Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Ufficio
Missionario

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
21 Febbraio 2022

Elenco progetti QdF 2022

"Compagni di viaggio" - Quaresima di Fraternità 2022
Tanzania, Mlandizi
Facebooktwitterpinterestmail

L’esperienza della Quaresima di Fraternità nacque 50 anni fa (1963), con lo scopo di sensibilizzare la comunità torinese e fare qualcosa di concreto contro la fame nel mondo cercando di intervenire sulle cause che la suscitano. In 50 anni di cammino la proposta  della Quaresima di Fraternità è ormai entrata nel vissuto delle nostre comunità cristiane e della Diocesi.
Alla luce dell’esperienza di pià di 50 anni di Quaresima di Fraternità, desideriamo ribadire alcuni principi e valori ispiratori dell’iniziativa, così come proporre nuovi orientamenti e attenzioni particolari maturati dalla lunga esperienza e dal confronto con la mutata situazione sociale ed ecclesiale.
Crediamo che sia parte del mandato di ogni Cristiano operare per lo sviluppo integrale di ogni persona e di ogni comunità, perché qui su questa terra possano iniziare a realizzarsi quei “cieli nuovi e terra nuova in cui ha stabile dimora la giustizia” che il Signore ha promesso. In questa prospettiva riteniamo anche che la formazione e l’educazione, nonché l’annuncio e l’evangelizzazione, siano vie maestre e irrinunciabili per raggiungere tale sviluppo integrale.
Riteniamo che la nostra attenzione e cura debba essere indirizzata in modo particolare ai più poveri fra i poveri, soprattutto a coloro che non hanno voce, che più sono dimenticati e che meno sono aiutati.
In un contesto mondiale complesso come quello attuale, ci rendiamo anche conto che non può essere solamente il peso economico di un Paese, il criterio determinante per stabilire chi è povero e chi non lo è, ma sia necessario guardare all’effettiva situazione di bisogno e di povertà di una determinata comunità od area geografica. Vi sono oggi Nazioni che a livello di PIL vengono definite potenze emergenti, ma all’interno delle quali rimangono sacche ed aree geografiche di alta povertà.
Riteniamo anche che sia parte del nostro mandato supportare e sostenere con la Quaresima di Fraternità, non tanto progetti che cercano di arginare un’emergenza, quanto piuttosto tutti quei progetti che cercano di modificare una realtà e di intervenire sulle cause che generano povertà e sottosviluppo.
Siamo consapevoli che un’opera di intervento per lo sviluppo e la crescita di una comunità non possa che partire dalla comunità stessa e non possa non realizzarsi se non con il coinvolgimento ed il contributo di ogni singolo membro della comunità. Uno slogan significativo dice “se non sei parte della soluzione, sei parte del problema”.
Siamo consapevoli che gli interventi di solidarietà per lo sviluppo sono portatori di una inevitabile valenza politica, a volte anche di protesta e denuncia. Tale valenza deve essere consapevole e mai ingenua, sempre rispettosa e mai violenta. Il coraggio e la prudenza vanno sempre contemperati perché l’intervento per lo sviluppo e la cooperazione non sia mai ingenuo o insignificante.
È per noi fondamentale far sì che la nostra azione si sviluppi attraverso il coinvolgimento delle Chiese locali nostre sorelle verso le quali sentiamo l’impegno non solo ad un aiuto solidale e fraterno, ma anche la responsabilità di costruire legami di conoscenza e fratellanza; nella Chiesa siamo tutti fratelli per cui non c’è una parte che dona ed una che riceve, ma c’è un reale e profondo scambio di beni e di fede. In questa prospettiva ci sembra importante caratterizzare i nostri progetti con un profondo senso di ecclesialità inteso come sostegno a persone che partono con un mandato (es. missionari presenti in aree dove la Chiesa non è presente, almeno ufficialmente..) ed anche come rapporto con la chiesa locale.
In questi anni, la Diocesi di Torino, ha consolidato rapporti particolari di fratellanza con alcune Chiese in terra di missione, soprattutto con le Chiese presso le quali operano i nostri sacerdoti Fidei Donum. Allo stesso modo il cammino storico della Quaresima di Fraternità ha suscitato alcune iniziative di solidarietà operanti nella Diocesi (es. Ufficio per la Pastorale dei Migranti). Queste realtà, che chiamiamo progetti diocesani, rappresentano il primo e privilegiato impegno di fraternità e solidarietà della nostra Chiesa torinese, ecco perché, in spirito di comunione ecclesiale e diocesana, si richiede a tutte le comunità della Diocesi di contribuire alla loro realizzazione.

