Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail
12 Luglio 2017

Associazione Amici di Lazzaro cerca sei giovani volontari per servizio strada alle vittime di tratta

Solo per il periodo estivo dal 18 luglio 2017 in poi
Facebooktwitterpinterestmail
L’associazione Amici di Lazzaro cerca sei giovani (18-30 anni) per attività di servizio in strada con giovani vittime di tratta romene e nigeriane. Si tratta di un servizio sperimentale (due volte a settimana martedì e giovedì sera) solo per il periodo estivo dal 18 luglio in poi.

 

Per chi fosse interessato: info@amicidilazzaro.it, www.amicidilazzaro.it, tel.3404817498

 

Si tratta di incontrare in strada le vittime di sfruttamento, e proporre loro in modalità sicura (tramite l’esperienza ventennale dell’associazione):

1) eventuale fuga dallo sfruttamento cui sono sottoposte,

2) prevenzione dell’aborto in collaborazione con i CAV (i dati evidenziano che chi si prostituisce in media è costretta a compiere dai 3 ai 10 aborti nel giro di pochi anni, con tutti i traumi che ne conseguono)

3) amicizia e inserimento in gruppi giovanili del mondo cattolico disponibili alla loro accoglienza

4) sostegno e eventuale accoglienza per neomaggiorenni (si tratta di minori non accompagnate che al compiere dei 18 anni sono senza dimora e si prostituiscono sfruttate o per disperazione)

5) prevenzione sfruttamento vendita ovuli (sempre più vittime della tratta vengono avvicinate e portate in Ucraina, Slovenia, Repubblica Ceca o Romania per produrre ovuli o direttamente per diventare madri surrogate)

6) prevenzione sfruttamento per pornografia (collegato al mondo della prostituzione vi è un settore nascosto del mondo della pornografia che produce video di chi si prostituisce per rivenderli o metterli su siti erotici, in altri casi le ragazze vengono ricattate e minacciate con video compromettenti)

7) educativa contro l’illegalità (a chi è sfruttato dopo meno di un anno viene suggerito/imposto di liberarsi dal debito con gli sfruttatori comprando altre ragazze appena sbarcate o diventando corrieri della droga)

8) sostegno spirituale con l’aiuto di parroci stranieri (le ragazze spesso hanno traumi e sofferenze che data la loro forte religiosità trova grande conforto nella partecipazione a momenti di vita religiosa nelle forme tipiche del loro paese di origine)

 

L’associazione Amici di Lazzaro ha attive varie unità di strada che avvicinano le ragazze sfruttate, informandole delle opportunità di fuga, accoglienza e sui vari servizi offerti dalla rete di associazioni che si occupano della tratta e dello sfruttamento. Nella sola provincia di Torino vi sono circa 1100 donne che si prostituiscono di cui almeno 900 vittime di sfruttamento. Di queste il 70% sono nigeriane, e il 20% rumene.

 

Gli Amici di Lazzaro dal 1997 hanno aiutato circa 400 donne a lasciare la strada. Attualmente seguono anche circa 70 ex vittime con difficoltà di reinserimento.