Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
12 Gennaio 2015

SCHEDA UP 24

10 parrocchie, 6 parroci
Facebooktwitterpinterestmail

Ubicata nel Distretto Torino Nord, l’Unità Pastorale (UP) n. 24 (già 27) raggruppa 10 parrocchie per un totale di 21.195 abitanti, con una media di 2.100 circa per parrocchia. Le parrocchie con il maggior numero di fedeli sono, nell’ordine: S. Vincenzo Martire a Nole (6.500), S. Mauro Abate a Mathi (4.095), S. Genesio Martire di Corio (2.580), S. Maria Maddalena a Front (1.280) Seguono con oltre 1.000 abitanti la parrocchia dedicata all’Assunzione di Maria Vergine a Rocca (1.700) e S. Giuliano Martire a Barbania (1.500), S. Massimo a Villanova Canavese (1.200). Le restanti 3 sono sotto i 1.000 abitanti: S. Grato Vescovo a Benne di Corio ne conta 865, la parrocchia dedicata ai Santi Lorenzo e Stefano a Grosso ne ha 950; a Levone è situata la parrocchia di S. Giacomo Apostolo con 525 abitanti. Dall’ultima visita pastorale del Card. Poletto (2005) è aumentato il numero degli abitanti. Provvedono ai servizi pastorali dell’UP, 15 sacerdoti (+4 dal 2005) di cui 2 sono parroci di più parrocchie: Barbania, Front, Levone e Rocca l’uno; l’altro Corio e Benne di Corio. Non tutte le parrocchie quindi dispongono del parroco residente. L’età media dei parroci è 65 anni (sono esclusi i sacerdoti residenti nella Casa di riposo di Mathi e quelli che abitano nelle parrocchie). Cooperano con i sacerdoti 6 diaconi (+2 dal 2005) permanenti ciascuno impegnato per lo più in diverse parrocchie, come alcuni tra i pastori. Non si registrano presenze di religiosi/e sul territorio dell’Up. L’anagrafe denuncia 118 (-44) battesimi, 136 (-23) Prime Comunioni, 131 (-8) Cresime, 27 Matrimoni (-18) e 239 (+1) decessi. Come si può osservare i dati quantitativi sulle frequenze ai sacramenti sono tutti in diminuzione, fatta eccezione solamente per i morti. Si tratta di una costante che ritorna anche in altre Up.

don Giovanni VILLATA

Testo tratto da «La Voce del Popolo» del 28 dicembre 2014