ENTITÀ
Poiché il finanziamento dipende dalla carità delle comunità e di singoli privati della diocesi, le somme disponibili sono relativamente limitate; l’esperienza ha mostrato che vi è un “limite naturale” oltre il quale non si ha la forza di finanziare un progetto, per questo motivo il contributo richiesto per progetto non dovrà superare l’importo di € 15.000,00.
Se la natura del progetto richiedesse finanziamenti maggiori, si potrà prendere in considerazione la possibilità di frazionare il finanziamento su più anni (NB.: massimo in 3 anni) o estrapolarne una parte per il finanziamento.
Ogni progetto verrà finanziato secondo i contributi ricevuti finalizzati a quel progetto ma, in spirito di solidarietà e di aiuto reciproco, in linea col desiderio di aiutare chi è più debole e meno aiutato, qualora il progetto ricevesse un finanziamento superiore al contributo richiesto l’eccedenza sarà ridistribuita sugli altri progetti.

EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI
I contributi raccolti verranno erogati al termine della raccolta quaresimale e immediatamente dopo che le singole comunità abbiano trasmesso gli importi all’ufficio
missionario.
Al totale generale raccolto verranno detratte le spese organizzative e l’ammontare necessario per un completo finanziamento dei progetti diocesani. Dopodiché il rimanente sarà distribuito secondo le proporzioni e destinazioni espresse dalle comunità e dai singoli offerenti. Nel caso in cui qualche progetto non ricevesse alcun contributo dalle comunità, nessun finanziamento sarà ad esso erogato.
In questo quadro si ritiene opportuno che anche le comunità che raccolgono durante la Quaresima per progetti non inseriti nella Quaresima di Fraternità, partecipino con una quota del 20% delle raccolte a sostenere i progetti diocesani.

PROGETTI QdF 2022

Qui di seguito l’elenco dei progetti presentati alle Comunità della nostra Diocesi per la Quaresima 2022, in allegato alla pagina tutte le schede analitiche in ordine numerico di progetto. Come ogni anno istituti, enti ed associazioni promotori si rendono disponibili per incontri in cui poter presentare i progetti alle vostre comunità. Per contatti scrivere a animiss@diocesi.torino.it o tel. 011.51.56.374. Grazie.

PROGETTI DIOCESANI
1 KENYA –  NAIROBI – Don PAOLO BURDINO e don DANIELE PRESICCE Sostentamento dei nostri Fidei Donum

8.000,00

2 KENYA – NAIROBI – Don PAOLO BURDINO e don DANIELE PRESICCE
Potenziamento del servizio di assistenza ed accompagnamento a disabili e alle loro famiglie nella comunità di Tassia
15.000,00
3 SACERDOTI NON ITALIANI
Formazione e cura pastorale dei sacerdoti non italiani in servizio nella nostra Diocesi
3.000,00
4 UFFICIO DIOCESANO PASTORALE MIGRANTI
Sostegno ad attività per immigrati che vivono nella Diocesi: accoglienza, accompagnamento e formazione
15.000,00
 

 

Cofinanziamento di Progetti di sviluppo attraverso chiese, organismi locali e associazioni
  in AFRICA
5 ANGOLA – LUACANO – SIMBEYE padre MARK, Missionari della Consolata, in collaborazione con Impegnarsi Serve

Fornire e installare un impianto fotovoltaico nella biblioteca per permettere ad un maggior numero di persone della comunità di accedervi, anche nelle ore serali, in particolare i ragazzi che durante il giorno frequentano la scuola.

7,500,00
6 BENIN – OKEDAMA-PARAKOU – HOUNKPATIN suor SYLVIE AIME, Congregazione Suore Vincenzine di Maria Immacolata (Albertine)

Arredamento di tre nuove aule per la scuola materna ed elementare di Okedama, per poter accogliere da 38 ad oltre 200 bambini, per un’area di nuovo insediamento, senza servizi primari, compresa la scuola, alla periferia della città di Parakou.

