Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

«RadicalisatiOFF. Spegni l’odio in città!», evento finale

Facebooktwitterpinterestmail
mercoledì 29 Maggio

«RadicalisatiOFF» è il dialogo strutturato di due giorni (29 e il 30 maggio 2019) a cui partecipano fino a 400 giovani (fra i 14 e i 30 anni), 15 youth workers che hanno seguito le attività preparatorie, e 15 decisori politici della Città di Torino. Appuntamento nella sala Congressi Santo Volto in via Borgaro, 1 angolo via Val della Torre a Torino.

La partecipazione è libera e può anche essere a una sola delle due giornate o a entrambe.

 

Nei mesi scorsi adolescenti e universitari hanno partecipato alle attività organizzate dalle associazioni partner (vedere elenco qui sotto), dai Centri di Protagonismo giovanile e da altre realtà della Città Metropolitana di Torino con l’obiettivo di confrontarsi sul tema della radicalizzazione dell’odio in Città e proporre soluzioni creative ed educative al suo contrasto.

RadicalisatiOFF sviluppa gli Youth Gaols 2018 dell’Unione Europea che sono:

  1. Conoscenza dei valori e del funzionamento dell’Unione Europea come antidoto alle narrative violente;
  2. Promozione dell’uguaglianza di genere come prevenzione dell’estremismo violento;
  3. Promozione di una società inclusiva e contrasto alla discriminazione;
  4. Accesso a un’informazione corretta, media literacy e contrasto all’hate speech;
  5. Educazione non formale come prevenzione dell’estremismo violento;
  6. Centri di Protagonismo Giovanile quali canali di partecipazione giovanile;
  7. Promozione dell’accesso dei giovani con minori opportunità alle associazioni giovanili e ai programmi europei.

“Spegni l’odio in città”, finanziato dal programma Erasmus + dell’Unione Europea nella Call 2018 3 KA3 – Support for policy reform, è un percorso di formazione, discussione e condivisione tra le/i giovani di Torino, le associazioni partner che agiscono sul territorio, i Centri di Protagonismo Giovanile e le istituzioni pubbliche cittadine, con gli obiettivi di:

trovare insieme nuovi modi per arginare i fenomeni di radicalizzazione negli spazi che la Città riserva alle/ai giovani;

dialogare con le istituzioni pubbliche affinché approvino politiche di sostegno alle azioni giovanili contro l’odio;

porre le/i giovani al centro del tema, assicurandogli uno spazio di espressione comunitario e creativo.

Per prevenire un’evoluzione sempre più stringente verso politiche securitarie e punitive nei confronti delle/dei giovani, bisogna tornare ad ascoltarle/ascoltarli e creare i necessari ponti con le istituzioni per sperimentare quella che potrebbe diventare una buona prassi anche a livello nazionale.

Poiché il tema è prioritario nei quartieri di Torino come a livello europeo, RadicalisatiOFF è il banco di prova per sperimentare collaborazioni e complementarietà necessarie per promuovere una cultura di pace a livello locale ed europeo.

Il progetto ha ottenuto il Patrocinio della Città Metropolitana di Torino.

 

PROGRAMMA del 29 e 30 maggio:

Agorà- 29 maggio 2019

L’Agorà era lo spazio di confronto politico nell’antica Grecia ed è lo spazio di confronto anche per il progetto RadicalisatiOFF. Tutti i giovani che hanno partecipato al progetto si incontrano insieme per la prima volta.

