Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
25 Febbraio 2019

«San Francesco secondo Giotto», in mostra a Torino riproduzione fotografica degli affreschi di Assisi

Facebooktwitterpinterestmail
domenica 10 Marzo

Apre i battenti venerdì 1 marzo 2019 presso il Salone Faà di Bruno, in via San Donato 31, la mostra «San Francesco secondo Giotto», fedele riproduzione fotografica in scala 1:4 dello splendido ciclo affrescato da Giotto nella Basilica Superiore di Assisi che ripercorre le tappe della vita di Francesco in 28 episodi riprodotti a grandi dimensioni (ogni riquadro di circa mt 1×1,20) e a portata d’occhio. Una storia squadernata su parete nella quale, attraverso Francesco, riaccade tutta la bellezza dell’Antico e del Nuovo Testamento.

La mostra itinerante – prodotta da Itaca, società editrice e di promozione culturale, e curata dal professor Roberto Filippetti, già noto al grande pubblico perché da anni percorre l’Italia per introdurre bambini, giovani e adulti all’incontro con la grande arte, letteraria e pittorica – è organizzata dal Museo Francesco Faà di Bruno e dal Centro Studi Francesco Faà di Bruno, con il patrocinio della Città di Torino- Circoscrizione IV (San Donato – Campidoglio – Parella), del Comune di Torino, della Città Metropolitana di Torino, del Consiglio Regionale del Piemonte, della Regione Piemonte, con il contributo di Compagnia di San Paolo, Borello Supermercati e Cartoleria La Coccinella.

Da secoli l’arte è ridotta ad analisi e descrizione dell’opera in termini nozionistici e asettici, ma non era certo questa l’intenzione di chi chiamò Giotto a rappresentare la vita di Francesco sulle pareti della basilica costruita poco dopo la sua morte (i lavori della doppia basilica iniziarono nel 1228, mentre Francesco era morto la sera del 3 ottobre 1226). L’intento era piuttosto quello di mettere davanti agli occhi di tutti la sua vita per destare il desiderio della Bellezza infinita, quella a cui tendeva Francesco. La sua santità ha attraversato i secoli e papa Bergoglio, prendendone il nome, l’ha riproposta a tutta la Chiesa come paradigma di un uomo che ha sperimentato la misericordia di Dio e così, riconciliato con Lui, vive un’intima amicizia con l’altro e con tutta la creazione.

Venerdì 1 marzo alle ore 18, nella sala conferenze Francesco Faà di Bruno in via le Chiuse 30, si svolgerà la presentazione della mostra con il curatore Roberto Filippetti, cui seguirà l’inaugurazione (entrata libera, posti a sedere limitati).

La mostra sarà visitabile fino al 31 marzo 2019 nei seguenti giorni e orari: feriali 9-12.30, 14.30-18; sabato 9-12.30, 14.30-18.30; domenica 10-13, 15.30-19. È possibile prenotare le visite guidate, in particolare per gruppi e scolaresche, telefonando al 340.3461409 (Valeria). L’ingresso è libero. Altre informazioni sono reperibili sul sito ufficiale www.itacaeventi.it/san-francesco-secondo-giotto.

10/03/2019 (tutto il giorno)
Altro
Torino
Piemonte
Italia