6,292,00
7 BENIN – XLAGBA – DENOU – GANSA padre RAOUL, Sacerdote diocesano, Diocesi di Abomey

Trivellazione di un pozzo con serbatoio raccolta e sistema di pompaggio per fornire l’acqua alla comunità delle Suore Amis de la Mission impegnate in attività socio pastorali e formative per i catechisti.

7.405,00
8 BENIN – COTONOU – DONDE’ MENDY suor COLETTE, Soeurs de la Visitation de Sainte Marie, in collaborazione con Luce d’Amore

Realizzazione di un edificio a più piani composto da sale di accoglienza, pre-visita, travaglio, parto, risveglio e degenza. Si prevede anche un reparto per neonati prematuri.

15,000,00
9 BENIN – NATITINGOU – TCHATO padre JANVIER, Sacerdote diocesano, in collaborazione con Lulabù

Sostegno scolastico e accoglienza in internato per tre ragazzi, tra i 14 ed i 20 anni, perché possano conseguire la formazione professionale in tecnico dell’agricoltura e dell’allevamento, veterinario, elettricista ed idraulico.

8.700,00
10 BENIN – ZINVIE’ – ZABSONRE’ suor SCOLASTICA, Figlie di San Camillo, in collaborazione con Segni di solidarietà – SEDIS

Tutti i bambini hanno diritto alla vita: aiuto al centro per la cura della malnutrizione infantile che ospita mamme e figli in difficoltà, bambini orfani o abbandonati.

5.000,00
11 BURKINA FASO – OUAGADOUGOU – SAMA PROSPER, Volontario laico, in collaborazione con Legamondo

Ampliare l’offerta formativa in una struttura scolastica di un quartiere popolare che accoglie bambini in situazione di disagio socio-economico: formazione del personale locale, consegna materiale e sussidi didattici post formazione.

9.000,00
12 BURKINA FASO – KAYA – KIENTEGA padre FRANCOIS, Camilliani, in collaborazione con Associazione Noi con Voi
Aiuto alimentare e scolastico ai bambini del campo profughi “Culla degli sfollati“.
7.000,00
13 BURKINA FASO – IMASGO – GELGE – NAMOUNGOU (Niger) – ZOUNGRANA fratel JULIEN, Fratelli della Sacra Famiglia
Dotazione per catechisti inviati in missione di un asinello, un carrettino, una bicicletta, un telaio e alimenti per i rifugiati.
15.000,00
14 BURUNDI – RUTOVU – NIYONKURU don RENOVAT, Sacerdote diocesano, in collaborazione con Associazione Missionaria per Orfani Amahoro
Acquisto di un pulmino per facilitare e garantire la sicurezza dei ragazzi della scuola media e superiore nel raggiungere la scuola.
10.000,00
15 ETHIOPIA – WOREDA DI GEDEO – LEVI MATTEO, Volontario laico, in collaborazione con Fondazione Amref – Comitato Collaborazione Medica
Change: supporto all’istruzione di bambine e ragazze tra i 10 ed i 19 anni fortemente emarginate a causa di condizioni di disabilità motoria o sensoriale.
15.000,00
16 GAMBIA – SARE BAKARI – BALDEH DEMBA (Capo villaggio), in collaborazione con Gruppo Missionario Parrocchie Mathi e Nole
Prima le donne e i bambini: completamento scuola rurale e ambulatorio con dotazione di pannelli solari per intera struttura ed avvio delle attività didattiche e sanitarie.
10.000,00
17 GUINEA BISSAU – BULA – ROSSI padre GINO, Giuseppini del Murialdo, in collaborazione con ENGIM
Dotazione di kit di avvio al lavoro ai giovani studenti del Cifap nelle filiere di meccanica e falegnameria per permettere loro di inserirsi nell’economia locale e avviare piccole attività autonome.
8.003,00
18 KENYA – RUMURUTI – MUNGUTI padre PETER, Missionari della Consolata
Costruzione di quattro aule per la scuola primaria (materna ed elementare) di Santa Maria di Kiamariga, in una contea classificata tra le più povere del paese principalmente a causa della sua mancanza di pioggia sufficiente e di altre risorse naturali.
15.000,00
19 MADAGASCAR – ANDASIBE – ALBERTINI suor MONICA, Suore Carmelitane di S. Teresa di Torino
Scuola di promozione femminile per ragazze che hanno abbandonato la scuola e assistenza sanitaria e medicinali per il dispensario a cui si rivolgono le famiglie che non possono permettersi le cure.
13.000,00
20 MADAGASCAR – JANGANI E SUD MADAGASCAR  – COGONI don TONINO, Missionari Vincenziani, in collaborazione con SHALOM
Jangany accoglie: acquisto e trasporto di generi alimentarie e realizzazione di 3 trivellazioni con raccordo dalla falla dell’acqua al villaggio.
9.000,00
21 MOZAMBICO – NACALA – SARDON ESTEVEZ ALBA MARIA, Volontaria laica, in collaborazione con Associazione Internazionale Volontari Laici LVIA
PAS – Partecipa allo sviluppo: formazione tecnica e di rafforzamento delle capacità a 20 giovani (50% donne) per perfezionare le tecniche di compostaggio.
14.900,00
22 NIGER – Regioni di Zinder e Niamey – ACASTO FILIPPO in collaborazione con CISV