Programma della giornata:

9.00-10.00 Arrivo e registrazione partecipanti

10.00-11.00 Sessione plenaria di avvio dei lavori, saluti istituzionali e introduzione della giornata

11.00-13.00 Agorà: attività di discussione, laboratori di idee, proiezioni video, performance artistiche e workshop organizzati da tutti i partner di RadicalisatiOFF, dalle organizzazioni e dai gruppi formali e informali di giovani coinvolti nel progetto

13.00-15.00 Pausa pranzo con possibilità di partecipazione ad attività sportive, laboratoriali ed espressive

15.00-16.30 Agorà: attività di discussione, laboratori di idee, proiezioni video, performance artistiche e workshop organizzati da tutti i partner di  RadicalisatiOFF, dalle organizzazioni e dai gruppi formali e informali di giovani coinvolti nel progetto

16.30-17.00 Sessione plenaria di raccolta di feedback della giornata

17.00-18.00 Recognize&Change: le proposte dei giovani contro la discriminazione. Proiezione della Web Serie Storie InterRotte del progetto Check point: storie di frontiere tra Europa e Sahel

 

A TuXTO- 30 maggio 2019

Le proposte sviluppate dai giovani nelle attività preparatorie e arricchite dagli stimoli provenienti da tutti i partecipanti nell’attività di Agorà vengono discusse con i decisori politici e i rappresentanti della Città di Torino.

Programma della giornata:

9.30-10.00 Arrivo e registrazione dei partecipanti

10.00-11.00 Sessione plenaria di avvio dei lavori, presentazione dei decisori politici e dei tecnici della Città di Torino che parteciperanno alla giornata

11.00-13.00 World Cafè: tavoli di discussione informale tra i decisori politici e i referenti delle politiche giovanili e i giovani

13.00-15.00 Pausa pranzo con possibilità di partecipazione ad attività sportive, laboratoriali ed espressive

15.00-17.00 Tavoli tematici di elaborazione delle proposte sul manifesto di RadicalisatiOFF

17.00-18.00 Sessione plenaria di presentazione delle versioni finali delle               proposte elaborate dai gruppi tematici con il commento dello scrittore              e giornalista Paolo Berizzi e monitoraggio del livello di adesione attraverso strumenti di interazione online

Ore 18 conclusioni.

 

Partner dell’iniziativa.

CENTRO STUDI SERENO REGIS

Il Centro Studi Sereno Regis è un’associazione di volontariato, indipendente e no profit, fondata nel 1982 dal gruppo piemontese del Movimento Internazionale della Riconciliazione (sezione italiana dell’International Fellowship of Reconciliation – IFOR) e del Movimento Nonviolento (sezione italiana della War Resisters’ International – WRI). La mission è promuovere una cultura di pace e nonviolenza.

el suo senso più ampio nonviolenza significa riconoscere che ogni essere, vivente e non vivente, è interconnesso, e che le nostre azioni dovrebbero sempre essere reversibili.

 

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA BALON MUNDIAL ONLUS

A.S.D Balon Mundial Onlus è un’organizzazione senza fini di lucro fondata nel 2012 ed è la prima ONLUS sportiva fondata in Piemonte.

 

Il suo obiettivo è di contrastare ogni forma di discriminazione e razzismo, usando lo sport come veicolo di educazione e di lotta all’esclusione sociale. L’Associazione mira alla promozione e alla diffusione di valori quali la solidarietà, la protezione dei diritti civili e la pratica di stili di vita salutari.

Attraverso lo sport sostiene attività educative che facilitano l’integrazione, infatti i gruppi a cui si rivolge sono i giovani e le comunità di migranti che vivono a Torino. Ogni estate da dieci anni l’Associazione organizza la Balon Mundial Cup un campionato di calcio per migranti che vivono a Torino e dintorni.

 

ASSOCIAZIONE ISLAMICA DELLE ALPI

L’Associazione islamica delle Alpi è la principale realtà associativa della comunità islamica torinese con due sedi frequentate settimanalmente da circa 2000 persone .

L’Associazione opera per la promozione della partecipazione attiva dei musulmani torinesi nella società, per l’educazione ai valori della cittadinanza e del vivere comune; inoltre, è obiettivo proprio dell’Associazione denunciare e isolare tutte le discriminazioni e contrastare ogni forma di fanatismo e violenza. All’interno dell’associazione è attivo un gruppo di circa 50 ragazze e ragazzi che attraverso riunioni, attività e laboratori sviluppano i temi della spiritualità musulmana e della cittadinanza attiva.

