Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

PROPOSTE DI VOLONTARIATO ESTIVO per chi resta in città

Facebooktwitterpinterestmail

Pubblichiamo di seguito il testo tratto da «La Voce del Popolo» del 3 agosto 2014 con le numerose proposte di volontariato per chi resta in città:

La carità non va in vacanza. Sermig, Cottolengo, Servizio Emergenza Anziani, Gruppo Abele, Servizi Vincenziani, associazioni, parrocchie… anche nel mese di agosto proseguiranno a pieno ritmo il proprio servizio alle persone fragili, che restano in città. Perché non cogliere l’estate per conoscere queste realtà d’impegno, inserirsi, offrire il proprio volontariato all’interno di esse?

Il Sermig ad agosto fino a inizio settembre propone specifici turni di campo rivolti a ragazzi, giovani e famiglie per vivere un’esperienza di condivisione, formazione e servizio. «Dio è il primo a credere in te!» è il tema che guiderà le settimane di campo in preparazione al 4° Appuntamento Mondiale dei Giovani della Pace che si terrà a Napoli il prossimo 4 ottobre. «Le settimane sono concepite, in vista dell’incontro di Napoli – spiega Rosanna Tabasso della Fraternità del Sermig – come un appuntamento con la coscienza, un appello a risvegliare la coscienza assopita dentro ciascuno e capire qual è il bene e il male che ognuno può scegliere assumendosi le proprie responsabilità nella società». Le giornate alternano momenti di riflessione, confronto in gruppo, spiritualità e preghiera a momenti di servizio (smistamento vestiti, imballaggio alimenti, farmaci, cancelleria, cucina e lavanderia, riordino e pulizia delle accoglienze notturne, lavori di falegnameria e di recupero di materiali scartati). Il primo turno di campo ha preso il via martedì 29 luglio, si conclude domenica 3 agosto, al centro dell’esperienza la festa di Maria Madre dei Giovani che viene celebrata sabato 2 agosto; poi per i ragazzi delle superiori sono in programma tre turni da lunedì 4 a sabato 9 agosto, da lunedì 25 a domenica 30 agosto e da lunedì 1 a sabato 6 settembre, per i giovani maggiorenni si svolge un turno da lunedì 11 a sabato 16 agosto e per le famiglie da giovedì 21 a domenica 24 agosto.

Nel mese di agosto l’Arsenale della Pace garantisce come ogni giorno dell’anno il servizio di accoglienza diurno e notturno a 200 uomini e donne in difficoltà, sia italiani che stranieri, tra essi rifugiati, donne maltrattate, donne sole con bambini, persone sfrattate, carcerati che condividono la vita della fraternità  con i volontari e chi vive le settimane di campo (Sermig, piazza Borgo Dora 61, tel. 011.4368566, mail sermig@sermig.org).

Anche la Piccola Casa della Divina Provvidenza (Cottolengo) propone settimane residenziali di servizio per singoli e gruppi, in particolare giovani che si affiancano ai numerosi volontari associati, suddivisi nei gruppi di volontariato maschile e femminile. Ad agosto giungeranno a Torino gruppi dalla Sicilia, Calabria, Puglia, Lombardia ed anche da Belgio, Francia, Malta. «L’incontro con la sofferenza è un momento ineludibile nella vita di ogni persona – sottolinea suor Carina – ma ciò che limita e spaventa può diventare prezioso terreno di crescita e maturazione personale capace di colorare e donare senso alla nostra vita. Ogni ospite della Piccola Casa comunica la scoperta del ‘valore nascosto della sofferenza’, attraverso il suo sorriso, la sua voglia di vivere, il suo desiderio di donare ciò che è».

I volontari presso il Cottolengo svolgono uno stage di servizio di due settimane impegnandosi in attività ludico-ricreative con gli ospiti della Piccola Casa e nell’accoglienza dei senza fissa dimora (nei servizi mensa, docce, smistamento vestiario). Per il volontariato femminile è possibile contattare suor Carina, tel. 348.5247023, per quello maschile fratel Roberto, tel. 348.8989109.

Belle esperienze di volontariato sono possibili anche presso la «Casa Santa Luisa 24» delle Figlie della Carità di San Vincenzo da’ Paoli in via Nizza che da anni offre accoglienza e servizi a favore delle persone senza fissa dimora, che a Casa Santa Luisa tutti chiamano «i nostri amici». Sono impegnanti circa 60 volontari a disposizione dei diversi servizi: da lunedì a sabato dalle 7.15 alle 8.30 viene servita la colazione per circa 200 persone; nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dal 9 alle 12 è attivo il servizio di distribuzione del vestiario, e il servizio docce (anche il sabato). Inoltre al pomeriggio i volontari effettuano visite a domicilio alle persone senza dimora che iniziano la loro autonomia abitativa, o fanno loro visita negli ospedali e in cliniche in caso di ricovero. Per informazioni e offerte di collaborazione: Casa Santa Luisa 24, via Nizza 24, tel. 011.6505816.

Dal coordinamento di associazioni Libera, vicino al Gruppo Abele, viene un ulteriore proposta di volontariato e formazione: i campi di lavoro nei terreni confiscati alla mafia. Chi è interessato a questo genere di attività può consultare il sito internet www.libera.it.

Il Servizio Emergenza Anziani (Sea) nel mese di agosto intensifica la sua attività a sostegno delle persone anziane. «Cerchiamo di far fronte in particolare all’emergenza solitudine – spiega la fondatrice e presidente Maria Paola Tripoli – che soprattutto durante le vacanze e l’estate si accentua per molti anziani in quanto viene meno la rete di persone che durante l’anno ha un occhio di riguardo e di cura».

I volontari del Sea offrono principalmente quattro tipi di servizi per gli anziani: l’aiuto nella conduzione della casa, con accompagnamento a fare la spesa e nel trasporto delle borse più pesanti; accompagnamenti di sollievo in luoghi freschi o spazi verdi; accompagnamento dal medico di base o negli ambulatori per visite mediche; inoltre è disponibile il servizio «pronto farmaco festivo», per cui attraverso un numero verde (800.812668, attivo dalle 8 alle 20 nei giorni festivi) il volontario si reca a casa della persona che è rimasta senza medicine e, con la ricetta del medico, si reca in farmacia e porta a domicilio il farmaco necessario.

Il giorno di Ferragosto il Sea terrà una gita all’abbazia di Santa Maria di Staffarda (Cn), mentre in sede rimarrà attivo l’ordinario servizio di assistenza.

Lo sportello d’ascolto per richieste d’intervento è in funzione in via Cassini 14 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18 e martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 12, tel. 011.4366013, il numero verde tel. 800.812668 è attivo 24 ore su 24.

Stefano DI LULLO

Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 3 agosto 2014