Agricoltura sostenibile e lavoro per i giovani in Niger.

15.000,00
23 NIGERIA – SHENDAN – BERNARDETTE suor DURU, Suore Domenicane di Santa Caterina da Siena
Avviamento Centro nutrizionale per mamme e bambini: realizzazione Orto del Centro e formazione 100 donne/infermiere in 10 comunità su sicurezza alimentare e proprietà nutritive alimenti.
10.332,00
24 REP. CENTRAFRICANA – KOUKI – DEMASSE padre KOFFINE FIRMIN, Sacerdote diocesano, Diocesi di Bossangoa, in collaborazione con Parrocchia San Benedetto Torino
Sostegno alla scuola primaria di S.Maria che accoglie 419 bambini: acquisto di materiale didattico e riparazione danni dell’incendio, per assicurare una giusta formazione scolastica e religiosa.
3.000,00
25 REP. DEL CONGO – BRAZZAVILLE – PULZE suor MARIA PAOLA, Suore Minime di Nostra Signora del Suffragio, in collaborazione con Missioni Faa’ di Bruno
Acquisto di nuove attrezzature didattiche e di laboratorio per il Centro di promozione della Donna: 12 macchine per cucire, 6 tavoli per imbastitura e 8 ferri da stiro.
5.000,00
26 REP. DEM. CONGO – PANZI-BUKAVU – MIYA suor ROSE ADELE, Soeurs Saint Joseph, in collaborazione con Missioni Suore San Giuseppe
Acquisto e installazione apparecchio anestesia e rianimazione per la sala operatoria del Centre Hospitalier p. Giovanni Tumino, che accoglie i malati che non possono permettersi le cure.
6.293,00
27 REP.DEM.CONGO – MANONO – BAZITO padre ANDRE’, Congregazione dello Spirito SantoSostegno al Centro sociale Uzima per la formazione di 60 ragazze madri per imparare il mestiere di sarta in vista della loro autonomia. 13.000,00
28 REP.DEM.CONGO – SANSA BANA – KISANJI – BULAPIN abbè JEAN PIERRE, Sacerdote diocesano, in collaborazione con A proposito di altri mondi
Lutaninu ya bana ya Bansiona ya Sansa-Bana: incremento delle forme di auto sostentamento e rafforzamento delle attività generatrici di reddito dell’Orfanotrofio (potenziamento porcilaia e pollaio).
4.914,00
29 REP.DEM.CONGO – UVIRA – NTUNZWENIMANA suore GENEVIEVE, Suore Operaie della Santa casa di Nazareth
Acquisto di un’automobile/ambulanza per il centro sanitario Santa Famiglia per garantire i servizi di prima necessità nella zona rurale di Lumara e curare la formazione del personale sanitario.
15.000,00
30 RWANDA – BJUMBA – MONS. SERVILLIEN NZAKAMWITA, Vescovo, Diocesi di Bjumba
Progetto di riconciliazione rivolto a famiglie giovani, reduci dalla guerra civile che ha martoriato il paese. attraverso la formazione di coppie di formatori che lavorino nelle comunità satellite.
15.000,00
31 SENEGAL – ELINKINE – FAVERO padre BRUNO, Missionari Oblati di Maria Immacolata
Riabilitazione dell’orto comunitario dell’associazione delle donne di Sam-San per migliorare l’alimentazione delle famiglie e favorire il piccolo commercio locale.
15.000,00
32 SENEGAL – LOUL SESSENE – NDOUR suor MADELEINE MARIE. Filles du Saint Coeur de Marie, in collaborazione con Nutriaid
Near me: allestimento padiglione ospedaliero con dotazione di 6 letti pediatrici, 1 ecografo, attrezzature, giochi, scrivanie, computer e sedie per gli ambulatori; n.20 sedie sala attesa; materiale per formazione delle madri su igiene alimentare con dimostrazioni culinarie.
15.000,00
33 TANZANIA – KIRUA – KILASARA KESSY padre PETER, Congregazione dello Spirito Santo, in collaborazione con Kirua children
Avvio della prima classe della scuola elementare alla Mase Ring School sul Kilimangiaro per bambini provenienti da famiglie indigenti.
5.900,00
34 TANZANIA – TOSAMAGANGA – AZZIMONTI GAETANO, Volontario laico, in collaborazione con Medici con l’Africa CUAMM
Mantenimento e miglioramento della qualità dei servizi di assistenza neonatale dell’ospedale di Tosamaganga, garantendo disponibilità farmaci e potenziando i servizi di cura pre e post parto.
15.000,00
35 TANZANIA – MATERNI MWAZU suor GIULIANA, Suore di Santa Gemma Galgani, in collaborazione con amici di LUMUMA