Nel corso degli ultimi tre anni i ragazzi hanno promosso momenti di dialogo con i loro coetanei torinesi di altre fedi, nonché momenti di conoscenza nei luoghi pubblici con banchetti e biblioteche viventi, curato la produzione e la diffusione di materiali cartacei e audiovisivi sui social media.

 

ALTERA GENERATORE DI PENSIERI IN MOVIMENTO

L’Associazione culturale Altera nasce nel 2001 dalla collaborazione di lavoratori, studenti e docenti dell’area torinese proponendosi di comprendere e discutere criticamente i mutamenti politici, culturali, artistici e sociali della società in cui viviamo.

Altera è autonoma, democratica, apartitica, aconfessionale, pluralista e non persegue finalità di lucro; opera nel settore della promozione culturale, realizzando attività di spazi di protagonismo cittadino, promuovendo ogni nuova forma di partecipazione attiva delle giovani generazioni e perseguendo un’etica di confronto, convivenza civile, secondo i  principi della legalità democratica. Altera realizza sull’intero territorio piemontese:

– iniziative di promozione cinematografica, spesso in collaborazione con i festival torinesi;

– attività di formazione rivolte a studenti delle scuole superiori nella forma dell’alternanza scuola-lavoro e alla cittadinanza tutta su diversi temi.

 

ASSOCIAZIONE TEDACA

Tedacà nasce nel 2002 dall’idea di tre artisti: un attore (TEatro), una ballerina (DAnza) e una cantante (CAnto). con lo scopo principale l’espressione dell’umano attraverso l’uso delle arti della scena.

Per Tedacà, il teatro, la danza, il canto e la musica sono strumenti fondamentali di racconto e testimonianza dell’essere umano, delle sue difficoltà, delle sue contraddizioni, capacità e desideri. L’Associazione fonda i suoi principi sull’accessibilità dell’arte performativa e sostiene l’arte come mezzo in grado di esprimere i problemi sociali e individuali della contemporaneità. Pertanto, negli spettacoli organizzati dall’Associazione spesso sono rispecchiati i più recenti bisogni della nostra società.

 

EDUCADORA ONLUS

Educadora Onlus è un’associazione indipendente che opera all’interno dell’Hub Multiculturale Cecchi Point. Con attività  pensate principalmente per i giovani del quartiere Aurora di Torino. con hanno diversi obiettivi:

Incentivare relazioni egualitarie basate sulla solidarietà e la condivisione;

Garantire libertà di espressione, libertà di accesso alle arti, alla cultura e         allo sport.

In un quartiere come quello di Aurora, caratterizzato da povertà, disoccupazione, abbandono scolastico e crisi delle relazioni sociali e dunque da condizioni materiali e spirituali che influenzano direttamente le possibilità di crescita dei giovani Educadora Onlus e Hub Multiculturale Cecchi Point offrono ai giovani la possibilità di esprimere se stessi attraverso l’arte, insegnando loro l’importanza del prendersi cura del proprio corpo, di aprire le loro menti attraverso film e opere teatrali non reperibili in TV o sulle piattaforme web tradizionali. Inoltre, l’Associazione intende creare relazioni tra giovani che siano libere dall’interesse economico e da forme di discriminazione etnica e di genere.

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE COMALA

Comala è uno spazio pubblico, utilizzabile da tutte/i, ricavato grazie al recupero di una porzione dell’ex Caserma La Marmora di c.so Ferrucci 65. È uno spazio polifunzionale che comprende sale prove musicali, studi di registrazione, aule dedicate ai laboratori, un ampio salone di 140 mq e un dehor esterno. La struttura ospita quotidianamente le attività di svariate associazioni e gruppi informali (principalmente giovanili, ma non solo): corsi di musica, di teatro e di danza, produzioni audio, video e multimediali, progetti e incontri dedicati alla mobilità internazionale, alla cittadinanza attiva e al protagonismo giovanile.

