerra ai libri», ricerca sui casi editoriali di censura, ancora attuale

venerdì 20 Maggio

Un libro del Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica diretto da Roberto Cicala presenta un’indagine curata da giovani laureandi: anteprima il 18 maggio 2022 a Milano con presentazione e reading il 20 maggio al Salone del libro

In un momento storico in cui la libertà è ancora combattuta esce una raccolta antologica di casi editoriali di censure in diverse parti del mondo e varie epoche: «Guerra ai libri, Casi editoriali di censura» (ed. Educatt, pp. 132, euro 9) nasce da una ricerca dei giovani del Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica di Milano, dove è in programma un’anteprima mercoledì 18 maggio alle 17,30 in via Necchi 9, mentre la presentazione con reading, in cui intervengono Roberto Cicala e Mario Baudino, è al Salone del libro di Torino venerdì 20 maggio alle ore 13,45 in sala Madrid.

Da Erasmo a Kafka, da Orwell a Pasolini, fino alla saga di Harry Potter e a graphic novel sono molti gli esempi di una guerra che non si avvale di armi convenzionali ma imbavaglia la libertà d’espressione di autori che hanno sfidato regole morali ed etiche del loro tempo. Guerra ai libri lascia che questi libri ci parlino e aprano la nostra mente, anche provocandoci. Scrivono i curatori della ricerca: «alcuni contenuti possono non essere condivisi, ma sta a ognuno di noi cogliere in queste pagine il giusto spunto perché questa guerra non mieta nuove vittime letterarie e appicchi nuovi roghi di libri», come quelli dei protagonisti di Fahrenheit 451, che volevano «ridurli in cenere e poi bruciare la cenere».

L’attualità della censura nella triste primavera del 2022 segnata dall’invasione russa dell’Ucraina è testimoniata da una guerra parallela alle parole che, dalle pagine cartacee o digitali di libri e giornali, mina la libertà di espressione di chi perciò si industria con ogni tentativo possibile per non farsi colpire e azzerare, usando anche la tecnologia di blockchain e videogiochi per diffondere le notizie e i termini proibiti «guerra» o «invasione». Ed è indicativo, scrive Cicala nella presentazione, «che oggi siano soprattutto i giovani a volere innanzitutto capire che cosa sia il fenomeno della censura a partire dai libri: significa discutere le ragioni e i modi del controllo della cultura individuando le caratteristiche di ciò che è più o meno legale. Ma proprio dalle nuove generazioni arriva la volontà di sventare il rischio di cadere nella generalizzazione, in tempo di politically correct, di cancel culture, di denigrazione del mondo Lgbtq+ e di campagne di chi si sente sempre woke».

Il volume fa parte della collana Quaderni del Laboratorio di editoria

Informazioni su https://libri.educatt.online/servizi-editoriali/serie-dedicate/quadernidel-laboratorio-di-editoria/

È possibile anche scrivere mail all’indirizzo librario.dsu@educatt.it

Link agli eventi Facebook di presentazione:

-Milano 18 maggio: https://fb.me/e/27iwIkGe8

-Torino 20 maggio: https://fb.me/e/2ybrRt20M

20/05/2022 00:00
20/05/2022 00:00
Altro, Salone del Libro
Torino
Piemonte
Italia
Via Nizza, 10127 Torino, Piemonte Italia
condividi su