Costruzione di un centro per accoglienza bambini dotato di due aule, servizi, cucina, refettorio, dormitorio e stanze per lo staff.

8.500,00
36 TCHAD – BAIBOKOUM – NDJENOYOM suor BRIGITTE, Istituto Francescane Angeline
Acquisto di batterie, pannelli fotovoltaici e due congelatori in modo da poter aumentare la produzione di yogurt, gelati, biscotti e formaggi e l’avvio di altre attività in cui saranno coinvolti ragazzi e ragazzi che sia affacciano al mondo del lavoro.
7.725,00
  in AMERICA LATINA  
37 BOLIVIA – SANTA CRUZ DE LA SIERRA – TERRAZAS suor Amanda, Suore Domenicane della Beata Imelda
Promozione, formazione e evangelizzazione di bambini e ragazzi giovani della periferia: fornitura libri e strumenti per la catechesi, giochi di società, sementi e attrezzature per l’orto; strumenti per educazione alla raccolta rifiuti.
5.000,00
38 BRASILE – JOAQUIM GOMES – MOLA MICHELE, Laico Fidei Donum, in collaborazione con Amici di Joaquim Gomes
Comstruindo o Futuro: attività educative e formative attraverso sport, musica, artigianato, rinforzo scolastico e percorsi di cittadinanza attiva, con ragazzi tra i 7 ed i 17 anni che vivono in condizioni di forte vulnerabilità sociale.
6.500,00
39 BRASILE – NOVA IGUCU – CARDOSO DA SILVA LUCIA INESE, Volontario Laico, in collaborazione con Casa do Menor Italia
Accoglienza del popolo di strada nelle periferie violente attraverso la riabilitazione di 60 adulti tossicodipendenti che si trova in forte vulnerabilità ed estrema povertà.
13.380,00
40 BRASILE – RORAIMA – MUGERWA padre JOSEPH, Missionari della Consolata, in collaborazione con Comitato Roraima di solidarietà con i Popoli Indigeni del Brasile
Preparazione di 6 giovani indigeni come autisti e acquisto di materiale di formazione e animazione per altri 250 giovani per promuovere il loro inserimento attivo nell’organizzazione indigena.
6.755,00
41 BRASILE – SAN PAOLO – NACHELI padre LORENZO, Sacerdote Diocesi di Torino, SERMIG in collaborazione con Organizzazione Aiuto Fraterno – OAFI
Risistemare gli ambienti del Centro La piazza: luogo di incontro per bambini, giovani e famiglie, in cui si realizzano attività di promozione sociale e rafforzamento della comunità.
15.000,00
42 COLOMBIA – MONTERIA – DE JESUS JIMENEZ HOYOS, Suore del Famulato Cristiano
Formazione umana e cristiana per donne e bambini (5-10 anni); Corsi di cucito, laboratori di artigianato, riciclo materiali di scarto per le mamme; dopo-scuola e merenda per i bambini.
15.000,00
43 GUATEMALA – COLONIA MAYA – GABRIELLI don MARINO, Sacerdote Diocesi di Torino, in collaborazione con Associacion Guatemalteca Amigos de la Casa Hogar San Vicente de Paul
Colazione per gli indigenti che vivono sulla strada e non hanno una casa, offrendo loro un pasto caldo al mattino e un messaggio di speranza condividendo la Parola di Dio.
1.000,00
  in ASIA
44 INDIA – JALPAIGURI e ALIPURDWAR – XALSO padre PASCAL, Gesuiti, in collaborazione con Comitato di Iniziativa Umanitaria SOS INDIA