La struttura è gestita dall’Associazione culturale Comala che si occupa direttamente di alcuni servizi, del coordinamento tra i diversi soggetti attivi, del mantenimento e dello sviluppo, in collaborazione con la Città e la Circoscrizione 3 del Comune di Torino, della rete territoriale collegata alla struttura e del coinvolgimento delle associazioni, dei gruppi e dei ragazzi all’interno di progetti locali e internazionali.

 

ASSOCIAZIONE MINOLLO COOPERAZIONE SOCIALE NELLA CITTA’

L’Associazione Minollo nasce nel 1995 con l’obiettivo primario di prevenire l’abbandono del percorso scolastico da parte dei giovani.  La missione dell’associazione è potenziare la sinergia tra scuole, famiglie e territorio attraverso la creazione di una rete di associazioni impegnate nel lavoro di educazione dei più giovani. Questa sinergia è il primo passo per costruire una comunità che sia in grado di aiutare i giovani nella loro crescita personale.

 

Giosef Torino – Marti Gianello Guida A.P.S.

Giosef Torino Marti Gianello Guida A.P.S. è un’associazione di promozione sociale che mira a promuovere la cittadinanza Euromediterranea nel rispetto dei diritti umani, delle diversità interculturali e dei principi di non-discriminazione. Fondata nel 2004 come sede della rete nazionale Giosef Italy – GIOvani SEnza Frontiere. L’associazione sostiene la formazione culturale e sociale nonché la mobilità internazionale dei giovani per promuovere la cittadinanza globale e la partecipazione attiva. A questo scopo essa promuove programmi di educazione non formale e apprendimento interculturale a livello locale ed internazionale e progetti di mobilità internazionale. L’Associazione attraverso il proprio operato afferma i diritti umani in tutti i loro aspetti e contraddizioni, al fine di promuovere una cultura di antisessismo e antirazzismo, per lottare contro tutte le forme di discriminazione e pregiudizio, in chiave intersezionale.

 

COOPERATIVA VALPIANA

La Cooperativa Valpiana viene fondata nel 1987 da alcuni membri del consiglio di amministrazione del Comitato Difesa dei Fanciulli e si propone di fornire a quei giovani che vivono in situazioni di particolare disagio ed esclusione strumenti che ne favoriscano l’inserimento sociale. Negli anni, ha maturato una consistente esperienza nel settore socio-assistenziale, nella progettazione ed organizzazione di servizi per minori, giovani adulti, donne, uomini e famiglie in difficoltà con i loro figli.

La relazione è il cuore della progettazione dei servizi, intesa come accoglienza della persona nella sua essenza. Questa si declina nella prassi quotidiana attraverso la vicinanza affettiva, la guida educativa ed interventi continuativi e coerenti.

 

SERVIZIO CIVILE INTERNAZIONALE

È un movimento laico di volontariato, presente in 43 Paesi in tutto il mondo. Da 90 anni promuove attività e campi di volontariato sui temi della pace e del disarmo, dell’obiezione di coscienza, dei diritti umani e della solidarietà internazionale, degli stili di vita sostenibili, dell’inclusione sociale e della cittadinanza attiva.

Alla base c’è un impegno concreto a cambiare situazioni di disuguaglianza, ingiustizia, degrado, violazione dei diritti umani e la filosofia delle attività del Servizio Civile Internazionale è da sempre caratterizzata dalla concretezza.

 

Contatti e info: www.radicalisatioff.org, radicalisatioff@serenoregis.org, Phone: +39 011532824, WhatsApp: +39 3755283076

 

29/05/2019 00:00
30/05/2019 00:00
Associazioni e movimenti
Torino
Piemonte
Italia
Via Borgaro 10149 Torino Piemonte Italia