Programma educativo e di formazione professionale: costruzione di 15 centri di apprendimento informali per l’accompagnamento di circa 500 bambini e implementazione di un programma di formazione in informatica per 30 giovani.
6.000,00
45 INDIA – ANIKUTHICHAN – ERUDAYAM don SAMY, Sacerdote diocesano, in collaborazione con New life Nuova Vita
Microcredito per 14 donne di famiglie di intoccabili (in particolare vedove e ragazze madri) per avviare attività generatrici di reddito secondo il proprio “talento” per poter condurre una vita dignitosa e mandare i propri figli a scuola.
5.600,00
46 PAKISTAN – QUETTA – ADNAN padre SAMUEL, Salesiani Don Bosco, in collaborazione con Salesiani don Bosco
Inclusione sociale di ragazze afgane attraverso la condivisione di esperienze e riconoscimento reciproco in cui i valori di ciascun gruppo conducono ad un percorso di crescita comune.
9.445,00
  in EUROPA  
47 ITALIA – TORINO – PIGNATELLI suor PAOLA e JOAO suor JULIETA, Figlie di Maria Ausiliatrice, in collaborazione con 2PR: Prevenzione e Promozione
Attivazione di 4 laboratori: lingua italiana, ricamo, uncinetto e maglia, sartoria, con un’attenzione particolare all’insegnamento della lingua come strumento prioritario di integrazione, per donne migranti.
10.000,00*
48 ITALIA – TORINO – BORLA GIOVANNA, Camminare insieme
Cura pediatrica per la promozione della salute in favore di minori appartenenti a nuclei famigliari vulnerabili.
5.000,00
49 ITALIA – TORINO – MONTOBBIO MARIA ROSA, Un progetto al femminile
Formazione al servizio socio-sanitario per anziani di donne migranti presenti nell’unità pastorale della parrocchia Gesù Redentore di Torino.
5000,00
  in MEDIO ORIENTE  
50 GIORDANIA – MADABA – GIORGIO CHIARA, Volontaria laica, SERMIG Fraternità della Speranza
Sostegno ad attività scolastiche e terapeutiche per i bambini e ragazzi diversamente abili, con l’ausilio di personale locale specializzato ed attrezzature adeguate. Coinvolgimento dei giovani della città in momenti di spiritualità, volontariato e riflessione sui grandi temi culturali ed esistenziali.
15.000,00
51 LIBANO – AKKAR – CAPANNINI ALBERTO, Volontario laico, Comunità Papa Giovanni XXIII – Operazione COLOMBA
Creare uno spazio sicuro per i profughi siriani in Libano grazie ad una presenza internazionale, non violenta e neutrale che garantistica un collegamento tra i loro bisogni e chi può soddisfarli e medi le tensioni con proposte di pace elaborate dai profughi stessi.
15.000,00
52 SIRIA – ALEPPO e DAMASCO – AMATO ADELE, Volontaria laica, in collaborazione con CANALE RICCARDO SDB – Uniamo le mani onlus
Doposcuola e classi di recupero nelle diverse discipline scolastiche per 93 bambini dai 6 ai 15 anni a Damasco e 80 ad Aleppo, con forti problematiche di apprendimento.
4.000,00

*rettificato in data 15.02.2022 per allineamento alla Scheda Progetto